1. Home
  2. IT

ExpressVPN funziona con American Netflix (testato, 2019)

Netflix non ha certo bisogno di presentazioni dato che tutti conoscono questo servizio di streaming estremamente popolare. Non c’è da sorprendersi visto che il servizio è disponibile in 190 paesi. Tuttavia, è il Netflix americano quello che tutti vogliono vedere. Sfortunatamente, Netflix americano consente solo connessioni dagli Stati Uniti. Le reti private virtuali sono state pubblicizzate per un po ‘come mezzo eccellente per aggirare questo tipo di restrizione geografica. Ma sembra che Netflix sia migliorato più che mai nel rilevare e bloccare le connessioni da VPN. Ad oggi, non tutte le VPN ti permetteranno di connetterti a Netflix. Se sei un utente ExpressVPN o stai pensando di iscriverti al servizio, probabilmente ti stai chiedendo: “ExpressVPN funziona con l’ American Netflix?

In questo articolo, faremo del nostro meglio per rispondere a questa domanda per così dire scottante. Inizieremo con un’introduzione generale a Netflix e ne discuteremo la storia. Parleremo anche dei Netflix Originals, programmi TV e film prodotti da Netflix. Discuteremo quindi il perché e il come dei tentativi di geo-blocco del servizio . Successivamente, ti spiegheremo in che modo le reti private virtuali possono aiutarti a superare la maggior parte delle restrizioni geografiche e perché non funzionano sempre con Netflix e in che modo Netflix riesce a bloccare le connessioni provenienti da VPN. Infine, concluderemo la nostra discussione con una breve recensione del servizio ExpressVPN , uno dei pochi che funzionano con Netflix Americano.

Netflix In breve

Netflix è stato fondato nel 1997 da Reed Hastings e Marc Randolph. Ciò che i due avevano in mente allora era solo un business di noleggio di DVD online. Nel 2005 il servizio aveva più di 4 milioni di utenti ed era definibile piuttosto fiorente. Nel 2007, dopo 10 anni di noleggio di DVD negli Stati Uniti, Netflix ha introdotto il suo servizio di streaming. Questo fu l’inizio di una nuova era in cui gli utenti potevano guardare film e programmi TV istantaneamente sul proprio computer, senza bisogno di andare al negozio di video o aspettare che il DVD noleggiato venisse spedito. Negli anni seguenti Netflix ha avviato collaborazioni con produttori di televisori, console di gioco e produttori di media player per trasmettere i propri contenuti online direttamente alle loro piattaforme. Gli utenti avevano così altre opzioni a disposizione anziché guardare Netflix esclusivamente sui loro computer.

La crescita di Netflix non si è mai interrotta. Cresce infatti ancora oggi ed è disponibile praticamente su tutte le smart TV, media player, console di gioco, smartphone e tablet Android e iOS. Sebbene non siano state rilasciate cifre ufficiali, si ritiene che Netflix abbia ormai quasi 120 milioni di utenti in tutto il mondo. E questo numero continua ad aumentare, con Netflix che ora raggiunge utenti in 190 paesi.

Netflix entra nel business della produzione con Netflix Originals

Netflix è in costante evoluzione e i suoi manager cercano sempre di rinnovare l’offerta. Dal 2013, Netflix è anche un produttore di contenuti  Netflix Originals , cosi come vengono chiamati. Questi sono programmi TV o film prodotti o co-prodotti da Netflix. La maggior parte dei titoli è disponibile esclusivamente su Netflix, anche se alcuni sono disponibili su TV in broadcast. Gli spettacoli Netflix Original sono spesso molto apprezzati e alcuni di loro sono tra i programmi TV più popolari. Riverdale , in onda sulla CW,  Orange is the new black ,  Stranger Things ,  House of cards ,  The Crown ,  Arrested Development e la serie di supereroi Marvel  Jessica JonesDaredevil ,  The Punisher , Iron Fist ,  Luke Cage  e  Defenders sono solo alcuni esempi per darti un’idea della qualità generale e / o della popolarità di Netflix Originals .

Accesso all’ American Netflix da fuori gli Stati Uniti

Netflix deve spesso applicare alcune forme di restrizioni sulla distribuzione. Ad esempio, il produttore di un film potrebbe aver già inserito un accordo di distribuzione esclusivo in una regione specifica e quindi non potrebbe non consentire a Netflix di distribuirlo in quella regione.

Pensa allo spettacolo della NBC The Big Bang Theory , per esempio. Non è disponibile su Netflix negli Stati Uniti, ma su alcune versioni europee del servizio. Questo potrebbe non essere il miglior esempio, dato che l’American Netflix è solitamente quello con il maggior numero di contenuti. Questo particolare spettacolo è però una delle tante eccezioni. Allo stesso modo, alcuni contenuti originali di Netflix sono spesso disponibili in alcuni mercati sulla TV broadcast attraverso accordi di distribuzione che vietano a Netflix di renderli disponibili in questi mercati. Riverdale è un buon esempio di Netflix original che non è disponibile ma viene trasmesso su The CW.

Per applicare queste restrizioni, Netflix utilizza principalmente una tecnica chiamata geo-blocking. Assicura che gli utenti possano accedere solo al loro servizio locale. Un utente negli Stati Uniti, ad esempio, può accedere solo alla versione americana di Netflix mentre uno in Canada può accedere alla versione canadese ma non a quella americana.

Come conseguenza di queste restrizioni di distribuzione, ciò che è disponibile su Netflix varia da regione a regione. Alcuni contenuti potrebbero non essere disponibili sul tuo Netflix locale mentre si trovano in quelli del paese accanto. L’American Netflix è quello con più contenuti. Ed è quello più ricercato, cioè quello che molti utenti non statunitensi vorrebbero vedere.

Questo geoblocco può anche diventare un problema per alcuni, anche se residenti negli Stati Uniti. Sei, ad esempio, un cittadino statunitense che viaggia all’estero? Non puoi guardare il tuo Netflix. Almeno, non finché non trovi un modo per aggirare il blocco geografico.

Come si opera il geo-blocco

Il blocco geografico si ottiene quasi sempre consentendo o negando il traffico in base all’indirizzo IP di origine. Un indirizzo IP è un identificativo univoco assegnato a ogni computer connesso a Internet. Viene utilizzato per direzionare i dati da e verso diversi computer connessi a Internet. Qualsiasi richiesta inviata ai server Netflix è contrassegnata con il tuo indirizzo IP. Questo è ciò a cui ci riferiamo come l’indirizzo IP di origine. Puoi pensare all’indirizzo IP di origine come indirizzo di ritorno al mittente su una busta da lettera. In questo modo i server Netflix sapranno dove inviare lo streaming video richiesto.

Come con gli indirizzi postali, esiste una correlazione diretta tra gli indirizzi IP e la posizione fisica. Netflix deduce la posizione dell’utente facendo un riferimento incrociato dell’indirizzo IP con un database di ubicazioni e indirizzi e blocca le richieste che trova provenire da una posizione non autorizzata.

Come può aiutarti una VPN

L’uso principale e originale delle VPN era fornire maggiore sicurezza e privacy e consentire l’accesso remoto alle reti aziendali. Come “effetto collaterale” della loro modalità di funzionamento, possono aiutarti a connetterti a Netflix da qualsiasi parte del mondo. Ecco come:

Una VPN crea un tunnel virtuale tra un dispositivo che esegue un client VPN e un server VPN in una posizione remota. Tutti i dati in entrata e in uscita dal dispositivo client sono direzionati attraverso il tunnel dopo essere stati crittografati con algoritmi forti che rendono praticamente impossibile il cracking. Quando i dati dal dispositivo client arrivano al server VPN, vengono decodificati prima di essere inviati su Internet.

Ecco come la VPN ti aiuta ad accedere a Netflix. Quando i dati decrittografati lasciano il server VPN, l’ indirizzo IP di origine non è più quello del dispositivo ma, invece, quello del server VPN. Netflix, quindi, “penserà” che il dispositivo client si trovi ovunque sia il server VPN. In sintesi, l’accesso all’ American Netflix al di fuori degli Stati Uniti dovrebbe semplicemente richiedere il collegamento a un server VPN situato negli Stati Uniti. Sfortunatamente, questo non sempre funziona.

Rilevamento e blocco della VPN di Netflix

Netflix fa di tutto per proteggere i suoi accordi di licenza sui contenuti e cerca di bloccare le connessioni provenienti dai server VPN. Attraverso alcuni tipi di reverse-engineering, Netflix riesce a scovare e predire gli indirizzi IP di tutti i server che possono essere VPN e li registra in un database. Conosce infatti molti indirizzi IP di server VPN e il loro numero continua ad aumentare giorno per giorno.

Per evitare di essere etichettato da Netflix come utente VPN, devi scegliere con attenzione il tuo provider VPN. E anche in questo caso, non c’è alcuna garanzia che Netflix non scovi gli indirizzi IP e non li blocchi. I principali provider utilizzano varie tecniche (ad esempio, utilizzando indirizzi IP virtuali che cambiano costantemente sui loro server) per impedire che ciò accada.

ExpressVPN : Sì, funziona!

ExpressVPN è meglio conosciuto per i suoi protocolli di crittografia forti, la velocità incredibile dei suoi server e la sua enorme rete mondiale di oltre 1.500 server distribuiti in 94 paesi.

Il provider VPN ha sede nelle Isole Vergini britanniche. Un paese senza leggi sulla conservazione dei dati utente. Come sottolinea la società, qualsiasi richiesta di informazioni dell’utente dovrebbe essere emessa da un tribunale locale e la rete della società è progettata in modo che non possa associare (e quindi registrare) gli utenti a indirizzi IP. C ome sottolineato da un portavoce dell’azienda, le Isole Vergini britanniche non fanno parte della cosiddetta alleanza dei 14 Occhi.

Caratteristiche principali di ExpressVPN

Come la maggior parte delle moderne VPN, ExpressVPN utilizza il protocollo OpenVPN con AES a 256 bit e la perfetta segretezza di inoltro come standard predefinito. Inoltre, le sue chiavi DHE-RSA a 4.096 bit sono protette da un algoritmo di hash SHA-512. Per maggiore tranquillità, il servizio dispone di una funzione di blocco della rete che bloccherà tutto il traffico Internet nell’improbabile caso in cui la connessione VPN si interrompa.

Uno degli svantaggi del provider è la sua politica di registrazione parziale. Tuttavia, gli unici dati che conservano sono i server a cui gli utenti si collegano e le date in cui lo fanno. ExpressVPN non registra nessuna delle attività online dell’utente.

L’abbonamento ExpressVPN concede l’accesso a tre dispositivi contemporaneamente. i client sono disponibili per Windows, MacOS e Linux e ci sono applicazioni per Android e iOS. Se si preferisce proteggere l’intera casa da un singolo punto, sono disponibili router precaricati con il software ExpressVPN, grazie a una partnership con FlashRouter. Se preferisci, puoi anche seguire le istruzioni di ExpressVPN e installare tu stesso il software su un router.

Piani e prezzi

ExpressVPN ha solo un piano d’ offerta ma ci sono tre diversi prezzi. I diversi prezzi sono basati sulla durata del tuo abbonamento. Puoi scegliere di pagare $ 12,95 su base mensile. Se vuoi risparmiare denaro, puoi scegliere di pagare $ 59,95 ogni sei mesi. E per l’offerta migliore, c’è l’abbonamento annuale a $ 99,95, portando il costo mensile a $ 8,32.

E se stai cercando offerte speciali, è probabile che tu possa ottenere un prezzo ancora migliore sul pacchetto annuale.

Il client Windows ExpressVPN

Una delle migliori caratteristiche di ExpressVPN è il suo client Windows. Forse i client per altre piattaforme sono altrettanto buoni ma abbiamo eseguito i nostri test su una macchina Windows. Possiamo supporre che altri client offrano funzionalità simili.

Molto probabilmente la semplicità dell’applicazione client ti colpirà. L’interfaccia utente di base ha un grande pulsante “power” proprio nel mezzo della finestra. Per impostazione predefinita, facendo clic sul pulsante si avvia la VPN e ci si connette al miglior server disponibile. Questo è ciò che ExpressVPN definisce “Smart Location”

Se si preferisce selezionare una posizione in particolare, si può ad esempio provare ad accedere ad American Netflix, facendo semplicemente clic sul pulsante Scegli posizione . Si trova in basso a destra nella finestra ExpressVPN. Si apre una finestra secondaria in cui è possibile selezionare un paese e, facoltativamente, una città specifica all’interno del paese selezionato.

L’applicazione client ha anche alcune opzioni a cui è possibile accedere facendo clic sul pulsante del menu , le tre barre orizzontali, in alto a sinistra. Ad esempio, è possibile impostare l’avvio dell’applicazione client in modo automatico all’avvio di Windows. Puoi anche decidere di connettere automaticamente il client al tuo ultimo server utilizzato quando viene avviato.

Un’ultima caratteristica del client che vale la pena menzionare è la disponibilità di estensioni browser per Google Chrome e Mozilla Firefox . Le estensioni non fanno molto di più rispetto a permetterti di connettere e disconnettere la VPN direttamente dal tuo browser, ma possono anche essere impostate per connettere automaticamente la VPN ogni volta che il browser si avvia. Questa potrebbe essere un’opzione migliore della funzionalità di connessione automatica del client standalone. E infine, c’è un’opzione, che è abilitata per impostazione predefinita, per bloccare WebRTC nel browser. WebRTC, nel caso non lo sapessi, è un’API potenzialmente pericolosa che i siti Web possono utilizzare per comunicare con il tuo browser.

In sintesi

ExpressVPN è sicuramente una delle migliori opzioni per sbloccare e accedere al Netflix americano da qualsiasi parte del mondo. Se funziona è perché Netflix non ha ancora imparato a riconoscere gli indirizzi IP dei server USA di ExpressVPN o perché alcune tecniche utilizzate da ExpressVPN sono irrilevabili. Ciò che è importante è che funzioni e ti consenta di accedere al Netflix americano da qualsiasi luogo del pianeta.

 

Leave a comment