1. Home
  2. IT

Le 5 migliori estensioni di Chrome VPN recensite per il 2018

Una VPN è innegabilmente il modo migliore per salvaguardare la tua privacy online. Con la crittografia di tutti i dati in entrata e in uscita dal tuo computer, la tiene protetta dagli sguardi indiscreti di ogni sorta di individui e di organizzazioni malintenzionate. E avere un’estensione integrata nel tuo browser Chrome rende l’utilizzo di una VPN un’attività semplice e non problematica. Oggi esaminiamo le migliori estensioni VPN per Chrome. Abbiamo cercato sul Web e sullo store di Chrome estensioni facili da utilizzare e che offrono un elevato livello di sicurezza e privacy.

Inizieremo la nostra discussione con alcune informazioni di base sulle reti private virtuali, quali sono e come funzionano. Quindi, discuteremo dei vantaggi che apportano e del motivo per cui dovresti utilizzare un’estensione VPN su Chrome. In seguito, procederemo a rivelare le cinque migliori estensioni VPN per Chrome. Discuteremo le loro caratteristiche, i loro pro e contro, se ce ne sono.

Cos’è una rete privata virtuale?

Una rete privata virtuale, o VPN come di solito vengono chiamate, è un sistema che mantiene private le tue attività online. Funziona incapsulando tutti i dati dentro e fuori dal tuo computer o, nel caso della maggior parte dell’estensione del browser, incapsulando i dati provenienti dal tuo browser e forzandolo attraverso un virtual criptato, da cui il nome: tunnel. Il tunnel utilizza una forte crittografia, quindi chiunque intercetta i tuoi dati vede solo parole senza senso. All’estremità del tunnel virtuale, c’è un server VPN che riceve i dati crittografati e li decodifica prima di inviarli su Internet. Quando la risposta ritorna, il server VPN la crittografa prima di inviarla di nuovo attraverso lo stesso tunnel.

Ma poi se i dati vengono decifrati all’estremità del tunnel e inviati su Internet, non è pericoloso e in balia di chiunque spii la connessione? Assolutamente! Tuttavia, non importa in quanto nessuno spierà su quella connessione. Chiunque voglia intercettare i tuoi dati lo farà sul tuo versante. Non possono farlo dall’altra parte poiché non saprebbero dove cercare, non sapendo dove stai andando.

E anche se qualcuno intercettasse il traffico all’altra estremità del tunnel, vedrebbe le richieste provenienti dai server VPN e le risposte che tornano indietro ma non a te o al tuo computer. Tracciare quei dati riconducendoli a te sarebbe un compito considerevole. Non è impossibile, tuttavia, ed è per questo che è sempre meglio utilizzare protocolli che crittografano i dati da un estremo all’altro, come ad esempio HTTPS, anche quando si utilizza una VPN. In questo caso, ottieni il miglior compromesso.

Perché usare una VPN?

Oltre all’ovvio vantaggio di proteggere i tuoi dati e proteggerti da molti tipi di invasioni della privacy, le reti private virtuali hanno anche altri vantaggi. Anche se sono spesso “effetti collaterali” dell’utilizzo di una VPN, sono diventati i motivi principali per cui la maggior parte delle persone li usa.

1. Ignorare le restrizioni di accesso

Internet è ovunque. Tuttavia, per vari motivi, questo accesso è spesso gravemente limitato. Luoghi pubblici come alberghi, biblioteche e caffè vogliono imporre un codice etico, impedendo ad esempio l’accesso ai siti di download o alla pornografia. Desiderano inoltre evitare che gli utenti utilizzino applicazioni e servizi a larghezza di banda elevata per offrire una migliore condivisione della larghezza di banda tra tutti i clienti. Gli uffici e le scuole lo fanno praticamente per le stesse ragioni, cercando allo stesso tempo di evitare che dipendenti e studenti spendano e perdano molto tempo a navigare in rete o utilizzare i social network.

Questo tipo di restrizione viene applicata utilizzando una sorta di proxy trasparente che filtra il traffico in base a diversi parametri. Innanzitutto, lo fanno in base all’indirizzo IP di destinazione. Ad esempio, se non vogliono che gli utenti visitino Facebook, possono semplicemente bloccare tutto il traffico sugli indirizzi IP di Facebook. Possono anche farlo in base all’URL di destinazione effettuando alcune ispezioni sui pacchetti e bloccando, ad esempio, il traffico su facebook.co. E infine, può anche essere fatto in base al protocollo. Ad esempio, si può facilmente bloccare tutto il traffico FTP.

Una VPN consente di ignorare tutte queste restrizioni inviando tutto il traffico all’indirizzo IP del server VPN anziché a un indirizzo IP bloccato. E i tuoi dati resisteranno all’ispezione dei pacchetti perché sono crittografati. E anche se stai usando i torrent, il tuo traffico effettivo sarà VPN.

Alcune organizzazioni potrebbero bloccare gli indirizzi IP dei server VPN o il loro URL. Potrebbero anche bloccare qualsiasi traffico VPN. Ma di solito non lo fanno perché spesso c’è del traffico VPN legittimo che deve passare. E nei rari casi in cui lo fanno, le migliori VPN sono abbastanza intelligenti da usare alcune tecniche furtive per ingannare qualsiasi sistema di rilevamento e blocco.

2. Circonvenzione delle limitazioni nazionali

Alcuni paesi impongono severe limitazioni sull’utilizzo di Internet. Ad esempio, prova ad accedere alla maggior parte dei social network occidentali dalla Cina e presto ti renderai conto che è impossibile. Nel caso specifico della Cina, una buona parte di Internet non è disponibile. Anche servizi comuni come Google hanno un motore di ricerca diverso per la Cina che censura i risultati della ricerca. E la Cina non è certamente l’unico paese del genere. Tutto ciò è relativamente comune in diversi paesi con regimi totalitari

Le tecniche che questi paesi impiegano per applicare le loro restrizioni sono molto simili a quelle utilizzate dalle organizzazioni per filtrare l’accesso. E spesso vediamo gli stessi metodi basati su indirizzi IP, URL o protocolli. Poiché gli stessi metodi vengono utilizzati per limitare l’accesso, è possibile utilizzare gli stessi metodi per aggirarli e una VPN è sicuramente uno dei modi migliori per farlo. Solo una parola di cautela, però. Le implicazioni legali della circonvenzione delle restrizioni nazionali possono avere conseguenze molto gravi e dovresti assicurarti di consultare un consulente legale prima di essere sorpreso a fare qualcosa che potrebbe non sembrare niente per te, ma è un grosso problema per le autorità locali

3. Sbloccare i contenuti geografici bloccati

Un altro motivo importante per l’utilizzo di una VPN consiste nell’aggirare le restrizioni geografiche. Per diversi motivi, molti siti Web e fornitori di contenuti limitano il loro accesso agli utenti situati in un determinato paese o regione. Possono farlo per proteggere i partner locali o per rinforzare la portata dei loro diritti di trasmissione.

Non importa perché lo facciano, lo fanno quasi sempre filtrando il traffico in base al suo indirizzo IP. Quindi, per accedere a un sito che richiede di essere negli Stati Uniti, tutto ciò che serve è un indirizzo IP dagli Stati Uniti. Questo è esattamente ciò che una VPN ti fornirà. Ricorda come abbiamo spiegato che il traffico è stato decodificato all’estremità del tunnel dal server VPN prima di essere inviato su Internet? Bene, questo significa che il destinatario, il sito a cui stai tentando di accedere, ti vedrà come proveniente dall’indirizzo IP del server VPN anziché dal tuo. Tutto quello che devi fare, quindi, per aggirare le restrizioni geografiche, è connetterti a un server VPN situato in una regione che può accedere al servizio.

Perché utilizzare un’estensione VPN con Chrome?

Una VPN ha bisogno di due componenti, un client all’estremità del tunnel e un server all’estremità remota. I client VPN sono disponibili in due versioni principali, stand-alone e estensione del browser. I client stand-alone sono applicazioni che girano sul tuo computer e si connettono a un server VPN, quindi inviano tutto il traffico dentro e fuori dal tuo computer attraverso il tunnel VPN. Di solito è necessario attivarli manualmente e stabilire la connessione prima che il traffico sia effettivamente protetto.

Un’estensione del browser VPN è simile ad uno stand-alone. Ci sono alcune grandi differenze, però. Poiché l’estensione risiede nel tuo browser, crittografa solo il traffico dal tuo browser. Se hai altre applicazioni in esecuzione accanto al tuo browser, il loro traffico verrà inviato in rete non criptato. Un’altra differenza è che in virtù dell’essere un’estensione del browser, la VPN spesso si connette senza alcun intervento da parte dell’utente.

Le migliori cinque estensioni VPN per Chrome

Abbiamo cercato sul Web e sul Chrome Web Store le migliori estensioni VPN. tre di loro ci sono alcune delle migliori VPN commerciali e due sono servizi gratuiti. Alcune sono vere estensioni VPN mentre altre sono solo front-end in-browser per il client stand-alone.

1 – ExpressVPN

La nostra prima scelta, l’estensione ExpressVPN è uno di questi front-end che stavamo menzionando. Si installa su Chrome e consente di controllare il client stand-alone ExpressVPN. Dovrai, quindi, scaricare e installare prima il client ExpressVPN, prima di poter installare e utilizzare l’estensione.

Ciò significa anche che è necessario abbonarsi al servizio ExpressVPN. Ne vale la pena, però, in quanto questo è uno dei migliori fornitori di VPN sul mercato. ExpressVPN utilizza il protocollo OpenVPN con crittografia AES a 256 bit e perfetta segretezza di inoltro dei dati. Utilizza anche chiavi DHE-RSA a 4.096 bit protette da un algoritmo SHA-512. Per quanto riguarda la politica di registrazione, hanno solo una politica di non registrazione parziale. Tuttavia, gli unici dati che conservano sono i server a cui gli utenti si collegano e le date nelle quali si collegano, offrendo così un livello sufficiente di protezione della privacy.

Per quanto riguarda l’estensione di Chrome, installerà un’icona accanto alla barra di ricerca che, quando viene cliccata, apre una piccola finestra che assomiglia esattamente al client stand-alone. Da lì, puoi scegliere la posizione del tuo server o utilizzare la funzione Smart Location di ExpressVPN ed attivare o disattivare il tunnel VPN. Facendo clic sul pulsante del menu in alto a sinistra della finestra, puoi abilitare la funzione Startup di Chrome che connetterà automaticamente la VPN all’ultimo server utilizzato all’avvio di Chrome.

2 – CyberGhost

L’estensione di CyberGhost per Chrome è diversa da ExpressVPN in quanto non richiede l’iscrizione al servizio di CyberGhost. È una vera estensione gratuita che funziona dal tuo browser.

L’estensione sembra offrire un buon livello di sicurezza e privacy. Il servizio VPN standalone di CyberGhost ha alcune grandi caratteristiche ed è tra i migliori provider VPN che abbiamo visto. Possiamo tranquillamente presumere che il servizio gratuito fornito da questa estensione sia equivalente al loro servizio in abbonamento dal punto di vista della sicurezza e della privacy.

Naturalmente, ci sono differenze tra questo servizio gratuito e il servizio in abbonamento di CyberGhost. Innanzitutto, la versione gratuita consente solo di connettersi ai server negli Stati Uniti, nei Paesi Bassi, in Germania e in Romania. Ma la differenza più ovvia è il livello di performance. Come la maggior parte dei servizi gratuiti, questo rallenterà notevolmente la tua connessione.

Se sei un abbonato CyberGhost, il componente aggiuntivo ha ancora gli stessi limiti di Paese di destinazione, ma le prestazioni saranno le stesse che otterresti dall’app standalone. Per quanto riguarda l’estensione in sé, è molto semplice. Dopo aver fatto clic sull’icona dell’estensione, si apre in una piccola finestra in cui puoi selezionare il tuo Paese e attivare o disattivare la VPN.

3 – NordVPN

NordVPN è un altro dei principali fornitori di VPN. L’estensione di Chrome, come ExpressVPN, richiede l’iscrizione al servizio e ti fornirà un modo semplice per connettere e disconnettere il tunnel VPN. Il confronto si ferma qui poiché si tratta di una vera estensione VPN che non richiede l’installazione del client standalone.

NordVPN ha una forte politica di no-logging insieme alla crittografia del traffico OpenVPN utilizzando la crittografia AES a 256 bit e le chiavi DH da 2.048 bit. Il servizio ha anche la protezione da perdita DNS abilitata di default, una funzionalità che alcuni provider non hanno.

Un abbonamento NordVPN ti consente di utilizzare il loro servizio da sei dispositivi, uno dei più alti numeri di connessioni simultanee consentite. Questo può essere utile se si desidera proteggere diversi dispositivi. Inoltre, NordVPN ha circa 1191 server distribuiti in 61 paesi.

OFFERTA LETTORE: iscriviti per un contratto di due anni con NordVPN e ottieni un incredibile sconto del 66%, appena $3,29 al mese! Ogni piano è coperto dalla garanzia di rimborso di 30 giorni di NordVPN, quindi non c’è alcun rischio.

4 – Hola

Hola: Unlimited Free VPN è un’estensione VPN per Chrome eccellente che ti consente di accedere a siti Web bloccati nel tuo paese, scuola o azienda. È una VPN gratuita e facile da usare.

Hola ti consente di scegliere da quale paese desideri accedere a Internet, consentendoti di sbloccare siti Web e servizi bloccati geograficamente. È inoltre possibile eseguire lo streaming di file multimediali con questa estensione gratuita di Hola: Unlimited VPN. E a proposito, è veramente gratuita e anche facile da installare e utilizzare.

E a proposito del suo utilizzo, funziona in modo leggermente diverso dalle altre estensioni VPN. Come gli altri, puoi avviarla facendo clic sul pulsante delle estensioni accanto all’indirizzo e alla barra di ricerca. Quindi selezioni un paese tra le dozzine di paesi che vengono offerti.

Una volta selezionato un paese, Hola si connette a un server in quel paese e ricarica la pagina del browser corrente attraverso il tunnel VPN. Tuttavia, il tunnel VPN è valido solo per il sito corrente. Finché continui a navigare nelle sue pagine, la tua connessione rimane protetta, come illustrato dall’icona di Hola che è stata sostituita da una bandiera del paese in cui sei connesso, ma non appena accedi a un altro sito, torni a una connessione non protetta. L’estensione ricorderà la tua selezione e la prossima volta che torni a quel sito, ti connetterà automaticamente attraverso il suo tunnel VPN.

Una cosa che abbiamo davvero apprezzato di questo servizio è che il suo impatto sulle prestazioni sembra essere minimo, soprattutto se confrontato con altri servizi gratuiti.

4 – DotVPN 200 – 2590

DotVPN offre sicurezza WiFi, privacy online e accesso sicuro a Facebook, Netflix, BBC, YouTube e tutti i siti web nel mondo. Questa VPN illimitata e gratuita può proteggere la tua connessione quando sei connesso a hotspot WiFi pubblici, reti di dati cellulari e altri luoghi pubblici.

Tra le migliori caratteristiche del servizio, possiamo menzionare una rete VPN ottimizzata con velocità e larghezza di banda illimitate, crittografia avanzata con chiavi a 4096 bit, compressione integrata per risparmiare fino al 30% del traffico e molto altro.

La VPN funziona molto bene per sbloccare siti limitati dalla scuola, dall’ufficio o da un luogo pubblico, ma non funzionerà bene se vuoi sbloccare i siti bloccati geograficamente. Ahimè, non è possibile scegliere un paese di connessione specifico con la versione gratuita. Quando abbiamo testato il servizio, abbiamo ci siamo quasi sempre collegati ai server in Europa. Questo non è un buon servizio per sbloccare le reti televisive statunitensi.

Un altro svantaggio che abbiamo riscontrato con il servizio è l’installazione di un’applicazione in background che viene eseguita all’esterno di Chrome sul computer. Anche questa applicazione viene avviata all’avvio del sistema.

Nel complesso, si tratta di un ottimo servizio VPN gratuito che, nonostante le sue limitazioni, funziona bene e ha un impatto minimo sulle prestazioni. Abbiamo eseguito alcuni test di velocità con e senza la connessione protetta e le differenze erano davvero marginali

In conclusione

Ti abbiamo mostrato alcune delle migliori estensioni VPN basate su abbonamento e gratuite per Chrome. I due servizi di abbonamento provengono da alcuni dei principali fornitori di VPN e puoi fidarti di loro per avere la massima sicurezza e privacy. La nostra terza opzione, CyberGhost, ti offre la possibilità di scegliere un’estensione del browser gratuita o un’applicazione client autonoma basata su una sottoscrizione completa con molte più funzionalità rispetto all’estensione di Chrome.

Per quanto riguarda i due servizi gratuiti che abbiamo mostrato, sono tra i migliori servizi gratuiti che puoi trovare. Forniscono un buon livello di privacy e sicurezza pur avendo un impatto minimo sulle prestazioni e sui tempi di risposta del sito web.

E tu? Qual è la tua estensione VPN preferita per Chrome e quale ti piace di più? Usa la sezione commenti qui sotto per condividere la tua esperienza con noi.

Leave a comment