1. Home
  2. IT

Cosa è un firewall NAT? Come funziona? Ne hai davvero bisogno?

Forse non lo sai ma quando usi internet vengono attivati numerosi protocolli. Alcuni sono progettati per trasportare dati, mentre altri sono stati progettati solo per accelerare il processo di elaborazione dei dati. Altri invece riassemblano i pacchetti di dati in modo che vengano visualizzati come un file unico. Altri protocolli invece sono progettati per tenerci al sicuro, ed i firewall NAT rientrano proprio in questa categoria, in quanto sono una delle “prime linee di difesa” contro gli attacchi che i nostri dispositivi ricevono ogni giorno, e fanno il loro lavoro senza che nemmeno ce ne accorgiamo.

Le basi di un firewall NAT

Internet è basato sull’uso dei pacchetti di dati. Ogni volta che noi ci colleghiamo alla rete, con lo scopo di svolgere qualsivoglia attività, innumerevoli quantità di dati vengono inviate ai nostri dispositivi. Questi pacchetti devono essere inviati in “luoghi precisi”, e per fare ciò, ognuno segue un preciso indirizzo IP. Ad ogni dispositivo che si connette a Internet viene assegnato un IP univoco, che funziona come un indirizzo postale. Ciò consente agli ISP di sapere chi ha richiesto quelle informazioni, in modo tale da poterle recapitare come si deve.

Per gestire al meglio i dispositivi che si connettono ad internet in una casa, i router mettono ordine tra i pacchetti di dati generati e ricevuti da ogni dispositivo. Inoltre il tuo provider di servizi Internet ti assegna un unico indirizzo IP quando ti connetti alla rete. Il router quindi crea IP “interni” per ogni singolo dispositivo quando ti connetti al Wi-Fi (siano essi e-reader, console di gioco, tablet, ecc…). Così, in breve, quando i pacchetti di dati arrivano al router, quest’ultimo li ordina ai dispositivi che richiedono le informazioni.

È qui che entrano in gioco i firewall. Quasi tutti quelli che usano un computer sanno che i firewall sono strumenti che bloccano i dati indesiderati. Ciò impedisce a bot e hacker dannosi di introdursi nel tuo computer attraverso connessioni non autorizzate. Solo il traffico che hai richiesto espressamente è autorizzato, tutto il resto viene semplicemente scartato o ignorato.

NAT è l’acronimo di Network Address Translation, che è un modo elegante per dire “ordinare”. I router usano il NAT per prendere i pacchetti di dati “maligni” e scartarli, modificando semplicemente l’indirizzo del dispositivo a cui sono inviati. In sintesi, anziché dire che devono andare in un dato posto, cambiano l’IP inviandoli ad un dispositivo fittizio. In questo modo, tali pacchetti vengono filtrati o semplicemente scartati. Ecco come il NAT funge da firewall, garantendo che tutto arrivi dove deve andare e nessun file extra venga inviato al dispositivo dell’utente.

Perché le VPN pubblicizzano le caratteristiche del Firewall NAT?

Ma se il tuo router ha un firewall NAT, allora per quale motivo dovremmo attivare un servizio VPN? La risposta è semplice, mentre il firewall protegge il pc e l’utente che lo utilizza, la VPN crittografa ogni pacchetto di dati che lascia il dispositivo. I dati crittografati, in questo modo, sono illeggibili per qualsiasi persona e qualsiasi PC che non ha la chiave di crittografia corretta, addirittura tali file saranno illeggibili anche agli altri dispositivi di chi li ha inviati, a meno che non vengano inserite le credenziali corrette dell’account.

Una VPN consente di leggere il contenuto di tali dati solo a due parti: il mittente ed il ricevente dei pacchetti (oltre ai server VPN). Addirittura il firewall NAT del router non può leggere neanche l’indirizzo IP presente sui pacchetti crittografati, quindi lascia passare semplicemente i dati senza conoscere l’indirizzo IP ad essi collegato. Ciò significa che anche i dati dannosi scorreranno attraverso i firewall NAT, poiché il router è “cieco” davanti a questi file.

Dato che però molte persone sfruttano questa “cecità” dei router inviando anche materiale dannoso crittografato con una VPN, ecco dove nasce la necessità di creare una VPN che distribuisce anche un firewall NAT. Ad esempio, se si inviano dati crittografati tramite il router e alla rete VPN, la VPN decrittografa i dati e poi successivamente il firewall NAT della VPN filtra qualsiasi attività “insolita” proveniente da Internet, inviando solo le informazioni “corrette” al computer dell’utente. Di fatto il NAT della VPN svolge la medesima funzione del tuo firewall, ma ovviamente riuscendo a leggere anche i file nascosti dai metadati e dalla crittografia, dandoti un ulteriore livello di sicurezza.

Devi usare per forza un firewall NAT?

Non nascondiamoci dietro un dito, internet funziona anche senza l’uso di VPN, a maggior ragione una VPN con NAT Firewall integrato. Non è una buona idea però abusare della rete senza usare uno “scudo” come questo. I firewall NAT sono una “prima linea di difesa” contro gli attacchi dannosi; fermano gli hacker prima ancora che raggiungano il tuo dispositivo garantendoti che nessuno dei tuoi dati venga preso.

I firewall NAT sono ancora più utili quando sono coinvolti dispositivi mobili e altri componenti hardware e non solo i PC. Infatti nessuno esegue un firewall sul proprio smartphone o console di gioco, quindi cosa potrebbe impedire a un hacker di entrare nel tuo smartphone? Eppure i firewall NAT proteggono questi dispositivi senza dover installare nessun software aggiuntivo.

Non fare mai l’errore di pensare “Non sono mai stato attaccato prima, cosa me ne faccio di un firewall NAT”, perché l’unica ragione per cui non sei stato mai attaccato è perché il firewall NAT ha fermato l’hacker prima che te ne accorgessi.

Usa altri software oltre i firewall NAT

I firewall NAT però non sono perfetti e (curiosamente) non è possibile installarlo o modificarlo, in quanto è di default all’interno del router e del pc. Tuttavia, l’utilizzo dell’antivirus assieme al firewall NT è un metodo eccellente per filtrare il maggior numero possibile di dati indesiderati. Gli hacker infatti sono costantemente alla ricerca di nuovi modi per sfruttare i bug all’interno del processo HTTP o nei sistemi operativi. È sempre meglio avere più forme di protezione sovrapposte per garantire la tua sicurezza.

Le migliori VPN che usano firewall NAT

Ora che sai quanto possono essere utili i firewall NAT, ti consigliamo di cercare le migliori VPN che offrono un’elevata sicurezza, proprio insieme ai servizi NAT. Può essere difficile scegliere una VPN, condensando tutte le opzioni e le caratteristiche tipiche di ogni provider. Tale scelta inoltre diventa ancor più ardua specialmente se è la prima volta che cerchi una VPN. Abbiamo usato i seguenti criteri per creare un elenco di VPN con firewall NAT che ti raccomandiamo. A nostro parere, per scegliere una VPN con firewall NAT è fondamentale:

  • Supporto al firewall NAT: La maggior parte delle VPN di alto livello offrono firewall NAT come parte integrante del loro servizio. Altri forniscono invece soluzioni alternative simili per offrire però lo stesso livello di protezione.
  • Crittografia: La sicurezza di una VPN dipende dalla sua crittografia. I migliori provider forniscono una crittografia AES a 128 o 256 bit a tutti i loro server, una crittografia ideale per le attività online. 
  • Politica di registrazione: nel momento in cui l’attivi, tutto il traffico passa attraverso i server di una VPN. Se i provider conservano registri dettagliati della cronologia di navigazione, tali dati potrebbero finire in mano ai governi o terze parti. Assicurati che la tua VPN abbia una rigida politica di zero-logging che copra tutta la rete, specialmente il traffico e le richieste DNS.
  • Software: Per utilizzare una VPN, devi essere in grado di installarla su tutti i tuoi dispositivi. Ciò significa avere un software personalizzato per smartphone, tablet, laptop e persino i Chromebook. Assicurati che esista un software compatibile con tutti i tuoi dispositivi prima di abbonarti ad un servizio.
  • Velocità: la crittografia aggiunge dati a ciascun pacchetto di informazioni, il che si traduce in una peggior velocità di download. Le buone VPN possono aggirare questa limitazione senza sacrificare la privacy ed offrendo server veloci e soluzioni software personalizzate.

1. ExpressVPN

ExpressVPN è una delle VPN più facili da usare e offre incredibili velocità agli utenti di tutto il mondo. Partendo da una vasta rete di 145 server in 94 paesi diversi, ti garantisce la possibilità di trovare una connessione veloce e senza lag. Sempre con ExpressVPN avrai anche una larghezza di banda illimitata, oltre a un accesso illimitato: alle reti e ai torrent P2P, una forte crittografia AES a 256 bit, protezione da fughe DNS ed uptime stabile.

ExpressVPN non offre la possibilità di aggiungere un firewall NAT al servizio, semplicemente perché i server di ExpressVPN dispongono di funzionalità firewall NAT integrate che eliminano i pacchetti di dati non richiesti, che di norma escludono quelli di terze parti potenzialmente dannosi.

Altre caratteristiche di ExpressVPN:

  • App VPN personalizzate per tutti i dispositivi, tra cui Windows, Mac, Linux, Android, iOS e altro ancora.
  • Politica di zero logging su traffico generato, richieste DNS e zero registri di indirizzi IP per offrire un’esperienza di privacy incredibilmente forte.
  • Accesso affidabile allo streaming Netflix, anche quando altre VPN vengono bloccate.
  • Ottimo per eludere la censura in paesi come la Cina e la Russia.

OFFERTA ESCLUSIVA per i lettori di Addictive Tips: iscriviti per un anno di servizio con ExpressVPN a soli $ 6,67 al mese e ricevi 3 mesi GRATIS! È inoltre possibile usufruire della garanzia di rimborso di 30 giorni.

OFFERTA PER IL LETTOREOttieni 3 mesi gratuiti sul piano annuale di ExpressVPN e risparmia il 49%

2. IPVanish

Se vuoi restare al sicuro quando sei online, devi essere invisibile. IPVanish offre alcune funzioni che ti aiutano a rimanere nell’anonimato anche quando navighi su Internet, facendo il tutto con server estremamente veloci e senza lag. Se quindi hai bisogno di un accesso anonimo e illimitato a torrent o reti P2P, IPVanish te li fornirà. Se devi bypassare i blocchi della censura o mantenere nascosta la tua posizione mentre viaggi, IPVanish ti offrirà anche questo. La rete di IPVanish vanta oltre 40.000 indirizzi IP distribuiti su 850 server in 60 paesi diversi, una delle più grandi distribuzioni nell’intero mercato delle VPN.

Anche IPvanish di default ha un firewall NAT per ogni suo server, per evitare che dati “maligni” possano disturbare l’utente.

IPVanish vanta, inoltre, anche le seguenti caratteristiche:

  • App leggere e facili da usare per PC, laptop, smartphone, tablet e persino Chromebook.
  • Larghezza di banda illimitata, senza limiti di velocità e nessuna restrizione sul traffico P2P o torrent.
  • Download sicuri, veloci e anonimi ideali per gli utenti di torrent e Kodi.
  • Una rigorosa politica di zero-logging su tutto il traffico generato dagli utenti.

3. VyprVPN

VyprVPN offre funzionalità di privacy uniche. Per chi non la conoscesse, VyprVPN è una società che possiede e gestisce la sua intera rete di server, oltre 700 in 70 paesi diversi. Ciò dà loro la possibilità di aggiornare e personalizzare ciascun server in base alle proprie esigenze e con le specifiche desiderate, il tutto senza coinvolgere terze parti nel processo. VyprVPN offre anche la sua esclusiva tecnologia Chameleon per aumentare l’anonimato e la sicurezza degli utenti. Chameleon è un metodo che rimescola i metadati in pacchetti crittografati per aiutare a sconfiggere la Deep Inspection usata da molti governi mondiali per bloccare il transito di determinate informazioni online. Con Chameleon è possibile accedere davvero a tutti i contenuti presenti su Internet superando la censura e senza rinunciare alla propria privacy.

VyprVPN offre un firewall NAT con tutti i suoi piani VPN. L’azienda sottolinea anche l’importanza dei firewall NAT per tutti coloro che utilizzano Internet, in particolare viaggiatori e ed utenti smartphone.

VyprVPN include anche le seguenti funzionalità:

  • Supporto per sistemi operativi desktop, smartphone e una varietà di altre piattaforme.
  • Funzionalità di privacy incredibili per il miglior accesso VPN in Cina e Medio Oriente.
  • Larghezza di banda illimitata e nessuna restrizione sul traffico P2P o download di torrent.
  • Criteri di zero-logging su traffico e richieste DNS.
Iscriviti oggi stesso a VyprVPN e risparmia usufruendo di un incredibile sconto del 50% sul tuo primo mese di servizio. Puoi anche approfittare della versione di prova gratuita di 3 giorni per testare la VPN prima di registrarti!

4. PureVPN

PureVPN è un servizio VPN veloce, intuitivo e conforme alla privacy, progettato per rendere Internet un luogo più sicuro per tutti. Alla base del servizio vi è una forte crittografia a 256-bit per tenere lontano occhi indiscreti dai tuoi dati. Il tutto è supportato da una politica di zero-logging che copre tutto il traffico generato, oltre alle funzioni di kill switch e protezione da perdite DNS. Il provider vanta una rete di oltre 750 server in 141 paesi. PureVPN possiede e gestisce direttamente la sua intera rete di server. In questo modo l’azienda evita a terze parti di svolgere i lavori di manutenzione, e riesce anche a personalizzare all’hardware in base al traffico previsto.

Unica pecca di PureVPN è che offre firewall NAT come un componente aggiuntivo a pagamento (potremmo quasi definirlo un optional). Una volta che ti sei registrato però potrai accedere alla VPN e decidere se attivare o meno il firewall NAT, pagando la tariffa dovuta.

Caratteristiche principali di PureVPN:

  • App personalizzate per tutti i sistemi operativi, smartphone, tablet, PC e altro ancora.
  • Funzionalità avanzate che includono la protezione anti-virus, il blocco degli annunci e le misure anti-phishing.
  • Una rete di server di proprietà che offrono una maggiore privacy e sicurezza online.

Unisciti a PureVPN oggi ed approfitta di uno straordinario sconto del 73% su un piano di 2 anni, solo $ 2,95 al mese! Puoi anche provarlo senza rischi grazie alla garanzia di rimborso di 7 giorni.

Leave a comment