1. Home
  2. IT

Le 5 migliori VPN per l’Iran del 2018. Come sbloccare tutti i siti Web in Iran

Oggi come oggi la privacy online è forse il più grande problema con cui si deve scontrare ogni internauta. Infatti, in alcuni paesi è più difficile essere al sicuro quando si naviga rispetto ad altri. In particolare se vivi o stai semplicemente visitando l’Iran, devi considerare che stai anche usando internet in un paese dove la censura è particolarmente forte. Il modo migliore quindi per accedere a contenuti web (effettuare download o quant’altro) è quello di usare una rete privata virtuale (VPN) affidabile. Di seguito trovi elencate le nostre VPN preferite e più veloci per l’Iran.

Problemi di sicurezza e censura in Iran

L’Iran ha ricevuto l’accesso a Internet solo nei primi anni ’90, e da allora ha permesso a quasi il 70% della popolazione di accedere al mondo di internet. Però, a causa della forte censura presente nel paese, una larga fetta della popolazione usa le VPN per poter godere appieno dei contenuti del World Wide Web.

La censura

A partire dal 2012, quasi un terzo dei siti internet visitabili dall’Iran sono stati bloccati dal governo. Addirittura quasi 250 dei 500 siti più visitati al mondo non potevano essere visitati. Siti celebri come YouTube , Facebook , Google Plus e Twitter infatti non erano disponibili per gli utenti iraniani ed il contenuto dei siti bloccati spazia dalla salute alla scienza, agli sport, alle notizie o allo shopping online. Secondo i critici però molti siti sono stati bloccati per favorire l’economia interna, ma sarebbe da sciocchi escludere anche la censura per motivi puramente politici.

A livello strettamente tecnico-informatico invece, la censura messa in atto dal governo iraniano è una delle più avanzate e difficili da bucare, nonostante sembri che il Deep Packet Inspection (DPI) sia stato implementato solo nel 2008. Questo metodo esamina ogni pacchetto di dati nel tentativo di determinare il suo indirizzo di origine e la sua destinazione e di fatto è molto efficace nel “bloccare” le richieste di accesso degli utenti iraniani ai siti non autorizzati.

Il throttling

Con throttling in genere si intende una limitazione della velocità della CPU del pc per evitarne il surriscaldamento. In questo caso però si intende una “limitazione” della velocità di connessione che il governo iraniano attua nel momento in cui un utente tenta di accedere a siti non autorizzati, con lo scopo di limitare la comunicazione con i siti stranieri. Infatti quando si tenta di accedere a siti esterni non approvati, spesso si verificano sensibili rallentamenti della rete fino addirittura al 10% della velocità totale.

Sorveglianza

I rapporti degli ultimi anni hanno confermato che il governo iraniano monitora il traffico, le conversazioni online e le piattaforme di messaggistica istantanea ed infatti gli ISP sono tenuti per legge a conservare tutti i dati inviati e ricevuti dai clienti nel giro di 90 giorni anche se vengono annullati i contratti.

Accesso su dispositivo mobile

L’accesso a Internet da dispositivi mobili è stato oggetto di speciali misure di blocco da parte del governo iraniano. Addirittura durante le proteste del biennio 2017-18 tutte le reti mobili sono state temporaneamente interrotte nel tentativo di controllare la protesta della popolazione. Anche l’accesso a Instagram, semplicemente il social network più popolare del paese, è stato bloccato assieme alla piattaforma di messaggistica più usata nel paese: Telegram.

Scegliere la migliore VPN per l’Iran

Offrono varie funzioni per garantire la privacy e l’anonimato, basandosi sulla cosiddetta crittografia. La crittografia in pratica protegge ogni pacchetto di dati che lasciano il dispositivo sotto uno strato di codice matematico praticamente indecifrabile. Nessuno può vedere cosa c’è al di sotto di questo codice tranne il tuo dispositivo e, appunto, la VPN di riferimento; il tutto ha lo scopo di creare un “tunnel di privacy” attraversato esclusivamente dai tuoi dati all’interno del mondo di internet.

Le VPN inoltre danno all’utente un nuovo indirizzo IP differente ogni qualvolta che ci si connette, in modo da non far conoscere la posizione geografica in cui si trova il dispositivo utilizzato. È proprio in questo modo infatti che le VPN “nascondono” e proteggono i propri utenti da hacker malintenzionati o peggio ancora da governi particolarmente “invasivi”.

Valutare VPN

Ottenere una VPN non è un’operazione da sottovalutare, in quanto non basta scegliere il primo provider di servizi che ci compare nella ricerca Google. Infatti la VPN ci permette di aggirare le leggi sulla censura ed al contempo difendere a spada tratta la nostra privacy. Nel momento in cui si valuta una VPN è importante conoscere determinate caratteristiche chiave:

  • La reputazione e la fama del servizio: Nel momento in cui si sceglie una VPN, Anche se potremmo tranquillamente dire che questa regola Vale praticamente per ogni bene o servizio acquistato nella vita virtuale è reale, la reputazione è forse il criterio più importante da seguire nel momento in cui si vuole scegliere una VPN. infatti una VPN affidabile e sicura e sicuramente Ben recensita è tenuta in considerazione dalle migliaia di utenti che compongono Le community presenti sul web.
  • La sicurezza: È un dettaglio imprescindibile del provider, dove maggiore è la sicurezza della VPN è più sarai al sicuro. con sicurezza ovviamente si intende anche la “forza della crittografia”, le funzioni DNS ed il killswitch fornito.
  • la registrazione: le VPN, come un ISP, possono memorizzare tutta la tua attività. per evitare che ciò accada basta rivolgersi ad un servizio che attua il Zero logging.
  • Supporto software: la VPN funziona solo se viene attivata ed installata correttamente su un dispositivo. se ovviamente una VPN è disponibile solo per determinati nati i sistemi operativi, potrà essere usata solamente su quelli.

Una nota sulle VPN gratuite

Si può essere tentati di utilizzare un servizio VPN gratuito per cercare di proteggere i dati. Sfortunatamente di queste aziende semplicemente non ci si può fidare. Le VPN gratuite infatti non fanno soldi dai loro utenti, quindi devono ricorrere ad altri metodi per mantenere i loro server online. Questo di solito significa inserire pubblicità all’interno del tuo browser (mentre navighi) o peggio raccogliere segretamente i tuoi dati e venderli a terzi. Se apprezzi la tua privacy e la sicurezza, evita le VPN gratuite in tutte le loro forme e scegli un servizio affidabile e a pagamento.

I migliori VPN per l’Iran

Finalmente siamo giunti al paragrafo tanto atteso, adesso ti elenchiamo i migliori servizi VPN da utilizzare su qualsiasi dispositivo per sbloccare i limiti imposti dall’internet iraniano. Secondo noi le VPN sono veloci, intuitive e facili da usare, oltre ad essere molto sicure.

1. ExpressVPN

ExpressVPN Vanta una grandissima reputazione all’interno della comunità. È uno dei servizi più veloci sul mercato, è facile da usare, ma soprattutto è disponibile (sia come software che come app) per numerosi dispositivi differenti, tra cui: Windows, Mac, Linux, Android ed iOS.

ExpressVPN Ha server in 94 paesi differenti ed utilizza una crittografia AES a 256 bit, con lo scopo di difendere la privacy. Il tutto ovviamente è combinato con una politica di zero logging, richieste DNS criptate anticensura ed indirizzi IP di vari paesi. È disponibile anche la protezione contro le perdite DNS, oltre alla funzione che ti permette, attraverso un semplice test di velocità, di poter individuare il server più conveniente a cui connettersi.

2. NordVPN

 

NordVPN È un altro provider VPN affidabile che garantisce assistenza a  migliaia di utenti ogni giorno. Il suo carattere distintivo è indubbiamente il numero quasi infinito di server posseduti dalla società, ben 3300 suddivisi in 59 paesi con la lista in continua espansione. In pratica se sei un membro di NordVPN trovare una connessione veloce non è mai un problema. NordVPN  infatti ti permette di usufruire di funzionalità dedicate alla privacy particolarmente elevate, come la doppia crittografia, la rete Onion (o Onion Routing) e la protezione DDoS.

NordVPN vanta anche una politica di zero logging che copre tutto il traffico generato sulla rete. Infine Nord VPN offre anche un killswitch automatico e la protezione da perdite DNS grazie al suo software personalizzato, assieme alla crittografia AES a 256 bit.

OFFERTA ESCLUSIVA: ottieni un o sconto del 66% sullo speciale di 2 anni di NordVPN, per un costo totale di soli $ 3,99 al mese, con una garanzia di rimborso di 30 giorni.

3. CyberGhost

CyberGhost ha tutti gli strumenti di cui ha bisogno una VPN. La crittografia usata, l’AES a 256 bit, è lo standard del settore per assicurarti la protezione totale dei dati che si combina con la politica di zero-logging. Inoltre la protezione contro le perdite DNS ed un killswitch automatico assicurano che la tua identità rimanga sempre nascosta e ti permette di navigare liberamente sul Web in Iran o in qualsiasi altro paese del mondo.

CyberGhost gestisce una vasta rete di nodi e fornisce connessioni fulminee in tutto il mondo. Oltre 1.200 server sono online durante il giorno, coprendo 60 paesi occupando dozzine di posizioni in ciascuna area. Basti pensare che CyberGhost ha ben 200 server solo negli Stati Uniti, ma anche tantissimi sparsi tra l’Europa, l’Australia ed il Medio Oriente!

4. VyprVPN

VyprVPN è uno dei migliori VPN per proteggere i tuoi dati grazie alle tante funzionalità dedicate proprio al rispetto più assoluto della privacy dell’utente. Tra le tante caratteristiche, quella più importante è che VyprVPN possiede e gestisce la sua intera rete di 700 server sparsi in 70 paesi diversi. Le terze parti non hanno mai accesso a questi server, consentendo a VyprVPN il pieno controllo sugli hardware e i software. La società utilizza questo sistema per fornire crittografia AES a 256 bit, protezione da fughe DNS, un killswitch automatico e una politica di zero-logging sul traffico generato.

Una delle caratteristiche esclusive di VyprVPN è la tecnologia Chameleon. Questo protocollo avvolge ogni pacchetto di dati in un ulteriore livello di crittografia, nascondendo i metadati per superare le ispezioni più approfondite. Tutto questo si traduce nel metodo più sicuro per superare le “mura” della censura e mantenere i tuoi dati al sicuro in luoghi politicamente poco ospitali per gli internauti, come: Cina, Russia ed Iran. In questo modo da oggi terrai tutte le tue attività online davvero al riparo da occhi indiscreti.

5. PureVPN

PureVPN è uno dei servizi migliori se si desidera più di una semplice protezione offerta da una VPN. L’azienda mira ad essere un punto di riferimento per tutte le esigenze di sicurezza online, senza costi aggiuntivi di download o sottoscrizioni di ulteriori abbonamenti. Hai mai desiderato, ad esempio, una protezione antivirus completa per il tuo dispositivo, come anti-malware, blocco delle app e filtri dei siti Web a livello DNS? Con PureVPN hai accesso a tutto questo e molto altro ancora. Basta iscriversi, installare il software e navigare.

Anche le funzionalità della rete privata virtuale di PureVPN sono uniche. L’azienda infatti gestisce una rete molto vasta che copre oltre 140 paesi con 750 server in tutto il mondo. Ognuno di questi server mantiene i tuoi dati al sicuro con la crittografia a 256 bit e una politica di zero-logging su tutto il traffico generato. PureVPN inoltre integra anche la protezione contro le perdite DNS e un kill switch automatico in ogni versione del suo software, facendo quindi della privacy online il suo vero cavallo di battaglia.

Ottieni oggi uno sconto del 73% su un piano di due anni con PureVPN, solo $ 2,99 al mese . Il sito offre una garanzia di rimborso di sette giorni.

Altri vantaggi dell’utilizzo di una VPN

Le VPN non si limitano solo ad offrire privacy e sicurezza sul PC di casa. Con il giusto servizio infatti puoi accedere anche ad ulteriori vantaggi, come la possibilità di accedere ai film di tutto il mondo!

Sblocca Netflix

Non riesci ad accedere a tutti i contenuti di Netflix che desideri, proprio perché sei in Iran? Non ti preoccupare, una VPN può aiutarti! Infatti utilizzando un servizio di rete privata virtuale di alta qualità è possibile modificare il proprio indirizzo IP in uno non locale, permettendoti di scegliere un altro stato del mondo . Questo metodo “imbroglia” i siti di streaming video come Netflix , BBC iPlayer e YouTube, facendo credere loro di essere in un’altra area geografica, facendoti accedere ai film e programmi TV di altri stati, come ad esempio: Stati Uniti, Regno Unito, Francia, Germania eccetera.

Privacy per mobile

Utilizzare lo smartphone su una rete pubblica da un lato fa risparmiare i giga della promozione, ma dall’altro è altamente pericoloso. Ad esempio, non sai quale ISP gestisce la rete, né puoi garantire che il bar che offre la connessione possa essere considerato affidabile. Con una VPN installata puoi accedere agli hot spot wireless senza preoccupazioni, in quanto la crittografia impedisce a chiunque di scoprire la tua identità o registrare le tue attività. Da ora così puoi navigare e fare acquisti ovunque senza preoccuparti della tua privacy.

Evita il throttling

La strozzatura dell’ISP è un problema in Iran e in molti paesi in tutto il mondo. La pratica rallenta artificialmente le velocità di connessione degli utenti che accedono a determinati siti Web o servizi, incoraggiandoli ad usare siti “accettati” dal governo locale. Le VPN possono aiutare a superare i limiti del throttling mascherando automaticamente il tuo traffico. Se un ISP non è in grado di stabilire a quale sito si sta tentando di accedere, non può limitarlo in base ad un elenco predefinito. Così ora potrai utilizzare Internet in piena libertà.

Dispositivi di streaming sicuri

Pochi lo sanno ma anche i dispositivi di streaming diversi dal computer (come ad esempio una Fire TV, una Smart TV, Apple TV o Android TV) sono soggetti a sorveglianza e limitazione, venendo monitorati dagli ISP. Per questo motivo qualsiasi strumento di streaming hardware venga utilizzato, noi consigliamo sempre di installarvi sopra una VPN.

Nascondi i tuoi streaming con Kodi

Kodi è un fantastico software che ti consente di organizzare e godere dei contenuti multimediali di tutto il mondo. È completamente gratuito, facile da usare, open-source e legale nella maggior parte dei paesi, rendendolo una delle migliori app per gli amanti dei film e degli show televisivi.

Sfortunatamente, gli ISP non sempre “digeriscono” l’uso di Kodi, poiché i componenti aggiuntivi di terze parti possono essere utilizzati per lo streaming di contenuti piratati. Per tale motivo un certo numero di ISP ha iniziato a bloccare, limitare o addirittura segnalare gli utenti ai Kodi ai governi locali. Se si desidera utilizzare Kodi, è necessario quindi eseguire sempre una VPN.

Conclusione

Rimanere al sicuro mentre si usa Internet in Iran non è così difficile come sembra. Con la VPN corretta è possibile accedere a tutti i siti bloccati dal governo locale, incluso Facebook. Imposta le tue impostazioni di sicurezza così potrai rimanere anonimo e sicuro, indipendentemente da ciò che fai online.

Leave a comment