1. Home
  2. IT
We are reader supported and may earn a commission when you buy through links on our site. Learn more

Paesi del gruppo 5-9-14 occhi – Comprendere i gruppi internazionali di sorveglianza di massa

Oggi ti aiuteremo a comprendere i gruppi di sorveglianza noti come Five Eyes, Nine Eyes e Fourteen eyes, quali paesi partecipano e quali informazioni di sorveglianza condividono.

Proteggere i tuoi dati privati ​​è molto più difficile oggi che in passato. Prima dell’ascesa di Internet, mantenere le informazioni sicure significava distruggere documenti sensibili e coprire il PIN presso l’ATM. Ora, con i dati che si diffondono in tutto il panorama digitale alla velocità della luce, stare al sicuro sembra un compito impossibile. Aggiungete a ciò i programmi di sorveglianza di massa emanati dai governi di tutto il mondo, e le cose diventano ancora più complesse.

Anche se ti sei limitato alla privacy online, è probabile che tu abbia sentito parlare dell’alleanza dei Quattordici Occhi. La coalizione rappresenta governi mondiali che raccolgono e condividono dati sui propri cittadini, consentendo a un paese di spiarne un altro senza violare alcuna legge. Questo è un enorme rischio per la tua privacy online, costringendo molti a rivolgersi a VPN per consentire la navigazione web anonima e mantenere la loro identità protetta.

Quali sono i gruppi di sorveglianza Quattordici Occhi e Cinque Occhi? In che modo la loro esistenza influenza l’utente Web medio e in che modo l’utilizzo di una VPN mantiene i tuoi dati al sicuro? Daremo un’occhiata a queste domande e altre informazioni nella funzione di seguito, inclusa una guida paese per paese sulle migliori giurisdizioni VPN per mantenerti al sicuro e le migliori VPN al di fuori del gruppo dell’alleanza Five Eyes.

Five Eyes Alliance

Five Eyes è un accordo di sorveglianza internazionale stipulato tra Australia, Canada, Nuova Zelanda, Regno Unito e Stati Uniti. Il patto consente una completa condivisione dell’intelligence tra le nazioni, compresi i documenti relativi alla sorveglianza dei cittadini e ai registri delle attività online.

L’alleanza dei Cinque Occhi ha origini belliche che risalgono agli anni ’40, sebbene i maggiori affari siano stati raggiunti durante l’era della guerra fredda nei decenni successivi. A quel tempo, la maggior parte delle attività riguardavano il monitoraggio di individui sospetti con connessioni dirette alle minacce internazionali. Con la proliferazione della tecnologia online, tuttavia, l’accordo è continuato ed esteso fino a includere quasi tutti i membri dei paesi in questione.

L’alleanza Five Eyes comprende:

  • Australia,
  • Canada,
  • Nuova Zelanda,
  • il Regno Unito,
  • e gli Stati Uniti

L’accordo tra questi paesi fu tenuto segreto fino al 2003. Un decennio dopo, Edward Snowden trapelò documenti provenienti dall’Agenzia per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti (NSA) mostrando quanto fossero diventate diffuse le “invasioni” sulla privacy dei privati cittadini.

Nine Eyes Alliance

Nei documenti trapelati, Snowden ha dimostrato che i paesi dell’alleanza Occhi si sono impegnati nella regolare sorveglianza di massa dei propri cittadini e hanno condiviso liberamente tale intelligence con altre nazioni. L’accordo ebbe un tale successo che alla fine furono stipulati più patti che estendevano la rete oltre i cinque paesi originali. I gruppi di sorveglianza di Nine Eyes e Fourteen Eyes si estendono per includere più nazioni che condividono più dati, rappresentando una minaccia ancora più forte per le persone comuni che usano Internet.

L’alleanza Nine Eyes include tutte le precedenti Five Eyes e

  • Danimarca,
  • Francia,
  • Olanda,
  • e Norvegia.

Fourteen Eyes Alliance

I paesi dei “Quattordici Occhi” includono quelli sopra nell’Alleanza dei Nove Occhi e

  • Germania,
  • Belgio,
  • Italia,
  • Spagna,
  • e Svezia.

Tutti i gruppi di cui sopra e i loro paesi associati condividono le informazioni di sorveglianza sui propri cittadini. Lo fanno anche attivamente e volontariamente. Oltre a queste aree, paesi come Israele, Giappone, Singapore e Corea del Sud partecipano all’alleanza su base non ufficiale. La condivisione della sorveglianza cresce con ogni decennio che passa, il tutto coadiuvato dalla facilità con cui si possono raccogliere dati tramite metodi online.

Come può aiutare una VPN?

La condivisione dell’intelligence tra paesi rappresenta una tremenda minaccia per la privacy online. Ciò ha portato molti utenti a cercare VPN per proteggere l’identità di base e la protezione delle informazioni più intime. La semplice esecuzione di una VPN non è abbastanza, tuttavia, poiché si è ancora soggetti alle regole dei paesi da cui si opera.

Sede Legale di una VPN

Se hai mai letto qualcosa parlando di VPN affidabili, il tema della giurisdizione viene inevitabilmente sollevato. In parole semplici, il paese in cui è registrata una VPN stabilisce la sua giurisdizione legale. Non importa dove si trovano i server dell’azienda o dove opera il proprio team, solo dove l’azienda è considerata un’entità legale.

La giurisdizione sui servizi di una VPN si traduce direttamente in giurisdizione sui dati che condividi attraverso quella VPN. Non importa che le tue informazioni siano criptate, dato che la compagnia VPN ha le chiavi per decriptarle. Se obbligati dalle leggi locali, le aziende potrebbero essere costrette a decifrare i tuoi dati e condividerli con le agenzie governative, il tutto senza la tua conoscenza o il tuo consenso.

La tua posizione

Un altro fattore che molte persone dimenticano è che le leggi del proprio paese regolano l’utilizzo di servizi online come le VPN. Anche se i tuoi dati sono criptati e la tua identità completamente anonima, sei ancora vincolato dalle normative del paese in cui vivi o che stai visitando. Mentre le VPN sono legali in quasi tutte le regioni, non è sempre così ovunque. Assicurati di rispettare le leggi locali prima di utilizzare una VPN.

Importanza delle politiche di registrazione

I dati inviati tramite un servizio VPN possono teoricamente essere archiviati dalle società. Questi possono includere qualsiasi cosa dai siti web a cui accedi l’indirizzo IP dal quale ti stai connettendo. Se i registri di queste informazioni sono conservati, la VPN potrebbe usarli per abbinare gli schemi di traffico agli utenti, esponendo così la tua identità. Se hanno una politica di registrazione zero , tuttavia, i tuoi dati non vengono memorizzati, il che significa che non possono mai essere utilizzati contro di te.

Ci sono alcuni casi stravaganti in cui gli investigatori della polizia hanno tentato di procurarsi informazioni sugli utenti da VPN ben note. Se ne andarono a mani vuote, tuttavia, poiché il servizio non teneva registri di alcun tipo, rendendo impossibile correlare qualsiasi tipo di dati.

La maggior parte delle VPN promettono una politica di registrazione zero in quante più aree possibili. Vi sono casi in cui le VPN sono costrette a tenere registri nascosti di determinate attività, tuttavia, soprattutto se si trovano in una giurisdizione ostile.

Giurisdizione + quattordici occhi

Qui è dove le cose diventano davvero incasinate. Se vivi o viaggi in un paese dei Quattordici Occhi, o se utilizzi un servizio VPN in una giurisdizione che fa parte della rete dei Quattordici Occhi, considera i tuoi dati privati ​​come completamente condivisi con tutti gli altri Paesi dell’Alleanza. Se provieni dalla Nuova Zelanda ma utilizzi un servizio VPN in Canada, i tuoi dati non sono probabilmente più sicuri rispetto a un servizio VPN del tuo paese.

Esistono due modi per proteggersi da tutto ciò: attenersi a un servizio verificato che abbia una rigida politica di zero-logging, o entrambe le cose.. e utilizzare un servizio VPN che non si trova in nessuna delle nazioni dei Quattordici Occhi. Naturalmente non è sempre facile, quindi la soluzione migliore è trovare una VPN affidabile con una giurisdizione compatibile con la privacy e una politica di non registrazione.

Paesi migliori e peggiori per le giurisdizioni VPN

Ora che sei a conoscenza dei rischi posti dal gruppo di sorveglianza Quattordici, Nove e Cinque Occhi e sei consapevole dell’importanza delle politiche di zero-logging e delle giurisdizioni VPN, è tempo di dare un’occhiata a quali paesi fanno del loro meglio per proteggere la tua privacy online.

Australia

Attualmente l’ Australia non pone alcuna restrizione sull’uso di Internet o l’accesso ai dati per i suoi cittadini o viaggiatori all’interno del paese. Inoltre, le VPN sono perfettamente legali da usare. Nota che l’Australia fa parte dell’alleanza Five Eyes, tuttavia, il che la rende una potenziale minaccia alla tua privacy se vivi o utilizzi una VPN registrata lì. Le società di telecomunicazioni in Australia sono inoltre tenute a conservare i metadati per due anni, il che potrebbe avere un impatto indiretto sulla privacy.

Vale anche la pena di notare che l’Australia ha approvato leggi anti-crittografia che hanno fatto tacere i fautori della privacy. Non è noto se o come ciò influenzerà l’utilizzo della VPN all’interno del paese in futuro. Al momento della stesura, tuttavia, non ci sono modifiche al modo in cui l’accesso VPN o i servizi funzionano in Australia.

Bielorussia

La Bielorussia è nota perché è uno dei pochi paesi (e attualmente l’unico paese in Europa) che ha reso le VPN illegali . Il governo censura pesantemente l’internet locale, che colpisce sia i cittadini che i viaggiatori nella nazione. Se sei sorpreso a utilizzare una VPN in Bielorussia, potresti ricevere una salatissima multa.

Belgio

Il Belgio ha una politica relativamente amichevole nei confronti del mondo online. Internet non ha restrizioni per tutti gli utenti e, per quanto ne sappiamo, i contenuti non sono censurati dal governo locale. Le VPN sono completamente legali da usare anche in Belgio.

Sfortunatamente, il Belgio fa parte dell’alleanza di sorveglianza di Fourteen Eyes, che non è un dato insignificante, considerando le sue politiche sulla privacy. I fornitori di servizi Internet all’interno del paese potrebbero inoltre essere tenuti a bloccare i siti Web se i funzionari delle forze dell’ordine ritengono che stiano svolgendo attività illegali.

Isole Vergini Britanniche

Le Isole Vergini britanniche sono un territorio del Regno Unito, ma sono interamente autogestite dalle loro stesse leggi e regolamenti. Non partecipano a nessuno dei programmi di condivisione dell’intelligenza Oculare, le VPN sono perfettamente legali e la posizione fisicamente remota rende improbabile che il paese diventi un obiettivo per i mandati di acquisizione informazioni.

La natura delle politiche sulla privacy delle Isole Vergini britanniche ne fa una buona “casa madre” per i servizi VPN. In effetti, ExpressVPN utilizza le BVI come nazione ospitante la propria sede.

Bulgaria

La Bulgaria segue con molti paesi europei e dispone di politiche favorevoli alla privacy che non vietano le VPN o costringono le aziende a registrare i dati degli utenti. La libertà di parola e la libertà di stampa sono diritti protetti in Bulgaria. C’è una certa preoccupazione per le richieste di dati elettronici che vengono fatte senza l’autorizzazione del tribunale, insieme alla potenziale corruzione nel governo che lentamente erode queste libertà, comunque.

Canada

Il Canada ha dimostrato un forte impegno per l’accesso illimitato a Internet a tutti i suoi cittadini. Le leggi locali proteggono i diritti dell’individuo sia di persona che online, tra cui la libertà di parola e la libertà di stampa. Il governo ha persino espresso il proprio sostegno alla neutralità della rete.

Le VPN sono legali in Canada , ma vale la pena notare che il paese è membro dei gruppi più pericolosi dell’alleanza, Five eyes. Un certo numero di servizi VPN, tra cui TunnelBear e BTGuard, sono basati fuori dal Canada.

Cina

La Cina è ampiamente considerata uno dei paesi peggiori per quanto riguarda le libertà online. Per cominciare, solo le VPN autorizzate dal governo sono permesse in Cina, tutti gli altri servizi sono completamente vietati. L’Internet è fortemente censurato per mantenere alcune informazioni fuori della consapevolezza del pubblico, tra cui la maggior parte dei siti di informazione stranieri e servizi di social media. Queste restrizioni diventano sempre più gravi col passare del tempo.

Le attuali leggi sulla sicurezza informatica in Cina impongono pesanti multe a società di telecomunicazioni che non rispettano le normative. I fornitori di VPN devono richiedere l’approvazione del governo prima di fornire l’accesso ai locali. I cittadini beccati ad accedere all’ Internet aperto internazionale con una VPN senza previa approvazione governativa sono soggetti a multe.

Solo per questi motivi, è lecito ritenere che se stai utilizzando Internet in Cina, sei monitorato e spiato. Esistono tuttavia soluzioni alternative , ma utilizzarle a proprio rischio.

Repubblica Ceca

Nel complesso, la Repubblica ceca non limita né censura l’accesso a Internet all’interno dei suoi confini. Il paese ha diverse leggi in vigore che proteggono anche le libertà di espressione. Discorsi di odio e altri tipi specifici di propaganda sono vietati, e i provider di Internet devono limitare l’accesso a siti di lotterie / lotterie straniere non regolamentati, ma a parte questo, Internet è aperto e libero come ovunque. Gli indirizzi IP cechi sono popolari tra gli spoofers nei paesi confinanti meno progressisti.

Danimarca

La Danimarca ha forti protezioni che tengono a bada la censura a tutti i livelli, incluso il governo. I fornitori di servizi Internet sono tenuti a collaborare con la polizia per bloccare la pornografia infantile, e alcuni siti torrent sono bloccati da alcuni ISP, il che significa che i locali non saranno in grado di accedere a questi contenuti mentre si trovano all’interno del paese.

La Danimarca fa parte del gruppo dell’alleanza Nine Eyes. Ciò significa che i dati che passano attraverso il paese potrebbero non essere completamente privati ​​a causa degli accordi di condivisione dell’intelligence che ha in essere con altre grandi potenze mondiali, compresi gli Stati Uniti e il Regno Unito.

Finlandia

La Finlandia è uno dei paesi migliori in termini di politiche sulla privacy online di facile utilizzo e leggi anti-censura. Le VPN sono completamente legali all’interno del paese e non ci sono restrizioni governative sui contenuti di Internet. Gli ISP spesso bloccano la pornografia infantile nel paese, questi filtri erano volontari, non richiesti dalla legge. Inoltre, la Finlandia non fa parte di nessuno dei gruppi di sorveglianza menzionati sopra.

Francia

La libertà di parola online e l’accesso a Internet non filtrato sono entrambi ufficialmente supportati dal governo francese . Rapporti recenti suggeriscono che ci sono alcune restrizioni all’orizzonte poiché i funzionari tentano di contrattaccare notizie false e minacce terroristiche che provengono da fonti online.

Detto ciò, la Francia fa parte del gruppo di sorveglianza Nine Eyes, che è una preoccupazione generale per la privacy. Negli ultimi anni sono stati avviati interventi di sorveglianza e raccolta dati che vedono anche in Francia esperti in materia di privacy che si interrogano sul futuro di un accesso sicuro a Internet.

Germania

La Germania è membro del gruppo Alliance esteso di Fourteen Eyes. Nonostante questo marchio “nero” nel suo record, la Germania esprime ancora l’impegno a rispettare la privacy online e le libertà di parola. Le VPN sono legali in Germania , e un certo numero di servizi ha nel paese la propria sede.

La nuova legislazione in Germania suggerisce che il paese si sta preparando ad incrementare i tentativi di sorveglianza online nel prossimo futuro. Esistono inoltre leggi che consentono il monitoraggio e la registrazione dei cittadini anche senza che si sospettino attività criminali dalla loro parte. La Germania è anche sotto esame per le sue dure leggi sulla conservazione dei dati che rendono le politiche di zero-logging più difficili da rispettare.

Gibilterra

Gibilterra è in qualche modo simile alle Isole Vergini britanniche. È tecnicamente parte del Regno Unito, ma è autonomo con le sue regole e regolamenti. Le VPN sono legali a Gibilterra e il Paese non censura o limita la sua rete Internet in alcun modo. Inoltre non fa parte dei gruppi di sorveglianza discussi sopra.

I sostenitori della privacy dovrebbero sapere che Gibilterra non è completamente indipendente dalla Gran Bretagna, comunque. Si affidano al Paese madre per questioni di difesa e sicurezza, dando al Regno Unito il diritto di assumere il potere e prendere decisioni quando si tratta di questioni come la sorveglianza online. Questo non è ancora successo, ma è un rischio potenziale.

Grecia

Le leggi in Grecia proteggono le libertà di parola online e la libertà di stampa. Al momento non vi sono prove che il governo censuri o blocchi siti Web o interferisca con Internet. La Grecia non fa parte del gruppo di sorveglianza di Fourteen Eyes e le VPN sono completamente legali da usare.

Ci sono alcune zone grigie quando si tratta di comunicazioni Internet, tuttavia. La polizia ha tecnicamente il diritto di monitorare l’attività e i dati dei cittadini quando si connettono. Tuttavia, se una VPN ha sede in un altro Paese e non tiene traccia dei dati, tutto ciò non dovrebbe costituire un problema.

Hong Kong

Hong Kong è un territorio cinese, ma mantiene la sua completa autonomia. Non ci sono attualmente restrizioni all’accesso web avviate dal governo locale e le VPN sono legali sotto tutti gli aspetti. Hong Kong non fa parte di alcun accordo di sorveglianza internazionale.

Le restrizioni di censura comuni e frequenti in Cina, semplicemente non esistono a Hong Kong. La sua vicinanza lo rende una giurisdizione incredibilmente popolare da cui operare per le aziende VPN, tra cui BlackVPN e PureVPN .

Iran

L’Iran è uno dei paesi con gli ambienti online più ristretti al mondo. Per cominciare, solo le VPN approvate dal governo sono legali, il che significa che tutti i servizi gestiti all’estero sono completamente vietati. Le principali piattaforme di social media come Facebook e Twitter sono censurate dal governo, insieme ad una grande quantità di altri contenuti dall’esterno del paese.

Proteste e opposizione a queste severe leggi online sono attualmente in corso in Iran. Resta da vedere se possono o meno risolvere il problema. Fino ad allora, non è possibile utilizzare VPN non approvate all’interno del Paese e non si dovrebbe mai fidarsi di un servizio registrato all’interno del Paese.

Israele

Israele offre buone protezioni per l’accesso a Internet, consentendo libertà di parola e libertà di stampa senza restrizioni. Finora non ci sono stati casi documentati di censura governativa o restrizioni simili sull’accesso a Internet in Israele.

Le VPN sono legali da usare in Israele, ma vale la pena ricordare che il paese ha un patto di cooperazione con le nazioni che condividono l’intelligence nell’alleanza dei Quattordici Occhi. Non sono ufficialmente membri del gruppo, ma sono noti per collaborare.

Italia

L’Italia protegge attivamente le libertà online dei visitatori e dei residenti del paese. Il governo non blocca o filtra il contenuto web a parte la pedo-pornografia e di giochi d’ azzardo a distanza. Le VPN sono legali, ma le società di telecomunicazioni devono conservare i dati di Internet per un massimo di sei anni, il che potrebbe essere fonte di preoccupazione per alcuni utenti. L’Italia è anche parte del gruppo dell’alleanza Fourteen Eyes.

Giappone

Il Giappone ha la posizione unica di essere un sospetto contributore dell’alleanza Five Eyes, ma non un membro confermato. Le VPN sono legali all’interno del paese e la censura è vietata grazie alle forti leggi sulla libertà di parola. Alcuni fornitori di servizi Internet filtrano la pornografia infantile, ma questo è volontario, non obbligatorio, non imposto dal governo.

Vale la pena notare che la Corte Suprema giapponese ha recentemente scelto di consentire alla polizia di monitorare l’attività online di alcuni residenti anche senza il sospetto di attività criminali. Questa interpretazione delle norme potrebbe portare ad un aumento della sorveglianza nel corso degli anni.

Malaysia

Sebbene il governo della Malesia non sembri limitare o censurare internet, al momento non esistono diritti costituzionali nel paese che proteggano la libertà di parola o l’accesso online. Il governo ha il potere di sequestrare e conservare i dati a sua discrezione. La buona notizia è che le VPN sono legali, tuttavia, è facile proteggersi da queste potenziali minacce.

Paesi Bassi

I Paesi Bassi attualmente non hanno restrizioni di censura inusuali. I siti di torrenting che promuovono contenuti piratati sono o potrebbero presto essere banditi grazie ai nuovi regolamenti, comunque. Le VPN sono legali da usare, ma vale la pena notare che l’Olanda è un membro del gruppo di sorveglianza Nine Eyes ed è noto per condividere informazioni con nazioni straniere.

Nuova Zelanda

La stessa Internet in Nuova Zelanda è in gran parte senza censura, senza restrizioni e completamente libera dal controllo governativo. La libertà di parola è un diritto protetto all’interno del paese e le VPN sono legali da usare. La Nuova Zelanda è un membro della cerchia più pericolosa dei gruppi di accordi di sorveglianza, il Five Eyes. Questo da solo lo rende una giurisdizione pericolosa per le aziende VPN.

Norvegia

Nel complesso, la Norvegia gestisce un Internet senza restrizioni e senza censura con alcune delle migliori protezioni in atto per preservare la libertà di parola. L’unica censura su scala nazionale che si svolge è fatta volontariamente da alcuni ISP che bloccano i siti di pornografia infantile. Questa reputazione è solo leggermente infangata dalla partecipazione del paese al gruppo di sorveglianza Nine Eyes, è tuttavia possibile che le tue informazioni possano essere condivise con altre nazioni.

Panama

La costituzione di Panama protegge tutte le forme di espressione, sia online che offline. Residenti e visitatori sono in grado di utilizzare Internet libero e aperto senza timore di censura, e tutte le VPN sono perfettamente legali da usare. Le leggi di Panama vietano in modo specifico interferenze arbitrarie da parte del governo o della polizia con la privacy delle persone, rendendo questa una delle migliori giurisdizioni da cui operare per le VPN. Una di queste società è la NordVPN altamente consigliata .

Romania

Le VPN sono legali in Romania , e l’Internet locale in generale è noto per essere libero e senza restrizioni. Esistono alcuni filtri governativi per bloccare la pornografia infantile, ma a parte questo, non ci sono blocchi generalizzati. La Romania è attualmente considerata una delle migliori giurisdizioni per le VPN compatibili con la privacy a causa del suo rifiuto ripetuto di rispettare le leggi sulla conservazione dei dati dell’Unione Europea, dichiarandole sia incostituzionali che infrazioni sui diritti della privacy della persona. CyberGhost , un’altra VPN altamente rispettata, utilizza la Romania come giurisdizione di scelta.

Russia

La Russia è seconda solo alla Cina in termini di mancanza di libertà di Internet.  Le VPN sono quasi universalmente vietate all’interno del paese, con solo poche aziende autorizzate dal governo a operare all’interno dei confini. Il governo filtra attivamente i contenuti che ritiene inappropriati per i cittadini , compresi i critici espliciti della Russia e delle sue autorità.

L’organizzazione di Reporters without Borders considera la Russia un nemico di Internet e attivamente ostile nei confronti dei giornalisti. Le agenzie di intelligence del paese sono note per impegnarsi nella sorveglianza di massa sia a livello nazionale che internazionale.

San Marino

San Marino non impone restrizioni alle libertà di Internet. Non c’è censura, divieto di VPN e la libertà di parola è fortemente supportata. Non sono stati segnalati casi in cui San Marino monitorasse privati cittadini ​​o condividesse dati con organizzazioni internazionali, rendendosi una destinazione incredibilmente attraente per l’hosting VPN.

Seychelles

Le Seychelles non partecipano alle operazioni di sorveglianza internazionale e il paese non è stato beccato a condividere dati con nessun altro paese. I residenti godono di un accesso aperto, gratuito e senza restrizioni a Internet senza alcun divieto di VPN e praticamente senza censura. Alcuni casi di interferenze governative sono stati segnalati in relazione ai contenuti politici online, ma a parte questo, questa giurisdizione è notevolmente sicura.

Singapore

Singapore partecipa attivamente alla censura dei contenuti attraverso i suoi provider di servizi locali. È noto che si tratta di un elenco ufficiale di siti Web bloccati tenuti segreti anche al pubblico. Le VPN sono legali, ma poiché il paese è un noto contributore delle nazioni dell’alleanza Five Eyes, la giurisdizione è vista generalmente ostile come host VPN.

Corea del Sud

I cittadini della Corea del Sud hanno un diritto costituzionale alla privacy. Ciò non ha tuttavia impedito al governo locale di limitare i diritti di libertà di parola, di censurare determinati contenuti o di collaborare con l’alleanza Five Eyes per scopi di condivisione e sorveglianza dei dati.

Spagna

La Spagna è membro del gruppo di sorveglianza esteso Quattordici Occhi. Partecipa alla condivisione limitata dei dati con i paesi collegati, anche se le VPN sono legali e il paese ha leggi in vigore che proteggono la libertà di parola e la riservatezza dei dati personali.

Svezia

Le VPN sono legali in Svezia , e ci sono più protezioni in atto che tutelano la libertà di parola, proibiscono la maggior parte dei tentativi di censura e vietano interferenze arbitrarie con la privacy. Le agenzie di intelligence sono obbligate a ottenere il permesso del tribunale prima di monitorare il traffico online, il che è una protezione cui spesso i paesi amici della privacy rifiutano categorigamente.

La relazione della Svezia con i paesi che condividono l’intelligence nel gruppo dei Quattordici Occhi l’ha sottoposta all’esame di una potenziale giurisdizione VPN, tuttavia, PrivateVPN è registrata qui ed è sicura. È probabile che i tuoi dati siano al sicuro con un’ azienda registrata in Svezia, ma le sue alleanze politiche lasciano qualche dubbio al riguardo.

Svizzera

Fedele alla sua reputazione di territorio neutrale, la Svizzera dispone di solide norme che proteggono le libertà online e la privacy personale, incluse le leggi messe in atto per punire le violazioni di tali regolamenti. I cittadini hanno recentemente votato per approvare il monitoraggio a livello governativo delle attività online, ma non ci sono prove che questa infrastruttura sia mai stata messa in atto. Le VPN sono legali in Svizzera e il paese non collabora con gli accordi internazionali di condivisione dell’intelligence come Five Eyes.

Regno Unito

Il Regno Unito è un membro fondatore dell’alleanza Five Eyes, che offre un accesso senza precedenti e di lunga data alla rete internazionale di intelligence e sorveglianza. Le recenti leggi approvate dal governo hanno iniziato a erodere le protezioni messe in atto per mantenere la sicurezza di Internet e dei cittadini al sicuro, spingendo molti a chiedersi che cosa il governo britannico sa di noi. Questa tendenza non mostra segni di inversione, il che rende il Regno Unito uno dei luoghi più pericolosi per l’accesso VPN nel prossimo futuro.

Al momento della scrittura, il Regno Unito ha ancora leggi in vigore che proteggono la condivisione di informazioni online. Le VPN sono legali e anche la censura è vietata.

Stati Uniti d’America

Gli Stati Uniti sono un altro membro fondatore del gruppo di sorveglianza Five Eyes, che gli dà pieno accesso alla quantità più spaventosa di dati offerti dall’alleanza. Esistono atti costituzionali che proteggono la libertà di parola e la libertà di stampa, sia online che offline, ma le recenti controversie riguardanti la sorveglianza del governo e la condivisione dell’intelligence hanno sollevato dubbi sul modo in cui tali leggi vengono interpretate.

Attualmente, le VPN sono legali negli Stati Uniti , e non vi è alcun segno che questo trend sarà invertito nel prossimo futuro. La neutralità della rete è costantemente sotto attacco in quanto gli interessi aziendali spingono i legislatori in nuove direzioni, comunque. Poiché è uno dei paesi Five Eyes, gli Stati Uniti sono considerati una giurisdizione pessima per qualsiasi servizio VPN.

Migliori VPN (giurisdizioni che proteggono la privacy)

Avere una VPN con server veloci è bello, ma quando si tratta di privacy e sicurezza, è necessario concentrarsi sulla giurisdizione e sulle politiche di zero-logging . Le VPN sottostanti sono tutte registrate in paesi con eccellenti punteggi su entrambi i fronti, e nessuno di loro fa parte del gruppo di sorveglianza Five Eyes, quindi è possibile utilizzarle con la massima tranquillità.

1 – ExpressVPN

VISITA EXPRESSVPN.COM 

ExpressVPN è una delle VPN più veloci e affidabili in circolazione e fornisce queste funzionalità senza compromettere la privacy. ExpressVPN funziona senza problemi su PC, Mac, iPhone, Android, Fire TV e molte altre piattaforme, tutte con la stessa interfaccia con un solo clic e design leggero. È facile] godere della piena privacy online e delle funzionalità di anonimato, complete di una serie di funzioni di sicurezza che lavorano dietro le quinte per tenerti al sicuro in ogni momento.

I dati che passano attraverso la rete di ExpressVPN sono protetti con crittografia AES a 256 bit di livello militare e supportati da una rigorosa politica di zero-logging su traffico, richieste DNS e indirizzi IP. Le informazioni rimangono al sicuro anche tramite un kill switch automatico e funzionalità di prevenzione perdite DNS sul suo software. Tutto questo funziona sulla rete di oltre 3000 server di ExpressVPN in 94 paesi diversi per offrirti una connessione veloce e sicura ovunque nel mondo.

La giurisdizione di ExpressVPN è le Isole Vergini britanniche, un paese che attribuisce un’alta priorità alla privacy e alla sicurezza dei suoi cittadini.

Ottieni maggiori informazioni su ExpressVPN, le sue funzionalità per la privacy e le pratiche di registrazione dei dati nella nostra recensione ExpressVPN completa .

Pro

  •  Sblocca Netflix USA
  •  94 paesi, oltre 3.000 server
  •  Molto semplice e facile da usare
  •  Politica rigorosa di no-logging
  •  Ottimo servizio al cliente (chat 24/7).

Contro

  •  Max 3 connessioni simultanee
  •  Un po ‘più costoso di alcune altre opzioni.
MIGLIORE VPN TRA TUTTE: ExpressVPN è la nostra migliore raccomandazione. Ha sede legale appositamente predisposta alla privacy e ad una grande politica di zero-logging. Ottieni uno sconto del 49% sul piano annuale + 3 mesi extra gratuiti.

2 – NordVPN

VISITA NORDVPN.COM 

NordVPN è una VPN popolare, sicura e affidabile che gestisce una rete impressionante di oltre 5.300 server in 61 paesi. Ognuno di questi è disponibile senza una limitazione di velocità o larghezza di banda, che consente di accedere e scaricare download senza fine da qualsiasi parte del mondo. Questa enorme varietà consente inoltre a NordVPN di offrire caratteristiche di privacy esclusive come la doppia crittografia, la protezione dagli attacchi DDoS e il routing onion su VPN.

Le app leggere di NordVPN sono dotate di tutto il necessario per essere al sicuro su qualsiasi dispositivo, da PC a Mac, Linux, iOS, Android, Fire TV e altro. È inoltre possibile ottenere la crittografia AES a 256 bit, la protezione da perdita DNS, un kill switch automatico e una politica di registrazione zero che copre timestamp, richieste DNS, indirizzi IP e traffico quando si naviga.

NordVPN è estremamente facile da configurare e utilizzare sul tuo dispositivo preferito e con la sua giurisdizione a Panama, puoi stare sicuro che la tua privacy è rispettata.

Scopri di più sull’esperienza NordVPN nella nostra recensione completa NordVPN .

Pro

  •  Server ottimizzati per sbloccare Netflix
  •  Ampio parco server di oltre 5.400 server diversi
  •  Zero perdite: IP / DNS / WebRTC
  •  Nessun registro e connessioni crittografate per la privacy totale
  •  Servizio clienti (chat 24/7).

Contro

  •  Alcuni server possono avere velocità d / l medie
  •  A volte è lento con i rimborsi ma li emette sempre.
OTTIMO PREZZO: NordVPN offre ottima giurisdizione, un’impressionante politica di zero-registrazione e una potente crittografia. Proteggi la tua privacy con il nostro esclusivo sconto del 75% sul piano triennale.

3 – CyberGhost

VISITA CYBERGHOST.COM 

CyberGhost offre un’esperienza VPN incredibile per tutti i tipi di utenti, incluso chiunque sia interessato a proteggere i dati sul proprio dispositivo preferito. L’app leggera dell’azienda funziona su quasi tutte le piattaforme immaginabili, dai PC agli iPhone e iPad, dispositivi Android, tablet, laptop e altro ancora. Non appena ti iscrivi avrai accesso alla straordinaria rete di oltre 3.700 server CyberGhost in 60 paesi, tutti con dati illimitati e senza restrizioni sulla velocità.

Le funzionalità di privacy di CyberGhost mantengono tutti al sicuro con la crittografia AES a 256 bit su tutti i dati, una politica di zero-logging sul traffico, timestamp e indirizzi IP, e sia protezione DNS leak e un kill switch automatico. Queste funzionalità nascondono la tua identità ogni volta che vai online, permettendoti di connetterti con dati completamente crittografati e un indirizzo IP anonimo, indipendentemente da dove ti trovi.

La giurisdizione di CyberGhost è la Romania, uno dei paesi migliori e più sicuri per preservare le informazioni online.

Ulteriori informazioni su questa e sulle altre funzionalità di CyberGhost nella nostra recensione completa su CyberGhost .

Pro

  •  OFFERTA SPECIALE: 79% DI SCONTO
  •  Torrenting consentito
  •  Situato in Romania (fuori dai 14 occhi)
  •  Rigorosamente senza registrazione (zero-logging)
  •  Supporto 24 ore.

Contro

  •  Rilevata perdita WebRTC
  •  Alcuni siti di streaming non possono essere sbloccati.
OFFERTA SPECIALE: CyberGhost offre disposizioni sulla privacy di prima qualità in un pacchetto elegante e user-friendly.  Ricevi il 79% di sconto sul piano di 18 mesi con il nostro accordo esclusivo, solo per i lettori.

4 – PrivateVPN

VISITA PRIVATEVPN.COM 

PrivateVPN è una VPN potente, sicura e stra-sicura che semplifica la protezione dei tuoi dati. Offre alcune delle migliori app del settore, tutte progettate pensando alla facilità d’uso e alla sicurezza. Con PrivateVPN sarete in grado di navigare e stream-are in completa privacy su PC, iOS, Android, Mac e altri dispositivi, tutto grazie al software leggero e semplice dell’azienda che rende la sicurezza dei vostri dati un gioco da ragazzi.

PrivateVPN gestisce una solida rete di 100 server in 59 paesi diversi. I dati sono sigillati e protetti con crittografia AES a 256 bit per mantenere la connessione sicura, e un kill switch automatico e una protezione DNS contro le perdite prevengono la rivelazione accidentale di identità. PrivateVPN offre anche una politica di zero registrazione su tutto il traffico per garantire che la tua privacy non sia mai a rischio.

PrivateVPN è registrato in Svezia, un paese con una forte privacy e leggi anti-censura. Maggiori informazioni sul software e le funzionalità intuitive di PrivateVPN nella nostra recensione di PrivateVPN completa .

SOLO PER I LETTORI: PrivateVPN rimane fedele al suo nome, offrendo un pacchetto di sicurezza completo che chiunque può permettersi . Ricevi il 65% di sconto su 12 mesi di servizio, oltre a un mese extra gratuito con il nostro link.

5 – PureVPN

VISITA PUREVPN.COM 

PureVPN adotta un approccio unico alla sicurezza online. Il servizio offre forti funzionalità di privacy e eccellenti connessioni anonime, proprio come qualsiasi VPN. Include anche una vasta gamma di extra di sicurezza che offrono pochi dei suoi concorrenti. Hai mai desiderato la protezione anti-virus sul tuo dispositivo, ad esempio? Che ne dici di scudi malware, funzionalità di blocco app e filtri web incorporati? Tutto questo è incluso nel software PureVPN, che consente di attivare e disattivare le protezioni con un solo clic.

PureVPN mantiene i dati protetti con una politica di zero-logging sul traffico, un kill switch automatico, crittografia AES a 256 bit di livello militare su tutti i dati e protezione da perdite DNS. Queste funzionalità operano per proteggere i dati, indipendentemente da dove si accede a Internet. E con la rete di PureVPN di oltre 2000 server in 180 località diverse, ti garantiamo una connessione veloce e un indirizzo IP anonimo in ogni momento.

La giurisdizione di PureVPN è Hong Kong, che non collabora né con reti di sorveglianza internazionale, né fa parte del gruppo Five Eyes.

OTTIMO AFFARE: prova uno dei nomi più noti e affidabili del settore: PureVPN.  Abbonati con questo link e approfitta del 73% di sconto esclusivo sul prezzo normale.

Conclusione

Diventa sempre più difficile proteggere i tuoi dati e la tua identità online. Non comprendere la cooperazione delle intelligence, come i gruppi di sorveglianza Five Eyes, Nine Eyes e Fourteen Eyes o la tutela giurisdizionale di altre nazioni rende tutto ancora più complesso. Con un po ‘di ricerca, però, puoi fare ulteriori passi per essere al sicuro in ogni momento.

Le VPN sopra sono ottime scelte per la privacy online. Si trovano collocate in paesi che non fanno parte della rete di sorveglianza Five Eyes, il che le rende ancora più affidabili.

Hai qualche consiglio sulle giurisdizioni VPN o i tentativi di sorveglianza dei Five Eyes? Condividi i tuoi pensieri nei commenti qui sotto!

Ecco come ottenere una VPN Gratis per 30 giorni

Se hai bisogno di una VPN per un breve periodo, per un viaggio ad esempio, puoi ottenere la nostra VPN top di gamma senza alcun costo. ExpressVPN include nell` offerta una garanzia di rimborso di 30 giorni. Dovrai inizialmente pagare l`abbonamento, certo, ma l iscrizione non solo ti garantirà accesso completo a l`intero servizio, ma nei primi 30 giorni puoi richiedere un rimborso completo. La politica di cancellazione senza fastidiose domande è all altezza del loro nome.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.