1. Home
  2. IT

Aggira il Throttling di AT&T grazie ad una VPN

La neutralità della rete è ufficialmente morta. Con la sua abrogazione (per gentile concessione dell’Ajit Pai della FCC), sono sparite le norme sul controllo degli ISP e sulla connessione Internet dei loro utenti. Ma ancor prima che la neutralità della rete venisse persa, il gigante ISP AT&T era già noto per limitare artificialmente la velocità di Internet dei suoi utenti (il fastidiosissimo e più che scorretto Throttling) – e ora possiamo solo aspettarci che la situazione peggiori ancor di più. È davvero frustrante non essere in grado di eseguire lo streaming dei tuoi eventi sportivi, navigare o scaricare file senza ritardi o l’essere in grado di farlo solo in misura molto limitata.

Ma per fortuna, c’è un modo per impedire ad AT&T di limitare e rallentare il tuo abbonamento: usare una VPN. In questa guida, ti mostreremo perché e come può aiutarti l’uso di una VPN, come sceglierne una fidata ecc. Alcune delle altre cose che discuteremo sono: capire se la tua connessione a Internet è limitata (e dove), i pochi casi in cui una VPN non serve e la storia oscura di AT&T in merito al rallentamento dei suoi utenti.

VPN: il modo migliore per superare i limiti imposti dalla rete

Una rete privata virtuale è il modo migliore per fermare il throttling di AT&T. Le VPN sono potenti, facili da usare e disponibili per essere eseguite su quasi tutti i dispositivi: dai desktop agli smartphone, tablet, Amazon Fire Stick e altro ancora. Inoltre, offrono un forte livello di privacy crittografando tutta la tua attività verso un server VPN gestito dal provider.

Nemmeno AT&T può decifrare una buona crittografia VPN – e se non riesce a vedere cosa stai facendo, non può certamente rallentarti. E se AT&T ti sta rallentando al di là della tua attività, una VPN può aiutarti comunque. Questi tipi di “attacchi” che rallentano la connessione dell’ISP di solito avvengono in corrispondenza di numeri di porta, che sono porte di Internet attraverso le quali passano i tuoi dati. Le VPN possono instradare i tuoi dati attraverso diverse porte, permettendoti di bypassare la limitazione che si sta verificando in una porta specifica.

Cosa cercare in una VPN

Quando inizi a cercare e valutare una VPN, tutto può diventare difficile e demoralizzante. Questo perché, come vedrai, ci sono molti provider sul mercato e può essere difficile sapere di chi fidarsi. I nostri esperti hanno trascorso centinaia di ore a sperimentare i migliori servizi – abbiamo evitato quelli gratuiti (scopri di più sui pericoli delle VPN “gratuite” qui e qui ) e abbiamo stilato un elenco di criteri per aiutarti:

  • Velocità: se stai leggendo questo articolo, il tuo obiettivo principale è quello di evitare il rallentamento di Internet, quindi perché usare qualcosa che lo rallenti ancor di più? Una buona VPN proteggerà la tua attività online mantenendo la massima velocità possibile. Ciascuna delle VPN che abbiamo esaminato ha eccellenti velocità di connessione e download.
  • Sicurezza: per essere sicuro che i tuoi dati siano veramente privati, hai bisogno di una potente crittografia. Per stare al sicuro, hai anche bisogno di cose come la protezione dalle perdite DNS, i kill switch automatici e solide politiche di zero-logging.
  • Dimensioni: una cuona VPN ti darà più server e porte tra cui scegliere, aiutandoti ad aggirare la limitazione di AT&T, oltre a blocchi geografici e censure. Avere molti server disponibili ti aiuterà anche a connetterti su quelli più veloci disponibili per il tuo caso d’uso.

VPN che aggirano la limitazione AT&T

Una volta effettuata la ricerca, abbiamo raccolto le nostre conclusioni, dai un’occhiata al nostro elenco di provider VPN consigliati:

1. ExpressVPN

ExpressVPN - Editors choice

ExpressVPN offre oltre 2.000 server in 94 paesi. Inoltre offre larghezza di banda illimitata, nessuna restrizione su reti P2P o torrent e certamente zero limiti di velocità, è una delle VPN più veloci disponibili ad oggi, soprattutto per lo streaming video da servizi come Netflix e Hulu. E con la crittografia AES a 256 bit, un test di tenuta DNS e il kill switch automatico (solo su versioni desktop), i tuoi dati vengono sigillati in pacchetti e tenuti al sicuro dalle grinfie tuo ISP – e da chiunque altro – in modo da non lasciare tracce in giro.

Tuttavia, anche se ExpressVPN ha una crittografia potente, ha comunque un software leggero con un’interfaccia a one-click che ti permette di eseguire lo streaming senza buffer, di scaricare file velocemente e di navigare senza problemi. Vanta anche un’ampia disponibilità di software che va dai computer Windows, Mac e Linux a cellulari come Android, iPhone, iPad e persino iPod, fino alle estensioni del browser Chrome, Firefox e Safari, Apple TV e Kindle Fire, nonché console da gaming e persino router – proteggere tutti i tuoi dispositivi è facile.

Pro

  •  Sblocca Netflix Americano, iPlayer, Hulu
  •  Server superveloci (perdita di velocità minima)
  •  Crittografia AES-256 di livello governativo
  •  Politica di zero-registrazione ben applicata
  •  Supporto via chat live disponibile.

Contro

  •  Piano mensile costoso.

Puoi saperne di più su questo provider velocissimo nella nostra recensione completa su ExpressVPN.

MIGLIORE VPN IN ASSOLUTO: ottieni la velocità e la potenza necessaria per il Throttling U-Verse AT&T con ExpressVPN. Ricevi uno sconto del 49% con 3 mesi gratuiti.

2. NordVPN

nordvpn

NordVPN è un provider VPN dall’elevata sicurezza e di una crittografia imponente. Con oltre 5.200 server in 62 paesi, è sempre in crescita e ha la capacità unica di dedicare determinati server a casi d’uso specifici. In tal modo, NordVPN ti dà la possibilità di scegliere server speciali per cose come Onion su VPN, Anti-DDoS, Double VPN, P2P, Indirizzo IP dedicato e Server offuscati. Con questi server dedicati a specifici casi d’uso, le impostazioni sono ottimizzate per aiutarti a fare alcune cose anche meglio che con i suoi server “ordinari”.

Anche se non hai bisogno di servizi particolari, potrai affidarti alla sua rete standard che offre una crittografia AES a 256 bit di livello militare. Il protocollo OpenVPN predefinito ti offre un’ottima combinazione di velocità e sicurezza, ma 4 opzioni aggiuntive possono aiutarti ad aumentare la tua velocità o ad aggirare i blocchi geografici più tenaci. Gli switch di sicurezza Cyber SEC opzionali bloccano pubblicità e malware, proteggendoti ulteriormente, mentre le impostazioni DNS personalizzate ti consentono di modificare le cose a tuo piacimento.

Infine, NordVPN ha anche una delle politiche di non registrazione più complete del settore, si rifiuta di registrare traffico, indirizzo IP, timestamp, larghezza di banda o cronologia di navigazione.

Pro

Contro

  •  La selezione automatica del server può essere inaffidabile
  •  Le app a volte possono essere lente a connettersi.

Ulteriori informazioni su questo provider nella nostra recensione completa su NordVPN.

OFFERTA SPECIALE: accedi alla più grande rete VPN sul mercato con NordVPN e ferma la limitazione artificiale imposta da AT & T. Approfitta di uno sconto del 70% sull’abbonamento di 3 anni, disponibile solo qui, con questo link esclusivo per i nostri lettori.

3. CyberGhost

cyberghost

CyberGhost offre una rete di 3.173 server dislocati in 61 paesi. Con la migliore crittografia AES a 256 bit, la protezione della connessione, il kill switch, il blocco degli annunci e il blocco del tracciamento online, ti terrà anonimo e al sicuro. La sua politica di non registrazione ti protegge ancora di più: non registra nient’altro che eventi di accesso anonimi una volta al giorno per semplici statistiche aziendali – ma non conosce nemmeno il tuo indirizzo email, rendendoti praticamente invisibile e irrintracciabile.

Nonostante la crittografia avanzata e un’incredibile politica di zero-logging, CyberGhost resta eccellente per una semplice cosa: la facilità d’uso. Viene mostrato infatti un display colorato e minimalista, seguito da 6 semplici profili, preconfigurati con le migliori impostazioni per alcuni casi d’uso più comuni. I titoli forniscono indicazioni su ciò per cui sono più adatti: navigare in modo anonimo, sbloccare lo streaming, proteggere la connessione Wi-Fi, Torrenting anonimo, sbloccare i siti Web di base e scegliere il proprio server VPN.

Con ogni profilo ulteriormente personalizzabile con semplici interruttori, è possibile fermare ulteriori minacce online, comprimere i dati, reindirizzare automaticamente a HTTPS e, soprattutto, aumentare la velocità.

Pro

  •  Funziona con Netflix USA
  •  P2P consentito su qualsiasi server tranne che negli Stati Uniti e in Russia
  •  Valutazione degli utenti di Google Play: 4.3 / 5.0
  •  Zero logging
  •  Garanzia di rimborso di 45 giorni.

Contro

  •  Impossibile sbloccare alcuni siti di streaming popolari.

Scopri di più su questa VPN di facile utilizzo nella nostra recensione completa su CyberGhost.

FERMA IL THROTTLING UNA VOLTA PER TUTTE: Impedisci il throttling U-Verse AT&T con le potenti protezioni di CyberGhost e l’interfaccia semplicissima. Ottieni uno sconto del 77% con il nostro link esclusivo.

4. PrivateVPN

privatevpn

Se vuoi goderti tutta la velocità che la tua connessione Internet è in grado di offrirti, prendi in considerazione la possibilità che PrivateVPN sconfigga la limitazione di AT&T sulla tua connessione. Questo provider ha alcuni dei nodi server più veloci dell’intero settore. In altre parole, la rete di server è costituita poco oltre gli 80 server in oltre 57 paesi in cui altre VPN hanno centinaia e migliaia di nodi. Questo è il risultato di connessioni ad alta velocità, potenti processori e protocolli di crittografia moderni che non ti rallentano quando utilizzi PrivateVPN. Questi includono le tecnologie UDP e TCP OpenVPN all’avanguardia che uniscono velocità e sicurezza, nonché il protocollo PPTP altamente compatibile con i dispositivi mobili.

Oltre alle sue potenti funzionalità di base, PrivateVPN include un numero generoso di extra. Ad esempio, ogni piano di abbonamento viene fornito con un massimo di 6 connessioni simultanee. Puoi utilizzare una VPN sul tuo telefono cellulare, tablet, computer, Wi-Fi e router allo stesso tempo – e avere ancora un’altra connessione rimasta per un coinquilino o un membro della famiglia. La larghezza di banda, la velocità e gli switch del server sono tutti illimitati, quindi non devi mai preoccuparti di rimanere senza traffico o rischiare di avere velocità limitata. Un’altra interessante funzionalità è la configurazione remota gratuita, con cui i membri dello staff di PrivateVPN ti aiutano a installare l’app di tua scelta sul desktop. Ultimo ma non meno importante, PrivateVPN è compatibile con P2P e torrent, il che significa che non rallenterà mai la connessione. Un bel bonus per i fan del P2P.

Scopri di più nella nostra recensione completa su PrivateVPN.

SCONTO PER I LETTORI: PrivateVPN offre un’incredibile protezione e un accesso quasi illimitato ai siti bloccati, in particolare ai cataloghi di streaming internazionali. Iscriviti per un piano annuale con il nostro speciale sconto del 64% e ricevi un mese in più completamente gratuito.

5. PureVPN

purevpn

Se vuoi goderti la massima velocità che AT&T può offrirti, PureVPN può aiutarti. Il motivo è che ha funzionalità anti-Throttling integrate. In particolare, il servizio offre switch server illimitati in modo da poter instradare i dati attraverso un nodo non AT & T e bypassare i limiti di velocità. C’è anche un test di perdita DNS integrato che ti assicura di non perdere accidentalmente i tuoi dati non crittografati su AT&T e una funzione di tunnelling separato che ti consente di instradare alcuni dati attraverso AT&T e il resto attraverso il tuo Server VPN. Cosa ancora più importante, la larghezza di banda e la velocità sono entrambe illimitate, il che significa che puoi goderti i server 1Gbit al secondo di PureVPN senza preoccuparti di esaurire il traffico o imbatterti in un limite di velocità VPN.

Oltre ad aiutarti a sfruttare al meglio la tua connessione Internet, PureVPN è generoso in termini di funzionalità e extra. Come cliente, hai accesso a server dedicati ottimizzati per connessioni P2P in modo da poter fare torrenting il più rapidamente possibile. Ci sono anche server di streaming dedicati se vuoi guardare Netflix, Hulu, YouTube, ecc. senza buffering o con video a bassa risoluzione. L’assistenza clienti è disponibile 24 ore su 24, 7 giorni su 7, quindi se qualcosa dovesse andare storto durante l’utilizzo di PureVPN, sarai in grado di ricevere l’aiuto di cui hai bisogno istantaneamente e senza aspettare. C’è anche un blocco degli annunci integrato per rendere la tua esperienza online la più scorrevole e fluida possibile. Se desideri potenziare e proteggere il tuo Internet e rimuovere contemporaneamente i limiti di velocità di AT&T, PureVPN dovrebbe essere tra le prime VPN che devi considerare.

OFFERTA SPECIALE: PureVPN può aiutarti ad aggirare la limitazione artificiale del tuo ISP indipendentemente da dove vivi e da quale servizio utilizzi. Iscriviti, puoi sottoscrivere un abbonamento annuale con il nostro sconto speciale del 73%.

Come posso sapere se AT&T U-Verse sta limitando la mia connessione Internet?

Con la morte della “Net Neutrality”, la FCC ha volutamente chiuso un occhio sulle società internet come AT&T. Dal momento che ora tutte possono limitare le nostre velocità indiscriminatamente, come si fa a sapere se ci stanno rallentando Internet?

Per fortuna, ci sono molti test gratuiti per verificare la velocità di Internet.

Velocità di Internet + test di congestione

La maggior parte degli strumenti disponibili in rete riguarda 2 test differenti:

  1. Test di velocità della larghezza di banda “semplici”: puoi trovarli semplicemente tramite il “Speed test” su Google. Eseguono un test sulle tue attuali velocità di larghezza di banda.
  2. Test di congestione o salute globale di Internet: a differenza dei test di velocità di base, questi eseguono misurazioni della velocità dall’ISP dell’utente su più porte per vedere come e dove le prestazioni vengono degradate. Il più noto è Battle for the Internet dell’Internet Health Test.

Test diversi per usi diversi

Per avere uno sguardo più accurato e preciso su dove le tue attività vengono degradate, diversi test possono essere considerati i migliori per diversi casi d’uso:

  • BitTorrent e simili: se fai torrenting e i download ti sembrano lenti, potresti pensare che la colpa sia di AT&T. Il torrenting richiede molta larghezza di banda. Neubot è uno strumento utile e specifico per testare il tuo traffico BitTorrent nel tempo per capire eventuali problemi.
  • Limitazione della larghezza di banda: se disponi di dati “illimitati”, AT&T U-Verse potrebbe comunque limitare le tue velocità se ne usi “troppi”. Questo di solito accade quando si raggiunge una determinata soglia. Prova a utilizzare lo SpeedTest ed esegui un test all’inizio del mese per stabilire la velocità iniziale della larghezza di banda. Quindi, esegui un test per tutto il mese, in particolare verso la fine per monitorare eventuali modifiche. Se vedi costantemente velocità di larghezza di banda molto più basse, è probabile che AT&T ti stia limitando.
    • Per risultati di test di velocità più accurati, assicurati di essere l’unica persona sulla tua rete durante l’esecuzione. Se un altro individuo utilizza la tua connessione Internet allo stesso tempo, probabilmente il test non sarà molto preciso in quanto viene utilizzata più larghezza di banda. Potresti anche riscontrare velocità più elevate, per esempio, alle 2 o alle 3 del mattino quando nessuno è collegato piuttosto che alle 21:00
  • Netflix e YouTube: se ti stai chiedendo se il tuo streaming video è limitato, prova a utilizzare il test di velocità fast.com o ” Google Video Quality ” di Google. Il primo è stato sviluppato da Netflix per la sua piattaforma e il secondo da Google per mostrarti la qualità della tua connessione ai server di YouTube. In entrambi i casi, se la tua velocità è elevata, ma hai una pessima connessione a Netflix o YouTube, AT&T potrebbe star limitando le tue connessioni.
  • Interconnessione: come menzionato brevemente in precedenza, quando si utilizza Internet i dati viaggiano attraverso le porte su varie reti ISP. L’ISP potrebbe degradare la connessione in uno di questi punti di interconnessione. L’uso di Internet Health Test può aiutarti a identificare se questo è il vero problema.

Per avere una visione completa di quando e dove è limitato Internet, potrebbe essere necessaria una combinazione di questi diversi test. L’importante è tenere sotto controllo tutta la situazione.

Quando una VPN non aiuta

Sfortunatamente, ci sono alcune occasioni in cui anche l’uso di una VPN non ti aiuterà a fermare la limitazione AT&T U-Verse. Ecco quelle poche volte:

Limiti di larghezza di banda

Se disponi di un piano con dati limitati con AT&T U-Verse, una VPN non può aiutarti a superare questo limite. Il tuo ISP potrebbe non essere in grado di vedere cosa stai facendo, ma può comunque vedere quanti dati stai utilizzando. Una volta raggiunto il limite, ti verrà limitata la connessione automaticamente.

Sebbene ciò sia inevitabile con un piano dati limitati, l’aggiornamento a un piano illimitato e l’utilizzo di una VPN può aiutare a prevenire la limitazione spesso inevitabile se si utilizzano grandi quantità di dati.

Alcune variabili influenzano la velocità

Se hai provato alcuni dei test di velocità in precedenza e sembra che la tua connessione sia lenta, potrebbe esserci un motivo preciso: potresti avere apparecchiature obsolete, come router, modem o il tuo dispositivo stesso; troppi dispositivi collegati al tuo Wi-Fi contemporaneamente; un debole segnale Wi-Fi nel luogo della connessione; o qualcosa che interferisce con il tuo collegamento Wi-Fi.

Queste cose avrebbero un impatto sulla velocità complessiva, piuttosto che su siti Web specifici. In questo caso, può valere la pena risolvere alcuni di questi aspetti e fortunatamente AT&T ha una pagina di aiuto dedicata all’argomento. Prova prima di abbonarti ad una VPN.

AT&T: una storia di utenti bistrattati

Come accennato, anche prima che la neutralità della rete venisse abrogata, AT&T aveva una storia oscura nel manipolare le connessioni Internet dei propri utenti.

Nel 2012, Apple ha aggiornato la video chat Facetime per supportare le connessioni dati wireless; AT&T si è rifiutato di farlo funzionare correttamente sulla propria rete a meno che gli abbonati non siano passati a un piano dati più costoso. Nel 2014, la FTC ha intentato una causa contro AT&T per violazione (all’epoca) delle leggi sulla neutralità della rete e limitazione della larghezza di banda. La FTC ha dichiarato che tra il 2011 e il 2014, AT&T ha rallentato l’accesso ai dati mobili a oltre 3,5 milioni di clienti senza preavviso.

Infine, AT&T ha creato una campagna vendite grazie a sponsorizzazioni, che ha premiato i clienti per l’utilizzo di servizi sponsorizzati di terze parti (come DirecTV, ad esempio), senza che i dati fossero conteggiati rispetto al loro piano. Altre società non hanno ottenuto gli stessi vantaggi – in palese violazione delle precedenti leggi sulla neutralità della rete.

Con quelle normative ormai scomparse, AT&T e altri provider di servizi Internet ( Time WarnerVerizon, ecc.) hanno ora la libertà di limitare e manipolare la velocità e altri aspetti delle reti a loro piacimento.

Conclusione

Se sei un cliente di AT&T, probabilmente conosci già questa situazione o semplicemente sospetti che si verifichi. Mentre gli utenti con un piano dati limitato potrebbero non trarre grandi vantaggi da una VPN per quanto riguarda la velocità, per il resto dell’utenza, l’utilizzo di una VPN può aiutare ad aggirare questa reale e ingiusta limitazione chiamata Throttling.

Hai riscontrato il throttling su connessioni AT&T? Hai trovato un modo per aggirarlo? Hai provato ad utilizzare una VPN? Scrivi le tue risposte a queste domande nei commenti e raccontaci qualsiasi altra esperienza che hai avuto con AT&T U-Verse, VPN o limitazioni di interent in generale.

 

Ecco come ottenere una VPN Gratis per 30 giorni

Se hai bisogno di una VPN per un breve periodo, per un viaggio ad esempio, puoi ottenere la nostra VPN top di gamma senza alcun costo. ExpressVPN include nell` offerta una garanzia di rimborso di 30 giorni. Dovrai inizialmente pagare l`abbonamento, certo, ma l iscrizione non solo ti garantirà accesso completo a l`intero servizio, ma nei primi 30 giorni puoi richiedere un rimborso completo. La politica di cancellazione senza fastidiose domande è all altezza del loro nome.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.