1. Home
  2. IT

Migliori estensioni VPN per Firefox del 2019: per una migliore privacy online

Se vuoi salvaguardare la tua privacy, una VPN è sicuramente lo strumento migliore da utilizzare. Internet è una giungla dove tutti vogliono le tue informazioni personali. Gli inserzionisti infatti vogliono sapere su cosa stai navigando, il tuo ISP vuole essere sicuro che tu non violi i termini di contratto, le autorità governative vogliono che tu rispetti la legge ed i criminali vogliono derubare i tuoi dati personali. Abbiamo trovato quindi le cinque migliori estensioni VPN per Firefox per proteggerti da tutte queste minacce e tante altre ancora.

Con una buona crittografia potrai proteggerti da tutti i tipi di individui e organizzazioni che cercano di spiarti. Ancora meglio, un’estensione incorporata in Firefox rende l’utilizzo di una VPN semplice e non invadente. Abbiamo cercato sul Web estensioni per Firefox che sono facili da usare e offrono un elevato livello di sicurezza e privacy. Alcuni ti proteggeranno gratuitamente, altri invece richiedono un abbonamento, altri provider ancora offrono entrambe le opzioni.

Oggi inizieremo discutendo delle reti private virtuali: cosa sono e come funzionano; poi esamineremo gli usi primari delle VPN e quindi riveleremo le cinque migliori estensioni VPN per Firefox.

Le reti private virtuali in breve

Spesso denominate semplicemente VPN, le reti private virtuali sono sistemi che consentono di mantenere private tutte le tue attività online. Non nascondono solo i tuoi dati, ma anche la loro destinazione; vediamo come.

Una VPN incapsula tutti i dati che entrano e lasciano il tuo computer, inviandoli a un server VPN attraverso un tunnel virtuale crittografato. I dati del tunnel sono crittografati utilizzando schemi di crittografia avanzati, ma chiunque intercetti i tuoi dati vedrebbe solo parole senza senso. All’altra estremità di quel tunnel virtuale infatti il server decodifica i dati prima di inviarli alla destinazione prevista (sempre su Internet). Il server attende quindi che la risposta torni e quando lo fa, lo crittografa il tutto prima di inviartelo attraverso lo stesso tunnel.

Sebbene i dati non siano crittografati tra il server VPN e la sua destinazione, la tua privacy è comunque protetta, in quanto chiunque provi a spiare “l’estremità del tunnel” vedrebbe solo dati crittografati inviati al server VPN. Non c’è modo di sapere quali sono i dati o dove stanno andando, ma se qualcuno dovesse intercettare il traffico non criptato tra il server e la destinazione, vedrebbe solo il traffico proveniente dal server piuttosto che da te senza alcuna possibilità di rintracciarlo.

L’unico pericolo è quando si accede a siti Web non crittografati (HTTP piuttosto che HTTPS) e vengono inserite alcune informazioni personali negli appositi form. Tutto questo infatti potrebbe lasciarti “esposto”. Questo è il motivo per cui è sempre meglio utilizzare protocolli che crittografano i dati end-to-end, come HTTPS, anche quando si utilizza una VPN. Quando lo fai infatti ottieni sempre il meglio da entrambi i sistemi.

Diversi usi delle reti private virtuali

Il vantaggio principale delle Virtual Private Network è la sicurezza e l’anonimato che forniscono. Furono originariamente inventate per questo scopo e furono originariamente usate principalmente per fornire accesso remoto alle reti aziendali attraverso Internet.

Ma le reti private virtuali hanno alcuni “effetti collaterali” che recentemente sono diventati la ragione principale per cui molte persone le usano.

Rimozione delle restrizioni di accesso

Oggi puoi accedere a Internet da qualsiasi luogo. Molti uffici offrono servizi Wi-Fi Free per i propri dipendenti, luoghi pubblici come biblioteche, scuole, negozi e centri commerciali offrono spesso l’accesso a Internet gratuito. Tuttavia, questo accesso è spesso “limitato”, perché non ti fa acceder a tutti i siti possibili. Luoghi pubblici come alberghi, biblioteche e luoghi commerciali vogliono imporre infatti un codice etico, impedendo ad esempio l’accesso ai siti di torrenting o pornografia. Impedendo anche agli utenti di utilizzare applicazioni con larghezza di banda elevata. Anche gli uffici e le scuole lo fanno per ragioni simili, ma potrebbero anche voler evitare che gli impiegati e studenti passino troppo tempo a navigare in rete o utilizzare i social network.

Esistono alcuni modi per applicare questo tipo di restrizioni. Spesso viene utilizzato un proxy trasparente che intercetta tutto il traffico ed o lo consente o lo blocca in base ad una serie di regole. Le regole potrebbero essere basate sull’indirizzo IP e, ad esempio, il sistema potrebbe essere impostato per bloccare qualsiasi traffico diretto agli indirizzi IP dei server di Facebook. I proxy effettuano anche l’ispezione del traffico e lo bloccano o lo consentono in base al contenuto della richiesta. Tutto il traffico su facebook.com potrebbe quindi essere bloccato. Il blocco può anche essere basato sul protocollo, consentendo, ad esempio, un facile blocco della rete peer-to-peer.

La soluzione

Una VPN consente di ignorare tutte queste restrizioni inviando tutto il traffico all’indirizzo IP del server VPN anziché a un indirizzo IP bloccato. Così i tuoi dati supereranno l’ispezione dei pacchetti perché sono crittografati. Anche se stai scaricando dei torrent il traffico effettivo del tuo computer sarà traffico VPN.

Ovviamente, le organizzazioni potrebbero bloccare gli indirizzi IP dei server VPN o il loro URL. Potrebbero anche bloccare di default tutto traffico VPN, e non sono poche che lo fanno soprattutto nei servizi pubblici. Invece negli ambienti aziendali e accademici questo non avviene, in quanto esiste anche un traffico VPN legittimo. Oggi, i migliori client VPN sono abbastanza intelligenti da usare alcune tecniche utili per ingannare anche il miglior sistema di rilevamento e blocco, usando indirizzi IP virtuali e mascherando il traffico VPN come traffico legittimo.

Bypassare le limitazioni nazionali

Alcuni paesi hanno limitazioni importanti e l’utilizzo di Internet e impediranno agli utenti di accedere ad Internet. Spesso parti enormi di esso. La Cina è un buon esempio di tali paesi. L’accesso alla maggior parte dei siti di social media occidentali, per esempio, è impossibile da lì. Anche i servizi comuni come Google sono censurati. I risultati di ricerca che ottieni quando esegui una ricerca su Google dalla Cina sono diversi da quelli che otterresti ovunque in Occidente. E la Cina non è sola. Diversi regimi totalitari hanno pratiche simili.

Tali restrizioni nazionali sono implementate usando tecniche che sono molto simili, se non identiche, alle tecniche utilizzate dalle organizzazioni per far rispettare le loro restrizioni. E si usano metodi di blocco simili a quelli del seno, simili metodi di esclusione saranno efficaci. La principale differenza è spesso l’implicazione legale del bypass. Mentre bypassare le restrizioni di accesso sul tuo Starbucks locale potrebbe farti vietare l’uso di Internet, bypassare le restrizioni governative può avere conseguenze più gravi anche se potresti pensare che non stai facendo nulla di sbagliato, come andare sulla tua pagina Facebook.

Accesso ai contenuti geo-bloccati

Un altro motivo importante per l’utilizzo di una VPN consiste nell’escludere le restrizioni geografiche. In realtà, questo è il numero uno dei motivi per cui le persone li usano oggi. Diversi siti Web e fornitori di contenuti limitano il loro accesso agli utenti situati in un determinato paese o regione. Possono farlo per proteggere i partner locali o per far valere la portata dei loro diritti di trasmissione.

Ma non importa per quale motivo lo facciano, lo fa quasi sempre filtrando il traffico in base al suo indirizzo IP sorgente. Ad esempio, per accedere a un sito che richiede di essere negli Stati Uniti, tutto ciò che serve è un indirizzo IP dagli Stati Uniti. E questo è esattamente ciò che ti offre una VPN. Al sito a cui stai tentando di accedere, l’indirizzo IP di origine della tua richiesta è quello del server VPN al posto tuo. Quindi, tutto ciò che devi fare per aggirare le restrizioni geografiche è connettersi a un server VPN situato in una regione che può accedere al sito o al servizio a cui stai tentando di accedere.

Perché utilizzare un’estensione VPN di Firefox?

Una VPN ha due componenti, un client all’estremità del tunnel e un server all’estremità. I client VPN possono essere di tipo stand-alone o possono essere estensioni del browser. I client autonomi vengono eseguiti sul computer e si connettono a un server VPN e quindi inviano tutto il traffico in entrata e in uscita dal computer tramite il tunnel VPN. Di solito è necessario licenziarli manualmente e stabilire la connessione prima che il traffico sia effettivamente protetto.

Proprio come il client stand-alone, l’estensione del browser del client VPN si connetterà al server VPN. Ma dal momento che l’estensione risiede nel tuo browser, crittografa solo il traffico dentro e fuori dal tuo browser, non l’intero computer. Se hai altre applicazioni in esecuzione accanto al tuo browser, il loro traffico non verrà crittografato.

Ci sono anche quelle che chiamerei estensioni VPN ibride che, pur vivendo all’interno del tuo browser, non sono altro che front-end per un client stand-alone installato sul tuo computer. Ti danno la comodità di essere in grado di avviare la VPN dal tuo browser offrendo allo stesso tempo una maggiore sicurezza e privacy dei client stand-alone

Le migliori cinque estensioni VPN per Firefox

Abbiamo cercato sul web le migliori estensioni VPN per Firefox. Tre di loro provengono da alcuni dei migliori fornitori di VPN commerciali. Due richiedono un abbonamento mentre il terzo è un servizio gratuito. Gli altri due provengono da fornitori meno conosciuti ma offrono un buon mix di sicurezza, privacy e prestazioni.

1. ExpressVPN

L’estensione ExpressVPN per Firefox è una di quelle estensioni front-end di cui abbiamo parlato. Richiede l’installazione del client ExpressVPN e fornisce un modo semplice per avviare e arrestare la VPN o scegliere la posizione del server VPN. Ovviamente, questo significa anche che devi abbonarti al servizio ExpressVPN.

ExpressVPN è conosciuto per i suoi protocolli di crittografia forti e la velocità impressionante dei suoi server. Vanta anche una rete mondiale di server con oltre 1.500 server in circa 94 paesi. ExpressVPN utilizza il protocollo OpenVPN con crittografia AES a 256 bit e perfetta segretezza di inoltro. Utilizza anche chiavi a 4.096 bit protette dall’algoritmo SHA-512.

Purtroppo ha solo una parziale politica di non registrazione, ma non lasciare che questa cosa ti fermi. Gli unici dati che conservano sono: a quali server si connettono gli utenti e quando si connettono. Riteniamo però che questo fornisce un livello sufficiente di protezione della privacy.

L’estensione del browser installa un’icona accanto alla barra di ricerca o indirizzo. Quando si clicca, si apre una piccola finestra che sembra molto simile al client stesso. Puoi scegliere la posizione del tuo server e attivare o disattivare il tunnel VPN. Inoltre, facendo clic sul pulsante del menu in alto a sinistra nella finestra dell’estensione è possibile abilitare la funzione di avvio. Questo collegherà automaticamente la VPN all’ultimo server utilizzato all’avvio di Firefox. C’è anche un’opzione per abilitare il blocco WebRTC per un anonimato ancora più alto.

2. CyberGhost

CyberGhost è un altro servizio VPN con un’ottima reputazione. La loro estensione per il browser è diversa dalla maggior parte dei loro concorrenti. È una vera e propria estensione VPN gratuita del browser, ma non è necessario abbonarsi per farla funzionare.

Il servizio VPN di CyberGhost ha alcune grandi caratteristiche ed è tra i migliori provider VPN che abbiamo mai visto. Possiamo tranquillamente presumere che il servizio gratuito fornito da questa estensione sia equivalente al loro servizio a pagamento in termini di sicurezza e privacy. Naturalmente, essendo un servizio gratuito, non può essere buono come quello a pagamento. Lo sappiamo tutti. Ma sembra che CyberGhost non abbia tagliato nulla sul fronte della sicurezza e della privacy.

Tra le differenze più evidenti, questo servizio gratuito consente solo di connettersi ai server negli Stati Uniti, nei Paesi Bassi, in Germania e in Romania. Se hai bisogno di accedere ai servizi geo-bloccati in questi paesi è perfetto, ma se avessi bisogno di connetterti ad altri paesi, sei sfortunato. Ma la più grande differenza è nella performance. Come la maggior parte dei servizi gratuiti, la tua connessione sarà particolarmente lenta.

E se sei un abbonato CyberGhost, non aspettarti di avere più opzioni nell’estensione del browser. L’unico modo per sfruttare appieno l’ottimo servizio di abbonamento di CyberGhost è l’utilizzo dell’applicazione. Per quanto riguarda l’estensione per Firefox, è tutto molto semplice. Facendo clic sull’icona dell’estensione si apre una piccola finestra in cui è possibile selezionare il proprio Paese e attivare o disattivare la VPN. Difficile chieder di meglio.

3. NordVPN

NordVPN è un altro dei principali provider VPN con un’eccellente reputazione per la privacy e le prestazioni. Proprio come ExpressVPN, l’estensione per Firefox di NordVPN richiede che tu ti iscriva al servizio. L’estensione del browser ti offre semplicemente un modo semplice per connetterti e disconnetterti dal tunnel VPN. Ma a differenza del suo concorrente, l’estensione di NordVPN è autonoma e non richiederà l’installazione di un client.

Con una severa politica di zero-logging, crittografia del traffico OpenVPN con crittografia AES a 256 bit e chiavi DH da 2.048 bit, il servizio NordVPN è tra i migliori che ci siano. Il servizio ha anche la protezione contro le perdite DNS abilitata di default, una caratteristica che molti provider non hanno nemmeno.

L’abbonamento a NordVPN ti consente di utilizzare il servizio da sei dispositivi contemporaneamente, uno dei più alti numeri di connessioni consentite. Questo può essere utile se si desidera proteggere dispositivi diversi. Inoltre, NordVPN ha circa 1191 server distribuiti in 61 paesi.

OFFERTA PER IL LETTORE iscriviti oggi per un  contratto di due anni con NordVPN e  ottieni un incredibile sconto del 66%, solo  $ 3,99 al mese! Ogni piano è coperto dalla garanzia di rimborso di 30 giorni di NordVPN.

4- Hola

Hola è un servizio VPN peer-to-peer gratuito. Ti consente di accedere a siti Web bloccati nel tuo paese, dalla scuola o dalle aziende. Hola è diverso dalle altre VPN in quanto invece di usare i server, indirizza il traffico dal tuo computer attraverso altri computer degli utenti di Hola fino a quando non raggiunge la sua destinazione. È una delle VPN gratuite con le migliori prestazioni che abbiamo mai visto ed è sicura e privata come una VPN basata sui server.

L’estensione Hola per Firefox consente di selezionare da quale posizione si desidera accedere a Internet. Tutto questo consente di sbloccare siti Web e servizi geo-bloccati. È inoltre possibile eseguire lo streaming di file multimediali con questa estensione gratuita di Hola.

L’utilizzo di Hola, come VPN, è in qualche modo diverso dall’uso di altre estensioni VPN. Come gli altri, puoi avviarlo facendo clic sul pulsante delle estensioni accanto all’indirizzo e alla barra di ricerca. Poi selezioni un paese tra le dozzine che vengono offerte ma la somiglianza finisce lì.

Hola quindi si connette tramite altri computer al paese selezionato e ricarica la pagina del browser corrente attraverso il tunnel VPN. Il tunnel, tuttavia, è valido solo per il sito corrente. Finché continui a navigare nelle sue pagine, la tua connessione rimarrà sicura e privata ma non appena navighi su un altro sito, torni a una connessione non protetta. Una caratteristica interessante è che l’estensione ricorda la tua connessione e la prossima volta che torni su quel sito, ti riconnetterà automaticamente attraverso la sua VPN.

5- DotVPN

Ultimo, ma non il peggiore, DotVPN offre una sicurezza Wi-Fi, la privacy online e l’accesso sicuro a Facebook, Netflix, BBC, YouTube e qualsiasi sito web. Il servizio VPN è illimitato e gratuito e protegge la tua connessione quando sei connesso agli hot spot Wi-Fi pubblici, i dati mobili e altri luoghi pubblici.

Questo servizio gratuito offre molte funzioni eccellenti. Tra queste una rete VPN ottimizzata con velocità e larghezza di banda illimitate, crittografia avanzata con chiavi a 4096 bit, ed un sistema di compressione integrata per risparmiare fino al 30% del traffico.

La VPN svolge un ottimo lavoro nello sbloccare i siti limitati dalle scuole, dagli uffici o da un luogo pubblico, ma non riesce a sbloccare facilmente i siti bloccati geograficamente. Sfortunatamente, non esiste un modo per scegliere un paese a cui connettersi con la versione gratuita. Per questo motivo questo non è sicuramente un buon servizio per sbloccare il contenuto degli Stati Uniti.

Un altro svantaggio che abbiamo riscontrato con il servizio è che installa un’applicazione in background che viene eseguita all’esterno del browser e la imposta per l’avvio automatico all’avvio del sistema. Anche se a dirla tutta anche le altre VPN richiedono l’installazione di un client stand-alone esterno.

Nel complesso, si tratta di un ottimo servizio VPN gratuito che, nonostante i suoi limiti, funziona molto bene. Inoltre ha un impatto minimo sulle prestazioni del sistema. Abbiamo eseguito alcuni test della velocità di rete con e senza la connessione protetta e la differenza che abbiamo misurato era minima, per non dire inesistente.

Conclusione

Avere un client VPN che funziona direttamente nel browser è estremamente conveniente. Dopotutto, è soprattutto quando navighiamo che dobbiamo usare una VPN. Infatti avere una VPN dedicata per Firefox, ci permette di avviarla automaticamente quando ci colleghiamo alla rete. Ti abbiamo presentato cinque delle migliori estensioni VPN che puoi trovare per Firefox. Tutte ti daranno un discreto livello di privacy e sicurezza e dato che alcune lo faranno anche gratis, vale la pena provare, no?

Hai provato una delle nostre estensioni di Firefox suggerite? Qual è la tua preferita? Quale ti piace di più? Condividi la tua esperienza con noi.

Leave a comment