1. Home
  2. IT

Come non far rilevare la tua VPN

Le reti private virtuali (VPN) stanno diventando rapidamente una necessità, anche per gli utenti occasionali di Internet. Le minacce alla tua identità online e alla privacy generale sono in ogni angolo del pianeta, raggiungendo addirittura l’ISP che fornisce la tua connessione a Internet! Con una buona VPN in background, però, puoi mascherare la tua attività e rimanere nascosto.

C’è uno svantaggio nell’utilizzare una VPN però, infatti alcuni siti Web e ISP hanno iniziato a bloccare le connessioni VPN di default, impedendo a chiunque di accedere ai loro contenuti senza prima disabilitare la VPN stessa. Netflix è uno dei siti che più notoriamente svolge questa operazione e molte persone appartenenti alla “privacy community” considerano questa imposizione inaccettabile, anche perché non c’è niente di sbagliato nell’usare una VPN e quindi, perché bloccare l’accesso a chi la usa?

Fortunatamente ci sono dei modi per aggirare questi blocchi VPN che non comportano la disattivazione del software e l’esposizione della tua identità al mondo intero. Continua a leggere per vedere alcuni dei modi migliori per mantenere la tua identità sicura e rendere la tua VPN non rilevabile dai siti internet.

Rilevazione e blocco della VPN

Esistono innumerevoli motivi per cui un sito Web potrebbe bloccare le VPN. Netflix, ad esempio, lo fa per impedire l’accesso ai contenuti limitati geograficamente. Se non lo facesse infatti, potrebbe perdere gli accordi con le TV e studi cinematografici. Al di l’à di tutto però, a noi interessa vedere Netflix senza dover rinunciare alla privacy.

Come funzionano i blocchi VPN

Bypassare il blocco VPN è un’operazione piuttosto semplice, dove alla base va compreso come il servizio rileva e filtra il traffico VPN. Esistono decine di modi per bloccare l’accesso ad una VPN, la buona notizia è che però i metodi più comuni sono anche i più facili da aggirare. Di seguito sono riportati solo alcuni degli strumenti utilizzati dai siti e dai provider per rilevare la VPN e impedire l’accesso agli utenti che la usano.

  • Blocchi degli IP: le VPN assegnano un proprio indirizzo IP al dispositivo ogni volta che viene attivata. Questi indirizzi non sono associati al tuo nome o alla tua posizione, ma essendo in genere sempre gli stessi, tutto ciò che un sito (come Netflix) deve fare è confrontare l’indirizzo IP che ti è stato affidato con un elenco di indirizzi IP di VPN noti, ed in un istante la tua VPN viene.
  • Deep Packet Inspection (DPI): una delle forme tecnicamente più avanzate di blocco della VPN, che prevede l’ispezione dei pacchetti di dati che rivceve o invia l’utente. Questo metodo analizza i dati crittografati trasmessi da una VPN per verificare la presenza di “firme crittografiche” univoche. Se sono presenti, il sito può bloccarti l’accesso al servizio immediatamente. La DPI però non è comune come altri metodi, ma è molto più difficile da sconfiggere.
  • Blocco delle porte: la maggior parte delle VPN invia i dati attraverso determinate porte, che sono come corridoi o tunnel per accedere a Internet. Ogni porta ha un numero, quindi tutto ciò che un sito Web deve fare è controllare il traffico proveniente da quella determinata porta e bloccarlo. Tale metodo non è molto comune, ma è molto più facile da aggirare, specialmente se stai usando una buona VPN.

Come rendere un VPN non rilevabile

Ci sono diverse cose che puoi fare per bloccare la VPN e renderla non rilevabile da fonti esterne. Segui i passaggi sottostanti per scegliere i metodi più adatti alle tue esigenze.

Passaggio 1: scegliere la VPN corretta

Tutte le tecniche di “blocco” del mondo non possono farti nulla se stai usando una buona VPN. Però l’utilizzo di servizi proxy gratuiti o VPN gratuite è inutile, in quanto non solo non ti protegge, ma addirittura rischia di danneggiarti, fornendo alle aziende dati che potrebbero archiviare o vendere. Per mantenere una VPN non rilevabile, inizia scegliendo un servizio affidabile e di qualità.

Di seguito abbiamo selezionato alcune delle migliori VPN, che offrono la giusta combinazione tra potenti funzionalità e software facile da usare. Ognuna di esse è perfetta per mantenere le tue attività online sempre al sicuro. Dopo esserti iscritto ad una determinata VPN, torna qui e segui i nostri suggerimenti per rendere queste VPN non rilevabili.

1. ExpressVPN: La VPN più veloce

ExpressVPN si è guadagnata la reputazione di essere una delle VPN più veloci in circolazione. La società gestisce una rete di centinaia di server distribuiti in 94 paesi diversi, con numerose opzioni per garantire sempre una connessione ottimale, indipendentemente da dove ti trovi. ExpressVPN supporta tutto questo grazie ad un software intelligente che include un test di velocità integrato per ottenere risultati ottimali. Se quindi lo streaming video è la tua priorità, sappi che ExpressVPN è allora la scelta migliore.

ExpressVPN utilizza la crittografia AES a 256 bit su tutti i dati generati, insieme a una politica di zero-logging su tutto il traffico, richieste DNS e indirizzi IP locali. Il suo software è dotato di protezione contro le perdite DNS e funzionalità di kill switch automatico per proteggere sempre la tua identità.

Quando è necessario rendere la connessione VPN non rilevabile, ExpressVPN offre anche alcune opzioni particolari e facili da attivare. È possibile passare rapidamente tra i protocolli di crittografia dal menu delle impostazioni, passando da OpenVPN a L2TP / IPSec, PPTP o anche SSTP. Tutte queste sono ottime alternative alla connessione standard, consentendo di accedere ai siti Web senza censura e senza sacrificare la propria privacy.

OFFERTA ESCLUSIVA: iscriviti per un anno ad ExpressVPN a $ 6,67 al mese e ricevi subito 3 mesi GRATIS. C’è anche una fantastica garanzia di rimborso di 30 giorni, nel caso non fossi completamente soddisfatto del servizio.

2. IPVanish– Rimani sempre “nascosto” quando sei online

IPVanish è una VPN perfetta per gli individui molto attenti alla privacy e che però non sono disposti a rinunciare ad una connessione veloce. La rete IPVanish vanta oltre 950 server, che coprono 60 paesi diversi con eccellenti risultati di velocità in tutto il mondo. I dati sono protetti dalla protezione da fughe DNS e da un kill switch automatico, insieme alla crittografia AES a 256 bit e una politica di zero-logging su tutto il traffico generato. IPVanish, indipendentemente dalla tua privacy online, può tenerti sempre al sicuro.

Quando hai bisogno di un po’ di velocità in più (senza rinunciare alla sicurezza) IPVanish è la scelta giusta per te. Il menu di configurazione consente di passare tra vari tipi di connesssioni: L2TP / IPSec e PPTP, entrambe leggermente più lente del protocollo OpenVPN standard, ma più difficili da rilevare con i metodi convenzionali.

Prova IPVanish grazie al nostro accordo ESCLUSIVO! Registrati e ottieni uno sconto del 60% sui piani annuali, solo $ 4,87 al mese. Puoi anche utilizzare la garanzia di rimborso di sette giorni per provare il servizio prima di acquistarlo.

3. NordVPN– Potente protezione

Con NordVPN al lavoro, non dovrai mai preoccuparti della tua privacy. La VPN stabile e affidabile offre un elenco impressionante di funzionalità, tra cui una massiccia rete di oltre 3.300 server in 59 paesi diversi! Questo numero impressionante di server consente a NordVPN di offrire alcune caratteristiche uniche che altri provider non possono toccare, tra cui doppia crittografia, protezione DDoS e Onion server su VPN, che sono perfetti per proteggere la tua identità mentre navighi su Internet.

Altre caratteristiche della privacy di NordVPN meritano di essere menzionate, a partire da una rigorosa politica di zero-logging su larghezza di banda, traffico, timestamp e accesso DNS. Un kill switch automatico e le funzionalità di protezione da perdita DNS nascondono la tua identità e la crittografia AES a 256 bit mantiene al sicuro ogni pacchetto di dati.

NordVPN ha anche una delle caratteristiche migliori per tenerti al sicuro. In qualsiasi momento infatti puoi attivare l’opzione “server offuscati” che ti permettte di “mescolare” i tuoi dati sorgente in modo che i firewall e gli algoritmi di blocco abbiano difficoltà a capire se stai usando o meno una VPN.

Iscriviti per un servizio veloce e privato con NordVPN e ottieni uno sconto del 66% su un abbonamento di 2 anni, solo $ 3,99 al mese! Tutti i piani sono supportati da una garanzia di rimborso di 30 giorni.

4. VyprVPN– Una privacy di alto livello

VyprVPN semplifica il concetto di sicurezza online. La robusta crittografia AES a 256 bit, un kill switch automatico, la protezione da perdita DNS e una politica di registrazione zero copre le richieste di traffico e DNS formando una base impenetrabile di sicurezza web. Inoltre, la rete veloce di 700 server di VyprVPN in 70 paesi diversi offre numerose opzioni di connessione per avere server veloci e a bassa latenza, indipendentemente dalla tua posizione geografica.

Quindi quando si tratta di mantenere la VPN inosservabile non si può prescindere da VyprVPN. Non appena avvii il software avrai a disposizione numerosi strumenti di offuscamento. Il più potente è Chameleon, la tecnologia proprietaria di VyprVPN che maschera il traffico VPN per sconfiggere l’ispezione profonda dei pacchetti in un istante. È inoltre possibile attivare la crittografia L2TP / IPSec a 256 bit o utilizzare PPTP a 128 bit per una maggiore protezione.

OFFERTA PER IL LETTORE: registrati oggi stesso con VyprVPN e risparmia il 50% sul tuo primo mese! Se non sei sicuro, VyprVPN offre anche una prova gratuita di 3 giorni in modo da poter testare tutto prima di unirti.

Passaggio 2: modifica le impostazioni della VPN

Dopo aver configurato la tua rete VPN preferita e averla pronta, ci sono alcune importanti modifiche che puoi apportare per aumentare la sicurezza. Molti di questi possono rendere il tuo traffico completamente inosservabile, il tutto senza installare o configurare alcun software aggiuntivo.

Cambia i protocolli di crittografia

Il tipo di crittografia utilizzato dalla tua VPN può fare una grande differenza. La maggior parte implementa lo standard AES a 256 bit con il protocollo OpenVPN, che rappresenta un buon bilanciamento tra velocità e crittografia indistruttibile. Molti algoritmi di blocco funzionano controllando il traffico OpenVPN e bloccandolo, comunque. Passando a un nuovo standard di crittografia, puoi ignorare i firewall per accedere a qualsiasi sito web che ti piace.

Le funzionalità del protocollo di crittografia variano notevolmente a seconda della VPN che si sta utilizzando, ma può essere il modo più semplice per rendere la VPN invisibile. Tutto quello che devi fare è trovare le impostazioni giuste, accenderle, riavviare la tua VPN e sei pronto. Vai alla pagina di configurazione della tua VPN e cerca alcune delle opzioni sottostanti per iniziare.

  • OpenVPN : il protocollo predefinito utilizzato dalla maggior parte delle VPN. Passa a questo se non hai bisogno di rendere la tua VPN non rilevabile.
  • L2TP / IPSec – Layer 2 Tunneling Protocol (L2TP) abbinato a IPSec (Internet Protocol Security). Quando combinati, questi due creano un ambiente di crittografia forte che è più lento ma più sicuro di OpenVPN. Usalo se la velocità non è cruciale, ma lo è rimanere inosservabile.
  • SSL / TLS – Transport Layer Security e il suo predecessore Secure Sockets Layer sono meno comuni nel mercato VPN, ma se sei in grado di passare a loro, possono essere l’opzione migliore per rendere il tuo traffico non rilevabile.
  • SSH : traffico tunnel Secure Shell raramente offerto da VPN. Se puoi accedervi, puoi comunque sfondare qualsiasi blocco o firewall.

Cambia le porte della VPN

Le porte per i dati funzionano come una porta o un tunnel. Il tuo dispositivo ne usa diverse per inviare informazioni al tuo ISP ed alla fine a Internet. Monitorando i vari numeri delle porte le aziende possono controllare i tipi di traffico e applicare i blocchi come meglio credono. Il traffico VPN passa spesso attraverso porte specifiche, facilitando il monitoraggio o il rallentamento dei dati.

Puoi mantenere così la tua VPN non rilevabile cambiando la porta che usa per far “passare” il traffico dati. Se il tuo software VPN però ti offre questa opzione, prova a passare a una qualsiasi delle porte elencate di seguito per rimanere “nascosto” quando sei online:

  • 1194 – E’ la porta ufficiale OpenVPN. Meglio evitarne l’uso se si desidera rimanere nell’anonimato.
  • 2018 – E’ una porta alternativa per evitare di essere bloccato dagli ISP.
  • 41185 – E’ utile da utilizzare nel caso in cui il traffico sia bloccato su porte inferiori.
  • 443 – E’ la porta standard per il traffico crittografato. Viene raramente bloccata perché i siti protetti HTTPS la utilizzano.
  • 80 – Un’altra porta crittografata predefinita che raramente viene bloccata.

Passaggio 3: metodi di protezione alternativi

Non tutte le VPN offrono una “offuscazione” di alto livello. Eppure tale metodo è quasi perfetto, in quanto permette di implementare facilemtne anche altri metodi per nascondere il traffico e mantenere la connessione VPN inosservabile. Ovviamente però avrai bisogno di un po’ di tempo e di conoscenze tecnuiche per essere impostate correttamente.

Tunnel SSH

I tunnel SSH sono un metodo unico per effettuare il “wrapping” dei dati grazie ad un ulteriore livello di crittografia, che consente ai dati stessi di passare attraverso i servizi di filtraggio, senza essere rilevati. L’SSH è utilizzato in tutti i tipi di applicazioni, tra cui l’invio e la ricezione di file tramite FTP. Per questo motivo è raramente bloccato o monitorato, rendendolo un ottimo modo per far passare la tua connessione VPN senza traccia. I tunnel SSH sono notevolmente più lenti di una VPN standard, tuttavia non sono adatti per lo streaming di video. Per maggiori dettagli, consulta la nostra guida completa alla configurazione e all’utilizzo dei tunnel SSH .

Tunnel SSL / TLS

Le connessioni SSL (Secure Socket Layer) alimentano oltre metà del web. Hai mai visto siti con URL che iniziano con HTTPS? La “S” deriva dalla crittografia SSL. Acquisti online, e-mail, web banking e altri servizi che gestiscono dati privati ​​utilizzano SSL per offrire connessioni sicure. Bloccando queste porte o interferendo in altro modo con il traffico HTTPS si spegnerebbe la maggior parte del web, motivo per cui la maggior parte dei fornitori di servizi Internet e dei siti Web non si preoccupano di bloccare tale protocollo.

I tunnel SSL sono un ottimo modo per mascherare la tua connessione e per rendere la tua VPN non rilevabile. Per ottenere i migliori risultati avrai bisogno di una VPN che supporti il ​​protocollo come impostazione predefinita, come NordVPN. Altrimenti si tratta di scaricare il software stunnel e impostarlo; tale operazione però può richiederti molto tempo.

Browser Tor

Tor ha aiutato per anni le persone a rimanere “nascoste” quando sono online. Puoi usarlo insieme alla tua VPN per rendere la tua connessione non rilevabile, ma presenta alcuni inconvenienti. Prima di tutto, non sarai in grado di riprodurre video in streaming con Tor, quindi dimentica Netflix, Hulu e BBC iPlayer. In secondo luogo, Tor è estremamente lento, tanto che vorrai interrompere la navigazione dopo aver visitato pochi siti. Se rendere il traffico VPN non rilevabile è una priorità assoluta quindi, l’esecuzione di Tor è uno dei modi migliori per rimanere nascosti online.

Per ulteriori informazioni su Tor, incluse le istruzioni di installazione complete per una varietà di piattaforme, consulta la nostra guida Come usare Tor: una guida per iniziare .

Shadowsocks (SOCKS5 Proxy)

Shadowsocks è stato creato per aiutare gli utenti dove la censura è partiolarmente pesante, come la Cina e la Turchia, dando alle persone un accesso sicuro ad Internet senza restrizioni. Funziona utilizzando il protocollo Socket Secure 5 che trasferisce i dati tra client e server utilizzando un server proxy. SOCKS fornisce anche un processo di autenticazione per assicurarsi che solo quell’utente possa accedere al proxy, rendendolo un metodo potente per l’invio e la crittografia dei dati.

Shadowsocks è un po’ più veloce e più affidabile di alcuni dei metodi di tunneling elencati sopra. Tuttavia, non è facile da configurare e può essere molto più costoso di una VPN. Questo metodo conveine usarlo come “ultima possibilità”.

Imposta ed esegui il tuo server VPN

Vuoi il controllo completo su una VPN e su quali protocolli di crittografia usare? Il modo migliore per farlo è crearne una tu stesso! Non è così costoso e complicato come si potrebbe pensare. Segui la nostra guida completa per configurare il tuo server VPN .

Conclusione

Rimanere al sicuro online è molto più difficile di quello che sembra, infatti purtroppo nno basta eseguire una VPN e non fare clic su link sospetti. Infatti occorrono alcune ricerche e sforzi particolari per sapere come rimanere anonimi, anche quando i siti cercano attivamente di bloccarti. Infatti, invece di disabilitare la tua VPN solo per ottenre un accesso rapido ad internet prova le tecniche di “offuscamento” sopra elencate. Con un po ‘di fortuna sarai in grado di rimanere nascosto dietro un “mantello di crittografia” mentre nqvighi sul web.

 

Leave a comment