1. Home
  2. IT
We are reader supported and may earn a commission when you buy through links on our site. Learn more

Blocchi dei siti Web dell’UE e loro significato

Due anni fa l’UE ha introdotto silenziosamente un nuovo atto legislativo che ha avuto un impatto notevole sul modo in cui i siti Web vengono bloccati all’interno degli Stati membri dell’UE. In teoria, questa legislazione è finalizzata alla protezione dei consumatori e impedisce ai clienti di essere truffati o di acquistare inavvertitamente prodotti difettosi, il che sembra una bella cosa. In pratica, tuttavia, la legislazione consente agli organismi di protezione dei consumatori di imporre blocchi su qualsiasi sito Web che desiderano senza un ordine di un tribunale o un’autorizzazione giudiziaria. L’infrastruttura di blocco del sito web creata da questo piccolo atto legislativo è motivo di agitazione per tutti coloro che in Europa sono preoccupati per la privacy e la libertà di Internet.

Nell’articolo di oggi spiegheremo tutto sui blocchi di siti Web dell’UE e sul loro significato, quindi mostreremo come aggirare questi e altri blocchi di siti Web in modo da poter utilizzare Internet liberamente, come ci piace fare.

Cosa sono i blocchi dei siti Web dell’UE?

Nel novembre 2017, il Parlamento europeo ha approvato un nuovo regolamento con il titolo Cooperazione per la tutela dei consumatori. Lo scopo di questo regolamento era di dare potere alle autorità di protezione dei consumatori dei singoli paesi per bloccare l’accesso ai siti Web che violano il diritto del consumatore dell’UE. Quindi, questo riguarda aziende che vendono prodotti difettosi o pericolosi, società che vendono prodotti falsi o contraffatti o siti truffa e che prendono soldi dalle persone senza inviare loro un prodotto. Tutto ciò è del tutto ragionevole ed è certamente positivo che i consumatori siano protetti dall’acquisto involontario di prodotti falsi o pericolosi.

Tuttavia, vi sono preoccupazioni riguardo all’attuazione del regolamento . Ora, un’autorità di protezione dei consumatori può costringere gli ISP nel suo paese a bloccare l’accesso a qualsiasi sito Web, immediatamente e senza alcun tipo di controllo giudiziario. Una soluzione standard a un problema di protezione dei consumatori sarebbe quella di forzare un sito Web a rimuovere i contenuti che violano le leggi, non a bloccare l’accesso a un intero sito Web. C’è minore preoccupazione riguardo al fatto che un organismo del genere possa abusare dei suoi poteri – dopo tutto, sembra abbastanza improbabile che un organismo di protezione dei consumatori attui il blocco di siti Web di partiti politici, per esempio – ma il timore è che tali infrastrutture possano essere utilizzate in modo improprio da altri rami del governo.

Se questo sembra solo paranoia, considera che i siti Web relativi all’indipendenza della Catalunya sono stati bloccati di recente durante i disordini nella regione e che la ragione per cui si è riusciti a bloccare i siti così rapidamente è che le infrastrutture di blocco dei siti Web erano già state predisposte per la protezione contro la violazione del copyright. Ciò dimostra come un sistema di blocco dei siti Web istituito per uno scopo, ad esempio la protezione dei consumatori, possa essere rapidamente adattato per essere utilizzato per reprimere la libertà di parola e prevenire le critiche alle politiche dei governi. L’eurodeputata Julia Reda del Partito Pirata si è pronunciata contro il regolamento sulla protezione dei consumatori, affermando che ha dato alle autorità di protezione dei consumatori il diritto di “ordinare a terzi non specificati di bloccare l’accesso ai siti Web senza richiedere l’autorizzazione giudiziaria” e sollevando preoccupazioni in merito al potenziale abuso dell’infrastruttura di blocco dei siti Web.

Come funzionano i blocchi?

In che modo i siti Web vengono effettivamente bloccati, da un’autorità di protezione dei consumatori o da qualche altra agenzia governativa? La prima cosa da sapere è che i governi in Europa in realtà non bloccano i siti Web stessi. Al contrario, inviano notifiche a tutti gli ISP che operano all’interno dei loro confini e informano gli ISP che devono impedire ai propri clienti di accedere ai siti bloccati. Sia che i siti vengano bloccati per violazione del copyright, protezione dei consumatori, censura o idee anti-governative, l’ISP è semplicemente obbligato a impedire l’accesso a qualsiasi URL che il governo indica. Di solito, il blocco di un sito Web dovrebbe essere approvato da un tribunale in cui si dimostri che il sito è pericoloso o illegale – ma ai sensi delle nuove normative sulla protezione dei consumatori, non è richiesto alcun ordine del tribunale per bloccare un sito.

Quando un ISP riceve una notifica dal governo in merito a un blocco che deve applicare, imposta un filtro per il traffico dei propri clienti in modo che chiunque digiti l’URL di un sito bloccato venga reindirizzato a un avviso che informa che il sito è stato bloccato . Ciò rende impossibile agli utenti l’accesso al sito Web in questione. E poiché il governo invia avvisi di blocco a tutti gli ISP contemporaneamente, gli utenti non saranno in grado di accedere al sito Web bloccato da alcuna connessione ad internet nel paese.

Gli utenti potrebbero comunque voler accedere a siti bloccati. Se ti chiedi perché un utente dovrebbe voler accedere a un sito bloccato per un motivo legittimo, dai un’occhiata a un elenco di siti Web erroneamente bloccati nel Regno Unito per esempio. Alcuni dei siti Web bloccati accidentalmente nel Regno Unito negli ultimi dieci anni includono Wikipedia, WordPress, Imgur e Wayback Machine, tutti siti molto popolari con contenuti bloccati per errore. Gli utenti desiderano l’accesso libero a Internet e non subire gli effetti di blocchi maldestri di siti Web senza un’autorizzazione giudiziaria.

Come aggirare questi blocchi?

Il modo migliore per aggirare questi blocchi sui siti Web è utilizzare una VPN. Una VPN funziona installando sul tuo dispositivo un software che crittografa tutti i dati che invii su Internet. Questi dati crittografati vengono passati a un server gestito dalla tua azienda VPN e su questo server i tuoi dati vengono decifrati e inviati alla destinazione originale. A causa della crittografia, i tuoi dati non possono essere hackerati o osservati. E poiché i tuoi dati vengono inviati da un server situato in un luogo diverso dalla tua posizione effettiva, puoi utilizzare questo processo per aggirare i blocchi di siti Web dell’UE.

Supponiamo, ad esempio, che l’UE decida di bloccare un sito come WordPress, intenzionalmente o erroneamente. Se vivi nel Regno Unito e sei andato a visitare l’URL bloccato, noterai che il dominio è stato bloccato. Puoi quindi accendere il tuo software VPN e collegarti a un server da qualche parte al di fuori dell’UE – diciamo in Canada, dove la libertà di Internet è piuttosto buona. Quindi, quando provi ad accedere a WordPress, la tua connessione viene instradata tramite il Canada, dove il sito non è bloccato. Ciò significa che è possibile visualizzare il sito e utilizzarlo normalmente, anche se è bloccato nell’UE.

Questo trucco funziona ottimamente per accedere a tutti i tipi di contenuti bloccati nella tua nazione, dalla censura del governo o i contenuti geo-bloccati come quelli della BBC o di Sky Go , e persino per aggirare il blocco delle reti VPN.

Le nostre VPN consigliate

Se stai cercando una VPN che ti permetta di aggirare i blocchi di siti Web come quelli imposti nell’UE e che ti consenta di navigare in Internet liberamente, allora abbiamo qui dei consigli sulle VPN che puoi provare:

1. ExpressVPN

ExpressVPN - Editors choice

ExpressVPN è una delle VPN più popolari tra gli utenti di Internet più accaniti grazie alla sua imbattibile combinazione di velocità, sicurezza e flessibilità. Le connessioni sono velocissime, quindi non devi aspettare il caricamento delle pagine. La sicurezza è di prim’ordine, con l’uso della crittografia a 256 bit per mantenere i tuoi dati al sicuro e una politica di zero-registrazione del traffico per preservare la tua privacy.

Il servizio ExpressVPN ti offre l’accesso a un numero enorme di server: oltre 1000 server in 90 paesi diversi, inclusi quelli in Nord America, Europa, Medio Oriente, Asia e altri. Ciò significa che avrai molte opzioni in termini di server a cui connetterti per aggirare i blocchi di siti Web dell’UE e qualsiasi altra limitazione geografica che potresti incontrare durante la tua navigazione. Il software può essere installato su una vasta gamma di piattaforme, tra cui Windows, Mac OS, Linux, iOS, Android e altro, o puoi utilizzare le semplici estensioni del browser disponibili per Mozilla Firefox, Google Chrome e Apple Safari, così puoi gestire la tua VPN direttamente dal tuo browser.

2. IPVanish

ipvanish

IPVanish è una VPN preferita dagli utenti che desiderano la massima velocità di connessione possibile per maggiore facilità d’uso e download velocissimi. La straordinaria velocità delle connessioni è completata da un’eccellente sicurezza, la crittografia a 256 bit essenziale, e una politica di non registrazione del traffico. Troverai anche alcune funzionalità di sicurezza extra nel software, come un kill switch che puoi usare per interrompere la connessione quando la VPN è inattiva, per impedirti di inviare accidentalmente dati su una connessione non protetta, il cambio periodico dell’indirizzo IP per una maggiore privacy e la protezione dalle perdite DNS per la massima sicurezza.

La rete di server copre oltre 1000 sedi in oltre 60 paesi, e include molti server in Europa, Asia, Nord America e oltre, in modo da poter trovare facilmente un server che consenta di bypassare i blocchi geografici. Il software può essere installato su piattaforme che eseguono sistemi operativi tra cui Windows, Mac OS, Linux e Android.

OFFERTA ESCLUSIVA: ricevi il 60% di sconto sul prezzo di un piano annuale con IPVanish, soli $ 4,87 al mese! Coperto da una garanzia di rimborso di 7 giorni.

3. NordVPN

nordvpn

NordVPN è la VPN da scegliere se desideri una sicurezza davvero eccezionale. Oltre alle solite funzionalità di sicurezza della crittografia a 256 bit e una politica di non registrazione del traffico, NordVPN offre una funzionalità unica chiamata doppia crittografia. Ciò significa che prima che i tuoi dati lascino il tuo dispositivo, vengono crittografati una volta e inviati a un primo server. Su questo primo server, i dati vengono quindi nuovamente crittografati, prima di essere inviati a un secondo server. Sul secondo server, i dati vengono decodificati e inviati alla destinazione originale. Questi due livelli di crittografia determinano una sicurezza estremamente elevata in quanto rendono praticamente impossibile decifrare la crittografia, anche con gli strumenti più recenti.

Le connessioni su NordVPN non sono così veloci come con altre VPN, ma questo compromesso vale la pena se stai cercando una VPN per soddisfare le tue esigenze specifiche. NordVPN ha una gamma di server specializzati che è possibile utilizzare per funzionalità come anti DDoS, IP dedicato, doppia VPN, Onion su VPN e P2P. Questi server fanno parte di una rete assolutamente enorme di oltre 3300 server in 59 paesi, che include molti server sia all’interno che all’esterno dell’Europa. In particolare, NordVPN è una delle relativamente poche VPN che funziona in Cina, grazie ai suoi server offuscati che mascherano il fatto che sono in realtà server VPN, in modo da poter utilizzare il servizio anche su reti con blocco VPN. Il software può essere installato su dispositivi Windows, Mac OS, Android e iOS oppure è possibile utilizzare le estensioni per i browser Chrome e Firefox.

4. PureVPN

purevpn

PureVPN è la scelta ideale per gli utenti che cercano un pacchetto di sicurezza semplice e facile da usare. Un abbonamento a PureVPN include l’accesso ad una VPN con un’eccellente sicurezza, con l’uso della crittografia a 256 bit e policy di zero-logging. Ci sono inoltre funzionalità utilissime come la protezione DDoS, un kill switch, l’opzione per un IP dedicato e un firewall NAT. Questa VPN può essere utilizzata per aggirare i blocchi dell’UE o altre restrizioni in quanto ha più di 750 server in 140 paesi, dei quali molti sia all’interno che all’esterno dell’Europa Unita.

PureVPN offre molto più di una semplice VPN. Avrai accesso anche ad un pacchetto completo di software di sicurezza come anti-malware e anti-virus per proteggere il tuo dispositivo da software dannoso e un filtro anti-spam per tenere la posta indesiderata fuori dalla tua posta in entrata. Se stai cercando una soluzione di sicurezza semplice e completa, PureVPN è l’ideale. È possibile installare il software PureVPN su piattaforme che eseguono Windows, Mac OS, Android o iOS o utilizzare le estensioni del browser disponibili per Chrome e Firefox.

OFFERTA PER IL LETTORE:Ricevi uno sconto del 73% sul piano biennale di PureVPN, a soli $ 2,95 al mese. Viene offerto con una garanzia di rimborso di sette giorni.

Conclusione

Sebbene la protezione dei consumatori sia ovviamente importante, i regolamenti dell’UE che consentono alle autorità di protezione dei consumatori di ordinare il blocco dei siti Web senza l’approvazione di una corte sono a dir poco preoccupanti. Infrastrutture di blocco dei siti Web come quella istituita per proteggere i consumatori o per prevenire la violazione del copyright sono già state utilizzate per bloccare i siti Web scomodi ai governi dell’UE e per soffocare il libero dibattito politico della popolazione civile.

Per aggirare i blocchi dei siti Web e utilizzare liberamente Internet, la cosa migliore da fare è utilizzare una VPN. Una di esse ti consentirà di collegarti a Internet tramite un server collocato in un altro paese, il che significa che puoi aggirare le restrizioni geografiche e navigare come se fossi localizzato in altre parti del mondo. Ti abbiamo consigliato una piccola serie delle nostre VPN preferite che puoi utilizzare per accedere a un web più libero e aperto.

Hai fatto esperienza di siti Web bloccati nel tuo paese, nell’UE o in altre parti del mondo? Quali metodi usi per accedere ai siti Web bloccati? Faccelo sapere nei commenti qui sotto.

 

Ecco come ottenere una VPN Gratis per 30 giorni

Se hai bisogno di una VPN per un breve periodo, per un viaggio ad esempio, puoi ottenere la nostra VPN top di gamma senza alcun costo. ExpressVPN include nell` offerta una garanzia di rimborso di 30 giorni. Dovrai inizialmente pagare l`abbonamento, certo, ma l iscrizione non solo ti garantirà accesso completo a l`intero servizio, ma nei primi 30 giorni puoi richiedere un rimborso completo. La politica di cancellazione senza fastidiose domande è all altezza del loro nome.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.