1. Home
  2. IT

Cosa sono gli indirizzi IP virtuali e come si ottengono?

Nel mondo di oggi, è difficile fare qualcosa senza una qualche forma di identificazione personale. Se stai cercando di noleggiare un’auto, iscriverti a scuola o fare domanda per un lavoro, dovrai fornire una documentazione per identificarti, convalidare e completare la transazione o la tua pratica. Questo è valido anche quando si passa a Internet per eseguire una ricerca su Google, controllare Facebook o trasmettere in streaming spettacoli e film su Netflix. In questi casi, l’indirizzo IP del tuo computer funziona online allo stesso modo della patente di guida o del passaporto nel mondo fisico.

E se potessi modificare le informazioni sulla tua carta d’identità a piacimento? Con una VPN, puoi essenzialmente fare una cosa simile, anche se solo con il tuo indirizzo IP piuttosto che con un altro documento fisico. In tal modo, puoi “andare” da qualche altra parte del mondo rispetto a dove ti trovi effettivamente, ingannando così i siti Web e facendoti “trattare” diversamente da come i siti web farebbero normalmente. Invece di mostrare il tuo IP reale, darai loro un indirizzo IP virtuale, che contiene informazioni false, secondo le tue specifiche necessità.

In questo articolo, tratteremo il modo in cui gli IP vengono utilizzati per indirizzare il flusso di informazioni su Internet. Successivamente, approfondiremo il concetto di indirizzi IP virtuali, quindi ti mostreremo come ottenerne uno utilizzando una VPN. Infine, ti consigliamo i migliori provider VPN sul mercato secondo le nostre analisi.

Perché gli indirizzi IP sono così importanti?

Immagina di effettuare un ordine presso un’azienda per far spedire un prodotto a casa tua: per ricevere effettivamente il pacco dovrai fornire loro un indirizzo di spedizione. Lo stesso vale per le informazioni sul web. Ogni volta che digiti ” www.google.com ” nel tuo browser, ad esempio, il tuo computer trasmette una richiesta per ricevere i dati necessari per disegnare una rappresentazione visiva della home page di Google sullo schermo del tuo dispositivo. Google è sempre felice di farlo, purché abbia un indirizzo di ritorno cui poter inviare i dati richiesti.

Il tuo indirizzo IP funge da etichetta di spedizione che accompagna i dati trasmessi, facendo sapere al destinatario chi lo ha inviato e dove si trova nell’ampia rete Internet. Usando queste informazioni, un determinato sito Web può fornire con precisione a una pagina, un’immagine, un video, un file di download o a qualsiasi altra cosa l’informazione su dove esattamente deve andare a mostrarsi.

Restrizioni geografiche sui contenuti

Ora, ricorda che il tuo indirizzo IP contiene anche informazioni legate alla tua posizione fisica. A seconda di dove ti trovi nel mondo, potresti riscontrare restrizioni su quali dati possono essere inviati al tuo dispositivo. (Immagina che l’ufficio postale locale ha vietato la consegna di tutti i pacchetti in arrivo da altri paesi.) In altre parole: la tua capacità di visualizzare i contenuti online è quasi sempre direttamente influenzata dalla posizione legata al tuo IP.

Ad esempio, se il tuo indirizzo IP proviene dagli Stati Uniti, sarai in grado di guardare la vasta libreria americana Netflix senza problemi. Se il tuo IP è in Spagna, Netflix ti offrirà un catalogo di contenuti diverso e ti impedirà di visualizzare il sito degli Stati Uniti. Questa limitazione è prevista dalla piattaforma, in quanto favorisce l’applicazione della legge internazionale sul copyright.

Preoccupazioni relative alla privacy

Ci sono alcuni altri problemi da considerare. Poiché il tuo indirizzo IP è unico e dipende dalla tua esatta posizione geografica, è facile che la tua identità e posizione siano tracciate da terze parti melevoli, tra cui agenzie governative, hacker e persino il tuo ISP.

Gli stessi indirizzi IP non sono pericolosi, ma quando li combini con la navigazione in Internet non crittografata, hai un vero problema di privacy. Gli hacker, ad esempio, possono rubare i tuoi dati bancari, la tua identità e navigare nella cronologia di Internet. I detentori del copyright possono anche puntare il dito contro di te per aver eseguto lo streaming dei loro contenuti in un modo che non gradiscono tanto.

Mascherando il tuo indirizzo IP con uno falso, e racchiudendo quindi il tuo flusso di dati sotto uno strato di crittografia, le tue azioni online diventeranno totalmente imperscrutabili.

Che cos’è un indirizzo IP virtuale?

Ora sai già che il tuo indirizzo IP è legato alla tua posizione fisica. Ma perché? Il tuo ISP mantiene una vasta rete di server, che fungono da collegamenti tra i suoi client e il resto di Internet. Questa rete è divisa in nodi, che hanno una vicinanza fisica alle aree in cui realmente servono. Sono questi nodi che ti assegnano un indirizzo IP, che a sua volta trasporta le informazioni sulla posizione sul server stesso, così come la tua connessione ad esso.

Un indirizzo IP virtuale (VIP) è una cosa dal nome improprio, in quanto è altrettanto “reale” come un IP standard fornito dall’ISP. La differenza è che i VIP non corrispondono necessariamente a un’interfaccia di rete fisica. In parole povere, quando si utilizza un IP virtuale, ci si connette a Internet (e quindi ci viene offerto il contenuto di nostro interesse) da un nodo situato in qualche altra parte del mondo.

Il metodo preciso con cui tutto ciò viene realizzato è estremamente complesso, ma una rete privata virtuale (VPN) ti consente di farlo facilmente.

Quindi, come funziona esattamente una VPN?

I provider VPN mantengono la propria rete di server proxy, che si assumono efficacemente il compito normalmente svolto dall’ISP, trasmettendo dati tra il dispositivo e il resto di Internet. Ovviamente, non puoi evitare completamente di passare attraverso il tuo ISP, ma puoi ingannarlo e fargli credere che sei invisibile. Ecco come:

Per interfacciarsi con la rete VPN, è necessario scaricare e installare il software del provider sul dispositivo. Una volta attivato, il software comunica con uno dei nodi nella rete proxy VPN e stabilisce un collegamento crittografato tra l’utente ed esso. Pensalo come un tunnel sotterraneo che segue lo stesso percorso dell’ISP “in superficie”, ma sepolto sotto strati di “roccia”, facendo passare ogni tuo dato completamente inosservato. Il tunnel è protetto da uno strato di crittografia, che codifica il flusso di dati in modo da farlo sembrare una serie di assurdità agli occhi del tuo ISP, hacker, governi e chiunque altro.

Questi dati apparentemente criptati passano attraverso il tuo ISP senza incidenti di percorso e vanno dritti sulla rete della tua VPN. Il server proxy riceve questi dati, li decodifica, quindi li invia alla loro destinazione originale (come Netflix). Poiché il server proxy sta inviando la tua richiesta, anziché il tuo ISP, il tuo indirizzo IP e i dati sulla posizione cambiano in base alla tua connessione VPN. Questo nuovo indirizzo è il cosiddetto indirizzo IP virtuale che è il tema centrale di questo articolo.

Per cosa si può usare un indirizzo IP virtuale?

La risposta è: “qualsiasi cosa tu voglia!” Tuttavia, esiste una vera ragione per “falsificare” il tuo IP.

Le VPN in genere mantengono reti di server in tutto il mondo, quindi puoi connetterti a Londra, ma essere indirizzato a New York City. Netflix vedrà la tua richiesta provenire da New York e ti offrirà i contenuti come se fossi un utente americano. Questo è ottimo per gli utenti affamati di media, che vogliono vedere i loro programmi preferiti senza essere disturbati dalle restrizioni geografiche sui contenuti.

Tuttavia, i VIP sono utili per molto più che il semplice intrattenimento. Poiché condividi nodi proxy con alcuni degli altri utenti del tuo provider VPN, condividete tutti un indirizzo IP. Niente del traffico che fluisce attraverso quel server può essere ricollegato a un preciso individuo grazie alla crittografia sovrastante, che ti dà in realtà il vero anonimato.

Questo può essere utile quando cerchi di far sentire la tua voce sotto una rigida censura, per esempio. Quando ti connetti al Wi-Fi pubblico , è certamente utile avere un falso IP e la crittografia dalla tua parte per nasconderti da eventuali hacker o robot che potrebbero essere in agguato in attesa di depredare flussi di dati non protetti.

Le migliori VPN per ottenere un indirizzo IP virtuale

Quindi, abbiamo detto cos’è un IP virtuale, come ottenerne uno e come sfruttarlo al meglio. Ora hai bisogno di una VPN! Il mercato è invaso da opzioni: alcune buone, altre peggiori. Ecco perché abbiamo stilato questo elenco delle migliori VPN per ottenere un indirizzo IP virtuale:

1. ExpressVPN

ExpressVPN promette velocità elevate e massima sicurezza. Le tue informazioni e i tuoi dati sono completamente sicuri con la sua crittografia AES a 256 bit accompagnata da una politica di zero-logging su tutto il traffico. Questa VPN ha inoltre una larghezza di banda illimitata, nessun limite di velocità o limitazione di altro genere, nessuna restrizione su reti P2P o torrent ed è ottima per Netflix, Hulu e altri siti di streaming.

Inoltre, ExpressVPN possiede 2.000 server in 94 paesi, rendendo semplicissimo lo “spoofing” del tuo IP. Ogni connessione vanta alcune delle migliori velocità del settore, offrendo streaming senza buffering e download rapidi. Se il tuo server proxy ha troppe persone ed è in ritardo, avvia il test di velocità integrato per verificare le altre opzioni per connessioni più veloci.

ExpressVPN offre inoltre estensioni del browser per Google Chrome, Mozilla Firefox e Safari. Indipendentemente da come scegli di connetterti, ExpressVPN promette un servizio globale veloce, sicuro e flessibile.

Pro

  •  Sblocca Netflix Americano, iPlayer, Hulu
  •  Connessione super veloce e affidabile
  •  Torrenting / P2P consentito
  •  Politica rigorosa di zero registrazione
  •  Supporto via chat dal vivo.

Contro

  •  Massimo di 3 connessioni contemporaneamente
  •  Piano mensile costoso.

Consulta la nostra recensione completa su ExpressVPN per saperne di più.

MIGLIOR SERVIZIO VPN: Iscriviti per un anno ad ExpressVPN per $ 6,67 al mese e ricevi 3 mesi GRATIS . Prova senza rischi con una straordinaria garanzia di rimborso di 30 giorni.

2. NordVPN

Soprattutto, NordVPN è noto per la sua rete di server assurdamente grande. Al momento della stesura, copre oltre 5.100 nodi in 62 paesi in tutto il mondo, ma si sta espandendo continuamente. Ciò fornisce una scelta senza precedenti per gli utenti che cercano un indirizzo IP virtuale.

Ma c’è di più oltre ai semplici numeri; NordVPN offre anche una varietà di server speciali, adattati a diversi casi d’uso. Ad esempio, i siti di streaming come Netflix spesso inseriscono nella blacklist gli indirizzi IP condivisi normalmente utilizzati dalle VPN, bloccando così l’accesso ai suoi vari cataloghi di contenuti. NordVPN, tuttavia, offre l’opzione per un IP dedicato, che può certamente essere falsificato con uno di un altro paese, ma senza essere inserito mai nelle blacklist.

La crittografia AES a 256 bit insieme a una politica di non registrazione completa velano la tua identità e coprono le tue tracce online, quindi nessuno saprà mai chi sei o cosa stai facendo. Nel complesso, NordVPN offre una scelta sorprendente nel raggiungimento del totale anonimato.

Pro

  •  Server ottimizzati per sbloccare Netflix
  •  Ampio parco server di oltre 5.400 server diversi
  •  Tor over VPN, doppia VPN
  •  Sede legale a Panama
  •  Ottimo supporto (chat 24/7).

Contro

  •  Impossibile specificare la città o la provincia nell’app.

Scopri di più nella nostra recensione completa su NordVPN .

IN ESCLUSIVA PER IL LETTORE: ricevi uno sconto del 70% su NordVPN e paga $ 3,49 al mese quando ti iscrivi all’offerta di abbonamento triennale . Tutti i piani sono corredati da una garanzia di rimborso di 30 giorni.

3. CyberGhost

CyberGhost riesce a raggiungere un incredibile equilibrio tra utilità e usabilità. Il tuo abbonamento consente l’accesso a una vasta rete di oltre 2.700 server in oltre 60 paesi in tutto il mondo, il che può sembrare assurdo per un principiante. CyberGhost lo rende semplice, con una delle interfacce software più snelle che abbiamo mai visto. Basta avviare l’app sul dispositivo e scegliere uno dei sei profili di configurazione preimpostati (ognuno su misura per ciò che si desidera fare online, come torrenting, sblocco di siti Web o la semplice falsificazione dell’IP) e lasciare che la VPN faccia il resto.

Questa semplicità è associata a un’incredibile raffinatezza in termini di sicurezza. La crittografia AES a 256 bit infrangibile sigilla il flusso di dati, e una delle migliori politiche di non registrazione del settore garantisce che non verranno mai registrate ne diffuse le informazioni sul tuo uso della rete. Le connessioni sono veloci e fluide e si adattano perfettamente a qualsiasi attività tu voglia intraprendere. Un kill switch e la protezione dalle perdite DNS completano questo già interessante pacchetto di sicurezza informatica.

Pro

  •  Sblocca Netflix Stati Uniti nell’app
  •  Velocità elevate e costanti
  •  Nessuna perdita rilevata
  •  Anonimo: solida politica di zero-registri
  •  Supporto via chat dal vivo (24/7).

Contro

  •  Non funziona bene in Cina.

Scopri di più nella nostra recensione completa su CyberGhost .

SCELTA PIÙ ECONOMICA: ricevi fino al 77% di sconto sul prezzo base di CyberGhost quando ti iscrivi per 18 mesi – pagando solo $ 2,75 al mese. L’abbonamento prevede una garanzia di rimborso di 45 giorni senza fastidiose domande.

Conclusione

Abbiamo trattato molti argomenti in questo articolo, ma spero che tu abbia un’idea molto più chiara di cosa sono gli indirizzi IP virtuali e di come funziona lo “spoofing”, la falsificazione del tuo IP. Inoltre, dovresti adesso essere in grado di percepire l’importanza dell’utilizzo di una VPN come strumento di sicurezza informatica. Abbiamo presentato alcuni dei nostri provider preferiti, insieme ad alcuni link di sconto speciali per farti iniziare quest’esperienza Internet più sicura.

Per cosa userai il ​​tuo IP virtuale? Hai domande cui non abbiamo risposto nell’articolo? Lasciaci un commento qui sotto e facci sapere!

Ecco come ottenere una VPN Gratis per 30 giorni

Se hai bisogno di una VPN per un breve periodo, per un viaggio ad esempio, puoi ottenere la nostra VPN top di gamma senza alcun costo. ExpressVPN include nell` offerta una garanzia di rimborso di 30 giorni. Dovrai inizialmente pagare l`abbonamento, certo, ma l iscrizione non solo ti garantirà accesso completo a l`intero servizio, ma nei primi 30 giorni puoi richiedere un rimborso completo. La politica di cancellazione senza fastidiose domande è all altezza del loro nome.

Leave a comment