1. Home
  2. IT
We are reader supported and may earn a commission when you buy through links on our site. Learn more

Le migliori VPN per i giornalisti: Proteggere la propria privacy e quella delle Fonti

Lavorare come giornalista è certamente stimolante ed elettrizzante come esperienza, ma il lavoro presenta parecchie sfide. Sia che tu stia cercando di fare ricerche in sicurezza, preservando il tuo anonimato o desideri accedere a pubblicazioni governative disponibili solo per i residenti locali dei paesi in cui lavori, avrai bisogno di una VPN.

In questo articolo, discuteremo i vantaggi dell’utilizzo di una VPN per i giornalisti; come dare la priorità alle funzionalità quando si tratta di scegliere il provider giusto per le proprie esigenze; e i nostri consigli VPN.

Scegliere le migliori VPN per i giornalisti

Che tu abbia già lavorato o meno con le VPN, far funzionare il tutto è più facile di quanto sembri. Adesso che hai letto qualcosa sul vero valore delle app VPN per i giornalisti, l’unica cosa che resta da fare è scegliere il provider VPN giusto per te e scaricare lo strumento giusto per iniziare a navigare in sicurezza. Prima di iniziare con i nostri consigli VPN, ti abbiamo elencato alcune funzionalità a cui prestare attenzione quando scegli un provider VPN.

  • Connessione rapida: le VPN rallentano inevitabilmente la velocità di connessione perché i tuoi dati vengono crittografati, rendendo la connessione più sicura. I provider VPN di alta qualità assicurano che la differenza in termini di velocità sia minima.
  • Rete di grandi dimensioni: più ampia è la rete del server proxy di un provider VPN, più opzioni hai quando si tratta di connetterti in paesi specifici. Ad esempio, se stai scrivendo un pezzo e vuoi cercare articoli in Germania, il provider VPN dovrebbe avere server in tutta la Germania per offrirti la migliore connessione.
  • Compatibilità per ogni tuo dispositivo: è importante assicurarsi che la VPN supporti l’hardware e il sistema operativo in uso. Ad esempio, se si utilizza uno smartphone Android, è necessario verificare che sia disponibile un’app del proprio provider VPN compatibile con il proprio dispositivo.
  • Politica di non registrazione – La politica di non registrazione significa che nessuna delle tue informazioni, nemmeno il tuo indirizzo e-mail, viene memorizzata online. Questo è importante se vuoi rimanere veramente anonimo mentre fai le tue ricerche o scrivi il tuo articolo. Questa politica è uno degli unici modi per mantenere i tuoi dati veramente privati.

Ora, diamo un’occhiata ai primi cinque provider VPN che hanno dimostrato di proteggere effettivamente ed efficacemente i giornalisti di tutto il globo:

1. ExpressVPN

ExpressVPN - Editors choice

ExpressVPN si è guadagnato la reputazione di essere uno dei provider VPN più veloci sul mercato noché essere incredibilmente facile da usare. Con oltre 2.000 server proxy in 94 paesi, ExpressVPN offre una velocità di connessione vertiginosa, indipendentemente da dove ti trovi. Sia che tu stia cercando di riprodurre video in streaming in HD, o spulciando archivi online, il che è importante se stai cercando nel dettaglio di scoprire qualcosa di interessante come reporter o già solo navigando in modo anonimo, l’app offre una vasta gamma di funzionalità per soddisfare le tue esigenze.

Le funzionalità sulla privacy del provider lo rendono una scelta solida per i giornalisti. Con la crittografia AES a 256 bit, il supercomputer attualmente più potente del mondo impiegherebbe milioni di anni per decifrarla, essendo il codice praticamente indistruttibile. Inoltre, tutto è supportato da una politica di non registrazione su traffico, indirizzo IP e persino richieste DNS, ExpressVPN garantisce che i tuoi dati non vengano archiviati e nemmeno il tuo indirizzo e-mail possa essere ricondotto a te. La protezione dalle perdite DNS e un kill switch automatico ti offrono anche un aiuto nel caso in cui ti disconnetti o riscontri un problema online.

Sebbene le funzionalità sembrino piuttosto complicate, l’app intuitiva semplifica l’utilizzo della VPN. L’interfaccia a one-click ti aiuta a connetterti in pochi minuti e il software leggero ti assicura di percepire a malapena il rallentamento VPN durante la navigazione o lo streaming online. ExpressVPN offre inoltre una larghezza di banda illimitata e non vedrai alcun limite di velocità o limitazione di alcun tipo al traffico. ExpressVPN è compatibile con un’ampia varietà di hardware e sistemi operativi, inclusi Windows, Mac, Chrome, Android e persino Apple TV e Kindle Fire.

Pro

  •  Sblocca Netflix, iPlayer, Hulu, Amazon Prime
  •  Collegamenti affidabili e veloci
  •  Crittografia AES-256
  •  Nessun registro utente per i dati personali
  •  Ottimo servizio clienti via chat.

Contro

  •  Il piano mensile ha costi elevati.

Scopri di più nella nostra recensione completa su ExpressVPN .

OFFERTA ESCLUSIVA: ottieni l’abbonamento annuale a ExpressVPN a soli $ 6,67 al mese e ricevi 3 mesi GRATIS! C’è anche una straordinaria garanzia di rimborso di 30 giorni senza rischi, nel caso in cui non fossi completamente soddisfatto.

2. NordVPN

nordvpn

NordVPN è perfetto se quello che stai cercando è la connessione a una più ampia varietà di paesi. Con la più grande rete di server del settore – oltre 4.800 server in 62 paesi – NordVPN è in continua espansione e consente di stabilire una connessione più solida all’interno di uno qualsiasi dei paesi della propria rete. Questo è il doppio del numero di server di qualsiasi altro provider VPN sul mercato. Alcuni dei suoi server speciali includono Onion su VPN, anti-DDoS, doppia VPN, P2P e indirizzo IP dedicato.

NordVPN offre inoltre una gamma di funzionalità che proteggono l’identità e l’attività online. Con una politica di zero logging, che copre tutto, dagli indirizzi IP ai timestamp, puoi essere sicuro che i tuoi dati non vengano archiviati online durante o dopo la tua navigazione. Ciò significa che anche se il governo tenta di trovare informazioni su di te, non sarà in grado di individuare alcun dato, e nemmeno altre terze parti interessate. Inoltre, una crittografia AES a 256 bit su tutti i tuoi dati, abbinata a server a doppia crittografia, ti assicura di rimanere anonimo finché la VPN è connessa.

Se sei un giornalista in viaggio, è probabile che tu stia facendo molte delle tue ricerche o scrivendo tramite il tuo dispositivo mobile. NordVPN contiene quasi le stesse funzionalità sugli smartphone e su desktop, e alcune di esse sono persino più semplici di quelle dei PC. NordVPN è disponibile su Windows (10,8,7, Vista, XP), Mac OS, Linux, Android, iOS e persino RaspberryPi.

Pro

  •  Server ottimizzati per sbloccare Netflix
  •  Oltre 5.400 server in 61 paesi
  •  Il torrenting è esplicitamente consentito
  •  Doppia VPN extra-sicura per la crittografia dei dati
  •  Live Chat 24/7.

Contro

  •  La scelta automatica del server può essere inaffidabile
  •  Impossibile specificare la città o la provincia nell’app.

Scopri di più nella nostra recensione completa di NordVPN per il 2019 .

OFFERTA ENORME: Iscriviti al piano di 2 anni e ottieni uno sconto del 66%, a soli $ 3,99 al mese ! Tutti i piani sono supportati da una garanzia di rimborso di 30 giorni.

3. CyberGhost

cyberghost

Le funzionalità principali di CyberGhost ruotano attorno a privacy, affidabilità e facilità d’uso. Considerata una delle VPN più affidabili sul mercato, CyberGhost ti dà accesso a 2.700 server proxy in 60 paesi. Questa dimensione della rete, insieme a una larghezza di banda illimitata e senza limiti di velocità o limitazioni di alcun genere, ti consente di ottenere un indirizzo IP esterno in pochi minuti e navigare rapidamente e senza problemi.

Il provider ha messo l’accento sull’interfaccia intuitiva. Al lancio dell’app, vedrai un display colorato che ti chiederà di scegliere tra uno dei sei profili di configurazione, tra cui “Naviga anonimamente”, “Proteggi la mia connessione WiFi” o “Sblocca siti Web di base”. È quindi possibile personalizzare il profilo desiderato in base alle proprie esigenze; ad esempio, puoi scegliere di “bloccare siti Web dannosi” o “velocità extra” se stai cercando di ottenere rapidamente informazioni.

La crittografia AES a 256 bit protegge i tuoi dati e altri protocolli di crittografia come UDP, TCP e L2TP, assicurano che i tuoi registri delle attività rimangano protetti e la tua identità rimanga anonima fintanto che rimani connesso alla VPN. CyberGhost è disponibile su Windows, Mac OS, Android e persino Linux.

Pro

  •  Funziona con Netflix
  •  Oltre 3.600 server in oltre 55 paesi
  •  Non ha sede nei paesi 14 occhi (Romania)
  •  Nessun file di registro mantenuto sull’utente
  •  Garanzia di rimborso di 45 giorni.

Contro

  •  Non funziona bene in Cina.

Approfondisci le funzionalità di questo provider con la nostra recensione CyberGhost 2018 .

OFFERTA ESCLUSIVA: Iscriviti per un abbonamento di 3 anni e ottieni uno sconto incredibile del 77%! Tutto questo a soli $ 2,75 al mese.

4. PrivateVPN 

purevpn

Come altri provider VPN di cui abbiamo parlato sopra, PrivateVPN si concentra sia sulla sicurezza che sulla velocità della connessione. Sia che tu stia cercando di rimanere aggiornato sui social media o di mantenere la tua attività online non rintracciabile, PrivateVPN ti consente di farlo su smartphone, PC e persino Fire TV. Questo lo rende una scelta solida per coloro che sono interessati al servizio ma non vogliono passare per il fastidio di configurare profili o utilizzare la VPN su base regolare.

Sebbene PrivateVPN abbia solo poche centinaia di server nella sua stessa rete,  essisono distribuiti in 56 paesi. Questo è impressionante perché sebbene sia indietro nel numero di unità, è sicuramente al passo con la variabilità di posizioni, rendendosi una grande e valida alternativa per i giornalisti. PrivateVPN sigilla i tuoi dati con una crittografia AES a 256 bit e il kill switch automatico e la protezione da perdite DNS assicurano che la tua privacy non sia minacciata mentre lavori o navighi sul web.

Per scoprire di più sulle funzionalità di privacy di PrivateVPN, consulta la nostra recensione completa .

OFFERTA IMPERDIBILE: Iscriviti al piano annuale e ottieni un 64% di sconto e 1 mese GRATIS, ora a soli $ 3,88 al mese! Il piano prevede una garanzia di rimborso di 30 giorni, quindi paghi solo se ti piace il servizio.

Perché i giornalisti hanno bisogno di una VPN

Ad oggi le sfide per i giornalisti sono innumerevoli. Qui diamo uno sguardo ad alcuni dei problemi ed ostacoli più comuni nel loro operato:

Ricerca di argomenti sensibili in forma anonima

Se sei un giornalista che davvero lavora, saprai che tutto in questi giorni lascia una traccia digitale. Anche il governo e le società finanziate privatamente hanno difficoltà a nascondere le loro attività online senza che qualcuno riesca a decifrarle. Per te, questa è probabilmente una miniera d’oro, e se lo fai nel lungo o nel breve termine, finirai per ottenere le informazioni che desideri.

Il problema qui, tuttavia, è assicurarsi di non rivelare la propria identità durante la ricerca. L’uso di una VPN per ottenere un indirizzo IP diverso farà in modo che non venga memorizzata la cronologia di navigazione, né i dati personali dell’utente. Questo è fondamentale; se compari sul radar di qualcuno anche solo una volta, rischi di essere esposto per sempre. Considerando che il download di una VPN richiede solo pochi minuti e che l’abbonamento costa pochi dollari al mese, il prezzo da pagare per la propria sicurezza e anonimato è davvero ridicolo.

Garantire che le tue fonti siano al sicuro

Prima che Internet diventasse l’epicentro di tutte le informazioni e comunicazioni, l’anonimato della fonte non era qualcosa di cui preoccuparsi a meno che qualcuno non avesse effettivamente parlato. Come giornalista, tutto ciò che dovevi fare era assicurarti che le tue fonti rimanessero tranquille prima che la storia fosse pubblicata (almeno). Oggi, trovare la fonte di una storia non è certo una sfida per nessuno, specialmente per i professionisti con una posizione specifica.

Quindi, se la fonte di tutta la tua storia o indagine sembra essere di alto profilo o, ancora più importante, in pericolo, dovrebbe essere una tua priorità nascondere le sue informazioni. L’uso di una VPN durante il contatto, la consultazione delle informazioni o persino la loro scrittura farà in modo che, sia la tua identità sia l’identità della fonte siano al sicuro.

Proteggere le tue informazioni

A partire dall’importanza di proteggere l’identità della fonte è la tua sicurezza come giornalista. Sarebbe giusto presumere che scrivere un pezzo controverso e degno di nota, significherebbe che stai tirando fuori gli scheletri dall’armadio di qualcuno. Ciò significa che non utilizzare una connessione sicura durante la scrittura, la ricerca o la scrittura di e-mail ti mette nel radar.

Ad esempio, nel 2004, un reporter cinese, Shi Tao, è stato condannato al carcere dopo che Yahoo ha rivelato i suoi dettagli, così come il suo indirizzo e-mail, al governo cinese. Secondo loro, Tao stava “rivelando i segreti di stato”, per il quale fu condannato a 10 anni di prigione. Se avesse usato una VPN per proteggere i suoi registri delle attività, le sue e-mail non sarebbero mai trapelate poiché la crittografia dei dati assicura che i tuoi dati non vengano mai divulgati al governo o a terzi.

Rendere possibile il giornalismo internazionale

A parte tutti i motivi di sicurezza, una VPN aprirà anche un mondo di opportunità quando si tratta di fonti internazionali di informazioni. Ad esempio, se stai cercando casi o storie internazionali e hai bisogno di accedere ai file del governo locale, non sarai in grado di farlo. Quindi, se stai esaminando un’indagine in corso in Germania ma resiedi negli Stati Uniti, è probabile che avrai bisogno di un indirizzo IP tedesco per accedere a tutte le informazioni e prove sui siti Web governativi. Procurarti un indirizzo IP straniero ti consentirà di accedere a pubblicazioni con restrizioni geografiche e ti farà risparmiare tempo e denaro, non viaggiando all’estero per ottenere i dati. Per ottenere un indirizzo IP esterno, è necessaria una VPN, e preferibilmente una con molti server proxy in tutto il mondo, per offrire più opzioni (paesi) tra cui scegliere.

Come funziona una VPN in grado di aiutare i giornalisti?

Come già accennato, una VPN può aiutarti a evitare quasi tutte le spiacevoli situazioni legate all’esposizione di informazioni. Prima di tutto, usando una VPN, puoi assicurarti che le comunicazioni con le fonti, così come i colleghi giornalisti, rimangano private. La scelta di un provider VPN con una politica di zero logging assicurerà che i tuoi dati e le tue informazioni non vengano archiviati, inclusi indirizzi IP e timestamp. Scegliere una VPN con crittografia AES a 256 bit assicurerà inoltre di restare anonimi durante la navigazione o lo streaming di video e che nessuno sia in grado di rintracciarti.

In secondo luogo, una VPN ti fornirà un indirizzo IP esterno da qualsiasi paese in cui il provider abbia server proxy. Ciò significa che, stando comodamente seduti a casa o in ufficio, si potrà accedere a rapporti e pubblicazioni che sono disponibili solo per i residenti locali in quei paesi specifici. Ciò ti farà risparmiare tempo viaggiando e cercando modi per ottenere le autorizzazioni, poiché una VPN sicura lo farà automaticamente in pochi minuti e senza problemi.

Conclusione

La vita come giornalista può essere sia eccitante che snervante. Se vuoi evitare il fastidio di preoccuparti della tua privacy, o ancora di più, della privacy delle tue fonti, dovrai assicurarti che le tue informazioni siano sicure e non possano essere ricondotte a te. Scegliendo uno dei nostri provider VPN consigliati, sarai in grado di proteggere tutte le tue informazioni e dati personali e di iniziare a navigare in una gamma più ampia di contenuti internazionali pertinenti oltre che utili alla tua ricerca.

Sei un giornalista? Per cosa intendi utilizzare la tua VPN? Lasciaci commenti e suggerimenti qui sotto!

 

Ecco come ottenere una VPN Gratis per 30 giorni

Se hai bisogno di una VPN per un breve periodo, per un viaggio ad esempio, puoi ottenere la nostra VPN top di gamma senza alcun costo. ExpressVPN include nell` offerta una garanzia di rimborso di 30 giorni. Dovrai inizialmente pagare l`abbonamento, certo, ma l iscrizione non solo ti garantirà accesso completo a l`intero servizio, ma nei primi 30 giorni puoi richiedere un rimborso completo. La politica di cancellazione senza fastidiose domande è all altezza del loro nome.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.