1. Home
  2. IT
We are reader supported and may earn a commission when you buy through links on our site. Learn more

Mi occorre una VPN nel 2020? Guida VPN completa per principianti

La sicurezza informatica è un argomento importante, ma potresti non essere sapere esattamente chi debba assolutamente usare una VPN: se dai valore alla tua privacy e vai online – con qualsiasi frequenza- hai bisogno di una VPN! Oggi ti mostreremo i motivi per cui una VPN è uno strumento essenziale, oltre a presentarti i due migliori provider VPN sul mercato.

Esistono diversi motivi per cui si dovrebbe utilizzare una VPN e i motivi non sono gli stessi per tutti. Tutto ha a che fare con ciò che ogni persona fa e ciò che cerca di fare online. Le VPN offrono una soluzione a diversi problemi. Oggi stiamo rispondendo alla domanda “Chi dovrebbe usare una VPN?” La risposta più semplice e comprensibile a questa è semplicemente “tutti”, ma diversi utenti hanno ragioni diverse per utilizzare una VPN e questo è ciò che tratteremo nella nostra guida.

Inizieremo la nostra discussione cercando di spiegare cos’è una VPN, come funziona e quali sono le sue caratteristiche più importanti . Non preoccuparti, il discorso sarà piuttosto generale e non entreremo in troppi dettagli tecnici che potrebbero non farti capire più nulla. Esploreremo quindi le diverse esigenze di diversi gruppi di utenti e vedremo come una VPN può tornare utile. Prima di concludere, introdurremo brevemente alcuni dei migliori provider VPN attualmente disponibili sul mercato.

Un’introduzione sulle reti private virtuali

Prima di dare un’occhiata a chi dovrebbe usare una VPN, proviamo prima a spiegare cosa sono le reti private virtuali. Internet è un’enorme rete di milioni di computer interconnessi attraverso vari tipi di collegamenti di telecomunicazione. All’interno di una casa o di un ufficio, i computer si collegano tramite reti locali, cablate o wireless. Tra le reti locali, l’interconnettività è fornita da provider di servizi Internet anche noto come ISP. Il servizio di un ISP è intrinsecamente non garantito, esponendo tutti i dati trasmessi o ricevuti a intercettazione da terze parti.

Le reti private virtuali proteggono i tuoi dati incapsulando tutti i dati dentro e fuori dal tuo computer all’interno di un tunnel crittografato . Dal momento che il tunnel utilizza una crittografia avanzata, chiunque intercetti i tuoi dati vedrà solo un codice informatico senza alcun senso. All’estremità di quel tunnel virtuale c’è un server VPN che riceve i tuoi dati e li decodifica prima di inviarli su Internet. Quando la risposta ritorna, si verifica il processo inverso e la VPN la incapsula prima di rispedirla attraverso lo stesso tunnel.

Alcuni di voi potrebbero chiedere “Se i dati vengono decifrati all’estremità del tunnel e inviati su Internet, come fa ad essere sicuro il trasferimento” Beh, a dire il vero, la parte tra il server VPN e la destinazione non è sicura. Tuttavia, non importa molto. Qualcuno che vuole spiarti e intercettare i tuoi dati lo farà dalla tua estremità del tunnel. Non può farlo in alcun altro modo poiché non saprebbe dove cercare il tuo traffico. E anche se qualcuno stesse intercettando il traffico dall’altra parte del tunnel, vedrebbe soltanto richieste provenienti dai server VPN e le risposte che vi ritornano, ma non il traffico che giunge a te o al tuo computer.

Due ottimi provider VPN che ci sentiamo di consigliare

Abbiamo valutato e testato diversi provider VPN sulla base dei nostri criteri fondamentali ( leggi più avanti ), e sebbene ce ne siano molti davvero fantastici in circolazione, due fornitori che si sono distinti e che raccomandiamo volentieri sono ExpressVPN e CyberGhost.

1. ExpressVPN

ExpressVPN - Editors choice

Alcune delle funzionalità più note di ExpressVPN sono i suoi protocolli di crittografia avanzati, la velocità incredibile dei suoi server e la rete mondiale di oltre 3.000 server distribuiti su 94 paesi. Con così tanti paesi e così tanti server, è probabilmente la scelta migliore per aggirare i blocchi geografici.

ExpressVPN utilizza il protocollo OpenVPN con crittografia AES a 256 bit e una perfetta segretezza d’inoltro. Utilizza chiavi DHE-RSA a 4.096 bit protette da un algoritmo SHA-512. Per quanto riguarda la politica di registrazione, hanno solo una politica di non registrazione parziale. Tuttavia, gli unici dati che conserva sono informazioni sui server cui gli utenti si connettono e la data/ora in cui si connettono. Fornisce un livello ragionevole di protezione della privacy. La funzione di blocco della rete arresterà tutto il traffico Internet in caso di caduta, anche accidentale della connessione VPN (..un killswitch). Un abbonamento ExpressVPN ti consente di connetterti da tre dispositivi contemporaneamente. Esistono client desktop per Windows, MacOS e Linux oltre alle app iOS e Android.

Leggi la nostra recensione completa su ExpressVPN .

Pro

  •  Funziona con Netflix USA, iPlayer, Hulu e altri servizi
  •  Collegamenti affidabili e veloci
  •  Supporta TUTTI i dispositivi e sistemi operativi
  •  No-logging di informazioni personali
  •  Servizio clienti 24/7.

Contro

  •  Opzioni di configurazione limitate
  •  Costo elevato per gli utenti con abbonamento mensile.
MIGLIOR VPN IN ASSOLUTO:  ExpressVPN è l’ideale per quasi tutti, che tu sia un esperto della privacy o desideri semplicemente migliorare la tua sicurezza online, questo servizio fa al caso tuo. Ricevi 3 mesi gratis e risparmia il 49% sul piano annuale. Garanzia di rimborso di 30 giorni inclusa.

2. CyberGhost

cyberghost

CyberGhost ha ben 5.900 server in circa 90 paesi diversi. Tra questi, 1.043 server si trovano negli Stati Uniti. Ciò rende CyberGhost un’opzione eccellente per sbloccare i contenuti geo-bloccati americani.

Per impostazione predefinita, CyberGhost utilizza il protocollo OpenVPN con crittografia AES a 256 bit e chiavi a 2048 bit. Per la massima sicurezza, CyberGhost utilizza una perfetta segretezza d’inoltro. Generare una chiave casuale per ogni sessione rende molto più difficile l’intercettazione della connessione. Ha una rigorosa politica di zero-logging. Non conserva nemmeno registrazioni degli indirizzi e-mail dell’utente. CyberGhost ha scelto di fare in modo che gli acquisti vengano elaborati da rivenditori esterni, quindi le uniche informazioni personali che CyberGhost ha su i suoi utenti sono i loro Usernames. Altre caratteristiche importanti di CyberGhost includono un Internet Kill switch che disconnetterà automaticamente la tua rete se la connessione VPN si interrompe, così come la protezione da perdite DNS e IP. Sul lato client, ha app disponibili per Windows, MacOS, iOS e Android.

Leggi la nostra recensione completa su CyberGhost .

Pro

  •  Sblocca Netflix USA + BBC iPlayer
  •  P2P consentito su qualsiasi server tranne che negli Stati Uniti e in Russia
  •  Nessuna perdita rilevata
  •  Zero-logging
  •  Customer service con live chat 24/7.

Contro

  •  Impossibile sbloccare altri siti di streaming.

Utenti diversi hanno esigenze diverse

Ci sono molti vantaggi nell’uso di una VPN. Ma ciò che è vantaggioso per un utente non lo è necessariamente per un altro. Diamo un’occhiata a diversi tipi di utenti, quali sono le loro esigenze e preoccupazioni specifiche e come le reti private virtuali possono essere utili.

Utenti che desiderano guardare contenuti web e media con restrizioni geografiche

Ti sei mai trovato in una situazione in cui vuoi guardare alcuni contenuti video, ritrovandoti un messaggio che dice che il contenuto non è disponibile nella tua nazione? O forse sei in vacanza all’estero e scopri che non puoi accedere a Netflix da dove ti trovi.

Le restrizioni geografiche sono all’ordine del giorno su Internet. Sono particolarmente in vogo tra le emittenti televisive e i fornitori di contenuti, ma anche altri siti le usano. Hanno a che fare con i diritti d’autore, i contratti di distribuzione e la protezione delle entrate delle pubblicità.

Prendiamo in considerazione Netflix per esempio. Negli Stati Uniti, la CBS non lascerà che mostri The Big Bang Theory. È comprensibile in quanto registra notevoli entrate pubblicitarie dallo spettacolo. D’altra parte, nei mercati in cui la CBS non è presente come il Regno Unito o i Paesi Bassi, Netflix offre lo show. Ora per implementare queste restrizioni, Netflix utilizza il blocco geografico per consentire agli utenti di connettersi solo alla versione locale di Netflix.

I fornitori di contenuti e i siti Web deducono la posizione degli utenti dai loro indirizzi IP, un indirizzo univoco utilizzato per indirizzare i dati su Internet. Quindi, mascherando la tua posizione con la VPN, sembrerai connesso da un indirizzo IP diverso, uno nella zona di distribuzione autorizzata.

Utenti che desiderano salvaguardare la propria privacy

Questo è un gruppo alquanto eterogeneo di utenti. Alcuni stanno lavorando da un hotspot WiFi pubblico in una biblioteca o in un bar, e perché no anche da McDonald’s. Altri sono solo molto attenti, a volte tendenti al paranoico, con le loro informazioni personali. Vogliono proteggerle il più possibile e in ogni momento, anche a casa.

Se vuoi assicurarti che nessuno possa intercettare i tuoi dati, sei un membro di questo gruppo di utenti. L’unico problema, tuttavia, è che non c’è davvero modo di impedire alle persone di intercettare i tuoi dati. Tuttavia, con una VPN e il suo solido metodo di crittografia, tutti i dati che vengono intercettati sono crittografati e inutili per chiunque li intercetti. Lascia pure che intercettino i tuoi dati, saranno solo dati spazzatura incomprensibili ed inutili.

Con una VPN, sarai libero di inserire qualsiasi tipo di informazione personale sui moduli web. Password, nomi utente. numeri di conto corrente, tutte le informazioni saranno sempre protette. Sarai libero di fare i tuoi acquisti online o anche bancari senza alcuna preoccupazione.

LETTURA CORRELATA: cosa fare in caso di furto della propria identità

Utenti che vivono o viaggiano in un Paese con rigida Censura

Alcuni paesi impongono rigide restrizioni d’uso sull’Internet. Il governo cinese, ad esempio, esercita un controllo totale sui mezzi di informazione in generale, e questo include Internet. I social network occidentali come Facebook, Instagram, Pinterest o Twitter non sono accessibili dalla Cina. Anche i risultati di ricerca di Google in Cina non sono quelli che vedresti in un altro Paese. In effetti, Google non è così popolare laggiù e molte persone preferiscono utilizzare i motori di ricerca locali. La Cina è solo uno dei tanti paesi con accesso a Internet limitato o bloccato.

Esistono alcuni metodi utilizzati dai governi per imporre queste restrizioni. A volte, useranno il filtro dell’indirizzo IP di destinazione e semplicemente bloccheranno l’accesso agli indirizzi IP noti dei servizi che intendono bloccare. Usano anche il proxy trasparente con cui forzando tutto il traffico attraverso i server proxy, non solo analizzano l’indirizzo di destinazione ma anche molti altri elementi come il protocollo utilizzato o persino il contenuto effettivo dei dati.

Le reti private virtuali aiutano gli utenti a eludere le restrizioni nazionali. Lo consentono modificando l’indirizzo di destinazione con quello del server VPN e crittografando tutti i dati, rendendoli effettivamente non identificabili. Un avvertimento se viaggi in un paese del genere. In questi luoghi, la legislazione locale può essere molto diversa dal paese in cui risiedi e aggirare le restrizioni può essere considerato un reato molto grave. È necessario verificare le leggi locali prima di prendersi rischi non necessari.

Lavoratori che cercano di eludere le restrizioni di accesso aziendale

Quando le aziende hanno iniziato a offrire l’accesso a Internet WiFi ai propri dipendenti, hanno capito subito che era molto utilizzato e la cosa ha iniziato causare una serie di problemi. Le connessioni Internet aziendali hanno iniziato a sovraccaricarsi, i dipendenti hanno iniziato a trascorrere parecchio tempo su Internet anziché fare il proprio lavoro e i dati aziendali rischiavano persino di essere esposti.

Per risolvere questo problema, le aziende hanno iniziato a limitare l’accesso a Internet ai dipendenti rendendolo quello che considerano un “uso accettabile ed in linea con il lavoro”. Concretamente, le reti aziendali spesso bloccano l’accesso a pornografia, odio, armi, violenza. Non solo, spesso consentiranno solo connessioni Web e bloccheranno trasferimenti di file o video-stream.

Le aziende utilizzano gli stessi metodi, dei governi. Pertanto, ciò che è efficace per aggirare le restrizioni nazionali aggirerà anche le restrizioni aziendali. In realtà, le aziende tendono a utilizzare sistemi simili ma di solito li implementano in maniera differente dai governi. Ad esempio, alcuni paesi bloccano il traffico VPN, mentre le aziende raramente lo fanno. Esiste certamente un rischio associato all’elusione dei blocchi internet aziendali e sicuramente dovresti familiarizzare con le politiche di utilizzo di Internet del tuo datore di lavoro prima di prenderti dei rischi inutili per il tuo posto lavoro.

Studenti che desiderano utilizzare i social network dalla scuola

Le scuole spesso impongono restrizioni sull’uso di Internet , anche se per diversi motivi. Non è raro vedere l’accesso alla maggior parte dei social network, bloccato in un edificio scolastico o accademico. Si cerca chiaramente di limitare il numero di distrazioni in classe. Alcune scuole più grandi avranno restrizioni diverse in luoghi diversi e potrebbero, ad esempio, consentire i social network nella caffetteria ma non in classe.

Indipendentemente dal contenuto limitato e dalle ragioni delle restrizioni, i mezzi impiegati per implementarle sono gli stessi delle restrizioni nazionali e aziendali. Si basano sull’indirizzo IP di destinazione o sull’ispezione approfondita dei pacchetti (Deep Packet Inspection), così come viene chiamata l’analisi dei dati.

Considerando che gli stessi metodi vengono utilizzati per bloccare parte del traffico, è facile concludere che gli stessi metodi possono essere utilizzati dagli utenti per aggirarli. E proprio come nell’esempio precedente, crittografando i dati e inviandoli a un server VPN anziché alla loro vera destinazione, la maggior parte dei sistemi di filtraggio verranno ingannati, rendendo le VNP lo strumento perfetto anche per questa tipologia di utenti.

Caratteristiche importanti delle reti private virtuali

Con così tanti provider VPN tra cui scegliere, scegliere il migliore può essere una sfida. Ciascuno pubblicizza molte funzionalità diverse e talvolta confuse che spesso non fanno altro che complicare le cose. Per semplificare il processo di selezione, abbiamo identificato alcune delle funzionalità più importanti delle reti private virtuali.

  • Prestazioni e stabilità: Indipendentemente da ciò, una VPN avrà un impatto negativo sulle prestazioni della rete poiché il client e il server VPN devono crittografare e decrittografare i dati continuamente. Puoi ridurre i rallentamenti scegliendo un provider VPN con server veloci. Per assicurarsi che il servizio sia disponibile quando richiesto, è essenziale un provider affidabile con uptime elevato.
  • Posizione e numero di server: quando si utilizza una VPN per aggirare le restrizioni geografiche, la posizione dei server è probabilmente il fattore più importante. Alcuni provider hanno oltre un migliaio di server in un centinaio di paesi. Ma il numero di paesi disponibili non è necessariamente il fattore più importante. Hai bisogno di un provider con server nel paese giusto. Prima di sceglierne uno, assicurati che il provider abbia server nel paese o nei paesi di cui hai bisogno. Anche il numero di server in ciascun paese ha una certa importanza. Più server ci sono, più utenti simultanei possono essere connessi con buone velocità. Ogni server può supportare solo un numero limitato di utenti prima che diventi troppo carico per essere davvero fruibile.
  • Parametri di crittografia avanzati: per gli utenti che hanno in mente privacy e sicurezza, questa sarà sicuramente la caratteristica più importante. La maggior parte dei provider VPN oggi utilizza il protocollo OpenVPN che è molto sicuro e interoperabile. Ma i parametri di crittografia utilizzati possono variare da provider a provider e anche tra i livelli di abbonamento. Naturalmente, una crittografia più elevata significa che i tuoi dati saranno più difficili da decifrare. Non usare nulla al di sotto dei 128 bit, ma cerca di ottenere almeno 256 o più se disponibile.
  • Software disponibile per la tua piattaforma hardware/OS: questa è una funzionalità ovvia ma spesso trascurata. Per sfruttare appieno tutte le funzionalità avanzate offerte da un provider VPN, è necessario utilizzare il software client. È preferibile scegliere un provider che offra software per tutti i dispositivi che si intende utilizzare.
  • Predisposizione per connessioni simultanee: se si intende utilizzare una VPN da più piattaforme contemporaneamente, è necessario assicurarsi che il provider selezionato consenta connessioni simultanee sufficienti per le proprie esigenze. Questo può variare da provider a provider e anche tra diversi livelli di abbonamento.
  • Politica rigorosa di non registrazione – zero registrazione: per gli utenti attenti alla privacy, questa è una caratteristica essenziale. Con una politica di non registrazione , anche se il tuo provider VPN venisse violato o fosse costretto dalle autorità a rivelare informazioni su di te o sulle tue attività online, saresti certamente protetto se non ci fossero registrazioni e record del tuo uso della rete e delle altre informazioni relative al tuo traffico (timestamp, IP, cronologia di navigazione, etc.)

Conclusione

Indipendentemente dalla categoria di utenti cui appartieni, una VPN può rispondere alle tue esigenze. Indipendentemente dal fatto che sia orientata alla sicurezza personale o abbia a che fare con l’elusione di diversi tipi di restrizioni, nazionali, aziendali o istituzionali, una VPN è lo strumento giusto per il lavoro. Con le informazioni che ti abbiamo fornito, sarai in grado di orientarti nel gran labirinto del mercato dei provider VPN e potrai scegliere quello migliore per le tue esigenze specifiche, senza troppe difficoltà. Se preferisci prendere una scorciatoia, puoi semplicemente scegliere uno dei nostri provider consigliati.

E tu? Per cosa pensi di usare una VPN? Rientri in una delle categorie di utenti che abbiamo descritto? Usa il box commenti qui sotto per condividere la tua esperienza con noi e con gli altri lettori.

 

Ecco come ottenere una VPN Gratis per 30 giorni

Se hai bisogno di una VPN per un breve periodo, per un viaggio ad esempio, puoi ottenere la nostra VPN top di gamma senza alcun costo. ExpressVPN include nell` offerta una garanzia di rimborso di 30 giorni. Dovrai inizialmente pagare l`abbonamento, certo, ma l iscrizione non solo ti garantirà accesso completo a l`intero servizio, ma nei primi 30 giorni puoi richiedere un rimborso completo. La politica di cancellazione senza fastidiose domande è all altezza del loro nome.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.