1. Home
  2. IT

Come accedere al Deep Web in modo sicuro e anonimo

Internet che conosciamo è solo una piccola parte di ciò che c’è veramente là fuori. Appena “sotto la superficie” infatti si trova la rete deep e la rete dark (il deep e il dark web), aree che contengono innumerevoli siti Web difficili da trovare, mercati, blog, siti social e tanto altro ancora. L’enorme quantità di contenuti però non viene notata dalla maggior parte delle persone, ma con un piccolo sforzo e molta consapevolezza è facile aprire il dark web per vedere quali meraviglie nascoste ci sono.

Cosa sono il Deep Web e il Dark Web?

Pensa a Internet come a un oceano. La maggior parte delle persone si accontenta di navigare lungo la superficie e cavalcare le grandi onde che incontrano sul loro cammino (da qui “surfare”). Streaming video, controllo della posta elettronica, shopping, navigazione su Facebook e fare tante altre attività online. Tutto ciò che trovi attraverso un motore di ricerca come Google o Bing, fa parte del web di superficie.

Esplora il “dark” ed il “deep”

Immergiti sotto le onde e raggiungi le acque torbide del deep. I contenuti nel deep web non sono indicizzati dai motori di ricerca, il che rende più difficile o addirittura impossibile trovare qualcosa. La maggior parte di questi contenuti non è malevole o illegale. Cose come pagine protette da schermate di accesso, server privati o siti Web aziendali (però di uso interno) fanno parte del deep web. Esistono online, ma i motori di ricerca non riescono a trovarli, portandoli un gradino sotto la superficie del deep web.

La rete dark è dove però puoi trovare qualcosa di sicuramente più interessante . Simile al deep web, il contenuto del dark web è invisibile ai motori di ricerca e non può essere trovato attraverso i mezzi tradizionali. La differenza principale è che i siti sul Web “oscuro” sono volutamente difficili da trovare, consentendo loro di nascondere informazioni o di agire come centri di attività illegali. Mercati neri, merci contraffatte, trafficanti di armi e droga e una miriade di altre cose si possono trovare nel web oscuro, ma solo se sai esattamente dove cercarle. La rete dark è solitamente ciò a cui pensa la gente quando parla di attività di internet underground. In realtà è solo una parte del deep web, ma suscita molte polemiche.

La sicurezza sul dark web

Il dark ha un numero di usi pratici, non solo illegali. Le persone che vivono sotto governi che li monitorano pesantemente o censurano il traffico Internet traggono vantaggi usando il dark Web, in quanto consente loro di visualizzare notizie del resto del mondo o persino di ordinare forniture che non possono ottenere nel loro paese. Anche gli informatori e i giornalisti utilizzano la rete dark per comunicare senza rinunciare alla loro privacy e senza essere scoperti.

Non importa il tuo scopo quindi, la rete dark non è proprio un posto sicuro. L’anonimato ha i suoi svantaggi e, unito alla natura non controllata della rete dark, è un paradiso per gli hacker che cercano di rubare informazioni e approfittare di ignari visitatori. L’accesso al dark web inoltre può essere un atto sospetto già di suo, per non parlare del download o della visualizzazione di contenuti illegali. Se hai intenzione di utilizzare la dark web, devi prendere ogni precauzione per proteggere la tua identità. Non esiste nulla di troppo sicuro in questo mondo, e la prudenza non è mai troppa.

Usare il dark web non è semplice come aprire un browser e digitare un indirizzo, Prima di immergerti in questo mondo devi scaricare e configurare diversi software che aiutano a crittografare e rendere anonimi i tuoi dati.

Usa una VPN per l’anonimato

Usa sempre una VPN quando accedi al dark web, niente scuse. Le VPN crittografano tutto il traffico Internet che lascia il computer, rimescolano i dati in modo che non possano essere rilevati dettagli identificativi. Le VPN indirizzano il traffico anche attraverso server non locali per fornire un ulteriore livello di anonimato. Se non usi una VPN sul dark, stai trasmettendo il tuo nome e la tua posizione al mondo. È un rischio che non dovresti mai prendere.

Tuttavia, non tutti i servizi VPN forniscono lo stesso livello di sicurezza. Abbiamo utilizzato i seguenti criteri chiave per trovare le VPN che offrono un livello di privacy più elevato agli utenti incuriositi dal dark web.

  1. Funzione Kill Switch – Avere un kill switch automatico permette di proteggere la tua identità e non divulgare le tue informazioni. Con un kill switch in funzione, il software del provider spegne automaticamente tutto il traffico Internet se si perde la connessione alla VPN. Anche un intervallo di tempo breve può dare molte informazioni agli hacker, quindi avere un kill switch è una necessità nel dark web.
  2. Politica di registrazione : i buoni provider VPN hanno una politica di zero-logging,  per garantire che i dati non vengano mai memorizzati sui loro server. Se i dati vengono conservati per un certo periodo di tempo infatti, anche se crittografati, c’è il rischio che vengano rubati o consegnati a terzi. Nessun registro significa che non ci sono dati, semplice.
  3. Velocità: le VPN possono rallentare la connessione a Internet fino al 10-25% a causa del sovraccarico della crittografia e del reindirizzamento del traffico. È un inconveniente inevitabile, ma alcuni provider fanno di tutto per ridurlo al minimo. I seguenti servizi VPN hanno mostrato le velocità di connessione più veloci sul mercato.
  4. Limitazioni della larghezza di banda – Una pratica comune per le VPN è limitare la velocità o la quantità di dati che gli utenti possono consumare all’interno di ciascun periodo di fatturazione. Una volta che viene esaurito, non c’è più accesso sicuro alla rete dark. Tutti i provider di seguito offrono piani illimitati senza limiti o restrizioni particolari.

1. IPVanish

IPVanish offre un forte anonimato utilizzando oltre 40.000 IP condivisi e distribuiti su 750 server in 60 paesi diversi. Questa rete di grandi dimensioni semplifica il passaggio delle posizioni virtuali e l’offuscamento dell’identità, entrambe le funzionalità sono utili per proteggerti dal dark web. IPVanish ha anche una rigida politica di zero-logging, utilizza la crittografia AES a 256 bit per tutto il suo traffico e dispone di un kill switch per i client Windows e Mac.

Oltre alle sue potenti funzioni di sicurezza, IPVanish offre larghezza di banda illimitata, torrent anonimo, traffico P2P illimitato e alcuni dei server più veloci sul mercato VPN .

OFFERTA:lettori di AddictiveTips ottengono uno sconto esclusivo per risparmiare il 60% qui sul piano annuale di IPVanish.

2. NordVPN

NordVPN vanta una delle funzioni di sicurezza migliori di qualsiasi provider VPN. Invece che una semplice crittografia singola, tutti i dati che passano attraverso la rete di NordVPN vengono codificati due volte, creando una crittografia SSL a 2048 bit, che nemmeno un super computer può rompere. Una fantastica politica di zero-logging, pagamenti bitcoin e un kill switch automatico per le versioni Windows, Mac, iOS e Android del software rendono NordVPN una scelta eccellente, oltre che un compagno sicuro per attraversare il dark web. NordVPN ha una rete in costante crescita di 839 server in 57 paesi diversi.

AVVISO PER IL LETTORE: Siamo appena stati informati che NordVPN sta estendendo il suo piano VPN di 2 anni molto popolare  che sconta del 66% il prezzo mensile. Non è facile trovarlo sul sito e non siamo sicuri di quanto durerà, ma nel frattempo puoi trovarlo qui .

3. VyprVPN

VyprVPN ha il vantaggio di esser l’unico (rispetto ad altri provider VPN) di possedere e gestire la sua intera rete di 200.000 indirizzi IP distribuiti su 700 server in 70 località diverse, il che significa che nessun soggetto terzo ha accesso ai suoi computer. Questa privacy extra è supportata da una politica zero-logging e da un kill switch configurabile per le versioni Windows e Mac.

VyprVPN offre una prova gratuita di tre giorni per chiunque sia interessato a provarlo senza impegno e per un intero mese. Vai sul sito Web VyprVPN per saperne di più.

PROVA SENZA RISCHI.  VyprVPN sta permettendo una prova gratuita di 3 giorni, seguita da uno sconto del 50% che verrà applicato alla fattura del primo mese, nel caso in cui decidessi di rimanere.

Usa Tor Browser

Dopo una VPN, per accedere al dark web hai bisogno anche del browser Tor . Tor utilizza la propria rete per proteggere le informazioni degli utenti trasmettendole in più luoghi e proteggendole con la crittografia AES a 128 bit. In altre parole, Tor prende l’indirizzo IP che ti è stato assegnato da un fornitore di servizi locale e lo scambia con uno casuale e anonimo dalla sua rete. Tor è anche l’unico modo per accedere ai link .onion , che è dove quasi tutti i contenuti web sono nascosti.

Tor Browser: accedi a .onion link con esso

L’utilizzo di Tor con una VPN presenta numerosi vantaggi, ma impostare le cose nel modo giusto richiede un po’ di lavoro. Il metodo più semplice è quello di connettersi alla tua VPN, aprire il browser Tor e utilizzare Internet come di consueto. IL metodo è semplice: invia prima il traffico attraverso i server Tor, quindi tramite la VPN per la crittografia. Il vantaggio qui è che puoi mascherare l’utilizzo di Tor al tuo ISP, impedendogli di rintracciare l’attività anche se la VPN è attiva. Lo svantaggio è che non stai sfruttando il “potere dell’anonimato” della rete Tor, rendendo questa soluzione un po’ meno desiderabile di quella qui sotto.

Per ottenere il massimo da Tor e dalla tua VPN, dovrai prima crittografare una VPN, inviare i dati tramite Tor e quindi decifrare con la stessa VPN. Questa soluzione offre un livello ancora maggiore di anonimato e sicurezza, ma richiede tempi di installazione aggiuntivi. L’installazione del firmware del router PORTAL è il modo più semplice per farlo. PORTAL (che sta per “Personal Onion Router To Assure Liberty”) forza automaticamente il tuo traffico Internet attraverso la rete Tor, tutto ciò che devi fare è flashare il tuo router e PORTAL farà tutto il resto. Un’alternativa è il sistema operativo Whonix che è possibile eseguire dall’interno del sistema operativo attuale e che svolge un ruolo simile a PORTAL.

Poiché stai utilizzando due reti separate per crittografare e rendere anonimo il tuo traffico, l’uso di Tor con una VPN può creare un rallentamento notevole delle velocità di connessione. Inoltre, non sarà possibile accedere ai siti che utilizzano Flash o Quicktime tramite Tor, poiché tali tecnologie non sono sicure e sono bloccate per impostazione predefinita. Inoltre, alcune VPN non consentono il traffico Tor, sebbene i suggerimenti sopra riportati siano eccezioni notevoli. Navigare nel dark web può essere “figo”, ma se hai intenzione di navigarci, devi farlo in sicurezza.

Esegui Tails OS

L’uso di Tor con una VPN è utile ma non perfetto. Per migliorare ulteriormente la tua privacy, scarica e utilizza il sistema operativo Tails. Questo sistema operativo leggero è stato progettato per mantenere privati ​​i dati degli utenti ​​e non lasciare informazioni sul web. Impiega persino strumenti crittografici per crittografare le tue e-mail e i messaggi istantanei.

Per installare Tails OS avrai bisogno di due chiavette USB ed un secondo dispositivo collegato ad internet per leggere le istruzioni del processo.

  1. Utilizza il browser Web per scaricare Tails OS sul proprio sistema operativo.
  2. Esegui il programma di installazione di Tails e segui le istruzioni.
  3. Riavvia il tuo computer e avvia direttamente il sistema operativo Tails.
  4. Inserisci i dettagli della tua Wi-Fi o connessione per accedere a Internet.
  5. Apri Tor (incluso il download del sistema operativo Tails) e naviga nel dark web.

Cosa c’è nel Dark web?

Nel dark web c’è di tutto. E si può fare di tutto. Dal comunicare in segreto per aggirare le leggi sulla censura, all’ottenere beni altrimenti introvabili, o condurre vendite e scambi illeciti. Si trova qualsiasi cosa appartiene al mondo digitale in cui nulla è regolato o monitorato, nemmeno sciocco o banale.

Markets Darknet – L’Amazon del dark web do si vende di tutto, dai prodotti contraffatti ai farmaci, armi, software, numeri di carte di credito rubati e altri servizi illegali. Alcuni sono peer to peer e funzionano completamente “sull’onestà dei contraenti”, mentre altri hanno un’infrastruttura di base per garantire il pagamento e che le merci vengono scambiate in modo uniforme. Ovviamente vi è un maggiore rischio per la sicurezza che effettuare un ordine su Amazon.

Banche cripto valuta – Le valute digitali sono preferite sul dark web come mezzo per trasferire in modo anonimo denaro per effettuare una varietà di transazioni. In una versione online del riciclaggio di denaro e dei conti bancari off-shore, gli utenti di cripto valute combinano transazioni di monete digitali macchiate o tracciabili con quelle anonime, aggiungendo un ulteriore livello di privacy alle transazioni finanziarie.

Gruppi di hacker – Gli hacker utilizzano spesso la rete dark per comunicare e acquistare o vendere i loro servizi.

Scam – I siti web clonati e i falsi mercati darknet sono comuni nel deep web. Anche con VPN e Tor attivi, è ancora possibile sfruttarli.

Beni inutili e “normali” – vuoi comprare carote da uno sconosciuto anonimo? Che ne dici di salatini appena sfornati? Tutti i tipi di venditori hanno aperto negozi sul dark web.

Puzzle e ARG – sul deep web ci sono molti giochi, soprattutto puzzle. Sono degli indovinelli da risolvere che servono come passatempo per chi frequenta questo mondo.

Comunità sociali – Le persone si riuniscono solo per parlare anche sul dark web. Il netto vantaggio qui è bypassare la privacy e i problemi di raccolta dati da reti come Facebook e Twitter.

Come trovare i contenuti web oscuri

I siti sul dark web sono stati progettati per rimanere fuori dagli occhi del pubblico. Invece di utilizzare titoli di URL identificabili, la maggior parte dei siti utilizza una stringa di caratteri casuali in un dominio .onion, rendendo quasi impossibile indovinare la posizione di un sito web. Però, come trovi qualcosa che non vuole essere trovato? Attingendo alle comunità di utenti del deep web.

Il modo migliore per accedere ai contenuti web “oscuri” è cercare siti aggregati. Questi spesso compaiono sotto forma di Wiki o semplici elenchi HTML disponibili sul web di superficie. Inizia con un motore di ricerca che non tiene traccia delle tue domande o dei dettagli dell’account, come DuckDuckGo . The Hidden Wiki è una buona fonte per ottenere un gran numero di collegamenti al dark web, anche se il suo URL è noto per cambiare e il sito non è sempre disponibile.

Come accedere a siti ufficiali

Se hai ricercato contenuti web “oscuri” nell’ultimo decennio, hai sicuramente notato che il dominio .onion indica siti anonimi e nascosti a cui è possibile accedere solo attraverso la rete Tor. Se digiti un indirizzo che utilizza .onion nel tuo browser infatti non otterrai alcun risultato. Tuttavia, se lo inserisci nella barra degli indirizzi del browser Tor, vedrai ciò che il sito ha da offrire.

Però esistono estensioni gratuite sia per Firefox che per Chrome che sfruttano la rete Tor senza richiedere il browser Tor completo. Ovviamente non avrai i benefici dell’anonimato di Tor durante l’utilizzo di queste estensioni.

Cos’è Silk Road?

Nel 2011 un sito chiamato Silk Road è stato aperto sulla rete dark. Questo mercato anonimo era largamente utilizzato per comprare e vendere droghe illegali senza il rischio di fornire la propria identità o le proprie credenziali. I conti potevano essere aperti con una piccola commissione e le transazioni sono state condotte in bitcoin, utilizzando un conto di deposito automatico per la verifica.

Una quantità significativa di arresti ci soso stati nel 2013 quando l’FBI ha chiuso Silk Road e sequestrato quasi 30 milioni di dollari di bitcoin. Il fondatore del sito è stato anche identificato e denunciato. Qualche mese più tardi una nuova versione di Silk Road apparve sul dark web, questa gestita da una nuova serie di amministratori. Nel 2014 anche Silk Road 2.0 è stata sequestrata e chiusa. Esiste oggi una terza versione di Silk Road, e gli utenti del Web concordano che se verrà chiusa, una quarta versione potrebbe apparire al suo posto.

 

Leave a comment