1. Home
  2. IT

Servizi Internet con abbonamento a livelli: le VPN possono opporsi agli Abbonamenti a più livelli?

I pacchetti Internet a più livelli rappresentano una grave minaccia per la libertà online e molti netizen stanno cercando le proprie soluzioni. Una VPN può salvaguardare la neutralità della rete? L’articolo di oggi approfondisce l’argomento e spiegherà ciò che una VPN può e non può fare per garantire l’accesso ad un Internet libero e aperto.

Oggigiorno non mancano informazioni su neutralità della rete, pacchetti Internet a più livelli e corsie preferenziali su Internet. Con le libertà di Internet oramai al limite, molti utenti del web sono alla ricerca di metodi alternativi per proteggere i propri diritti online, anche se la neutralità della rete viene seriamente minacciata di giorno in giorno.

Le reti private virtuali (VPN) sono uno dei metodi più popolari per rimanere sicuri e anonimi online. L’esecuzione di una VPN può aiutarti a mantenere la tua rete libera e aperta, ma non sono soluzioni uniche e definitive per tutto ciò che riguarda la neutralità della rete.

Le basi della neutralità della rete

La neutralità della rete si riferisce all’accesso libero ad un Internet, non controllato, né filtrato o modellato da soggetti esterni. La neutralità della rete, implica che chiunque può andare online, visitare qualsiasi sito Web e aspettarsi di vedere gli stessi contenuti di chiunque altro nel mondo, tutti forniti alla stessa velocità. A volte viene definita “rete stupida”, in quanto il servizio dovrebbe semplicemente passare avanti e indietro le richieste senza monitorare o interferire nelle attività di nessuno.

Molti paesi in tutto il mondo hanno emanato leggi a favore la neutralità della rete, vietando qualsiasi tipo di interferenza governativa o aziendale con l’Internet libero e aperto. Altri paesi la conducono una guerra, tra utenti e provider di servizi Internet (ISP), cercando di aumentare i margini di profitto delle aziende rimuovendo le libertà di base dei web-surfers. Gli Stati Uniti si sono anch’essi imbattuti in questa guerra dal 2014, con alcune abrogazioni “critiche” votate nel 2017 .

Proteggere la neutralità della rete significa mantenere il concetto di libertà di parola come cittadino del web. Siamo abituati a un mondo digitale che non pone ostacoli ai contenuti con cui interagiamo. Perdere la neutralità della rete significa rinunciare a tali diritti. Gli ISP avranno il controllo completo su ciò che vediamo e quanto paghiamo per vederlo. Di seguito sono riportati alcuni dei problemi che gli utenti di Internet devono affrontare negli Stati Uniti se le leggi sulla neutralità della rete vengono definitivamente abrogate.

Corsie preferenziali su Internet

I piani di prioritizzazione a pagamento attaccano contemporaneamente sia le aziende che gli utenti Web. Lo schema sostanzialmente divide l’accesso a Internet in due gruppi: una corsia lenta e una corsia preferenziale. Tutti i siti Web e tutti gli utenti domestici rientrano nella categoria corsia lenta per impostazione predefinita, accedendo ai siti a una velocità definita e stabilita e imposta artificialmente dall’ISP. Se un’azienda desidera che i suoi contenuti vengano forniti/mostrati/trasmessi più rapidamente, deve pagare l’ISP per entrare in quella corsia preferenziale. Lo stesso vale per gli utenti. Se desideri un accesso rapido a siti veloci, apri il tuo portafoglio e inizia a pagare.

Oltre ad essere ovviamente una questione di soldi per gli ISP, le corsie preferenziali su Internet fanno del male alle piccole imprese che non possono permettersi di pagare per aumentare la velocità delle loro trasmissioni e connessioni. Ciò consente alle grandi e consolidate aziende di dominare il mondo online, soffocando l’innovazione e impedendo la nascita di nuove idee. Uno studio del 2009 di Akamai ha dimostrato che molti utenti di Internet non sono disposti ad aspettare più di un secondo per caricare una pagina. Qualsiasi azienda che non paga per l’accesso rapido alla corsia preferenziale potrebbe perdere fino all’11% dei propri clienti, tutto perché gli ISP vogliono guadagnare di più.

Pacchetti di accesso ai siti Web

Un effetto altrettanto agghiacciante della perdita della neutralità della rete è l’idea di: Pacchetti-abbonamento per accesso ai siti. Ora, se vuoi visitare un sito Web, qualsiasi sito Web, devi solo digitare l’URL. Senza alcune leggi che garantiscano la neutralità della rete, gli ISP potranno bloccare i siti Web e costringerti ad aggiornare il tuo piano prima di accedere. Immagina di non essere in grado di guardare video di YouTube , controllare i messaggi di Facebook o navigare su siti Web casuali senza pagare un extra al tuo ISP. Piani d’offerta come questi sono già una realtà in alcune aree del mondo e potrebbero diventare comuni anche negli Stati Uniti se si perde la neutralità della rete.

Il ruolo della crittografia nella neutralità della rete

La “rete stupida” neutrale permette che tutte le informazioni siano trattate allo stesso modo. È possibile che gli ISP ispezionino ogni pacchetto di dati per determinare quale utente lo ha richiesto, quali sono i suoi contenuti e dove si trova la destinazione prevista, ma nell’interesse della velocità e dell’efficienza di solito questo non viene fatto. Nel momento in cui viene rimossa la neutralità della rete, tuttavia, gli ISP ispezioneranno e registreranno ogni pacchetto di dati e utilizzeranno tali informazioni per controllare ciò che si vede e come lo si vede.

Come funziona la crittografia

È qui che entra in gioco la crittografia. L’idea alla base della crittografia è che ogni pacchetto di dati viene racchiuso in uno strato di codice estremamente complesso. Questo codice viene creato da algoritmi matematici di crittografia. L’unico modo per vedere cosa c’è dentro il pacchetto crittografato è usare una chiave codificata creata quando i dati sono stati crittografati in primo luogo. Il tuo computer possiede una di queste chiavi e la “parte fidata” che ha crittografato le informazioni ne ha un’altra. Ciò crea una sorta di tunnel privato con cui si è in grado di aggirare facilmente le misure di “spionaggio” dell’ISP.

Quando un ISP ispeziona un pacchetto crittografato, tutto ciò che vede è che è crittografato. Non può assolutamente dire cosa c’è dentro o dove è diretto, ma solo che è un dato che dovrebbe andare verso un’altra destinazione. Con la crittografia, un ISP non può dire se stai tentando di accedere a Facebook o Wikipedia, il che significa che avrà difficoltà a decidere se limitare o consentirti l’accesso.

ULTERIORI INFORMAZIONI: Guida alla crittografia VPN

Ecco come le VPN usano la crittografia

La crittografia viene utilizzata da innumerevoli siti Web, aziende, banche e altre entità attente alla sicurezza. Non è esattamente una cosa rara in questi giorni! In effetti, ogni volta che vedi ” https ” nella barra degli URL anziché “http”, accedi a informazioni crittografate. È probabile che anche il tuo cellulare memorizzi i suoi dati in un formato crittografato.

Con una VPN, i dati vengono “sigillati” con la crittografia prima che lascino il dispositivo. Digiti un sito Web, il software VPN crittografa la richiesta e tale richiesta viene inviata tramite il tuo ISP. L’ISP non può decifrare i dati e li passa semplicemente ai server della VPN. La VPN quindi decodifica i dati utilizzando le chiavi giuste, recupera i dati richiesti, crittografa nuovamente i pacchetti e li rimanda attraverso il tunnel privato. L’intero processo è solo un po ‘più lento di una normale connessione Internet, ma è molto più privato, ed è soprattutto anonimo e sicuro.

VPN e neutralità della rete

Le VPN fanno due cose fondamentali per gli utenti: fornire anonimato e crittografia. Il primo maschera la tua identità e posizione instradando il traffico attraverso server non locali. Quest’ultima avvolge ogni pacchetto di dati in un velo di crittografia per renderne impossibile la decifrazione. Entrambi cooperano per consentirti di mantenere aperto e libero l’accesso a Internet anche di fronte a blocchi di censura di livello nazionale imposti dal governo o limitazioni artificiali della velocità imposte dagli ISP. Anche se si perde la neutralità della rete, l’uso di una VPN potrebbe essere in grado di preservare molte delle tue libertà.

Come possono essere utili le VPN

La maggior parte di ciò che fanno le VPN avviene sul tuo dispositivo. La crittografia e l’offuscamento dell’identità possono fare tanto per risolvere i problemi che sorgono a causa della perdita di neutralità della rete. In teoria, le VPN possono permetterti di superare barriere come Abbonamenti Internet a più livelli, siti Web limitati, misure di limitazione della velocità e persino il blocco dei risultati dei motori di ricerca. Nulla di tutto ciò è garantito oramai, ecco perché l’assenza di neutralità della rete è un problema estremamente importante, anche se si dispone di una buona VPN.

Resta da vedere quanto saranno efficaci le VPN senza la neutralità della rete. Tutto dipende da quali metodi di controllo adotteranno gli ISP e da come li metteranno in pratica. La triste verità è che per ogni metodo di bypass della censura che usano le VPN, gli ISP hanno il modo di reagire e rafforzare la censura stessa.

VPN vs Pacchetti-Abbonamento ad Internet a più livelli

Utilizzando una combinazione di pratiche di crittografia e anonimizzazione, le VPN hanno la possibilità di superare determinate configurazioni di Pacchetti Internet a più livelli. Tutto dipende da come l’ISP struttura il sistema di blocco alla sua estremità di rete, tuttavia. Alcuni dei metodi di base eseguono semplicemente la scansione dei pacchetti in entrata, confrontano la richiesta con gli elenchi di siti Web nei vari livelli, quindi decidono se consentire o meno il traffico. Le VPN fanno un lavoro che ripara a queste misure, ma con ogni probabilità gli ISP adotteranno misure più forti per impedire che ciò accada, come la corrispondenza degli account o l’ispezione approfondita dei pacchetti inviati.

Cosa VPN non può risolvere

Anche se gli ISP implementano attualmente solo le misure di base contro gli accessi ad Internet crittografati, ci sono ancora alcune restrizioni che le VPN non sono in grado di aggirare. Le corsie preferenziali di Internet sono in cima all’elenco, in quanto è facile per un ISP creare una whitelist che consenta ai membri premium velocità più elevate, abbandonando tutti gli altri, inclusi gli utenti VPN anonimi, nella corsia più lenta. Anche i limiti sui dati utilizzabili non sono eliminati dalle VPN. In effetti, le VPN possono effettivamente aggiungere qualcosa alla quantità di dati che consumi, facendoti raggiungere il tuo limite prima del previsto.

Infine, i problemi di neutralità della rete vanno ben oltre ciò che vediamo sui nostri computer e telefoni cellulari. Le VPN sono limitate all’utente finale e non avranno alcun effetto sulle piccole imprese che cercano di ottenere un punto d’appoggio nel mondo online. Gli effetti a lungo termine della perdita della neutralità della rete semplicemente non possono essere evitati eseguendo una VPN.

Ecco come gli ISP possono sconfiggere le VPN

Oltre ai problemi che le VPN non possono risolvere, gli ISP possono anche implementare misure specifiche per impedire alle persone di utilizzare le VPN. Il traffico crittografato viene generalmente inviato attraverso una porta diversa, ad esempio. Se un ISP blocca quella porta, nessuno dei tuoi dati potrà passare. Gli ISP possono anche bloccare gli indirizzi IP delle VPN o rallentare silenziosamente le connessioni per scoraggiarne l’uso anonimo.

Salvare la neutralità della rete

In un mondo ideale, non dovremmo mai usare una VPN, per alcun motivo. Gli hacker non esisterebbero, le agenzie governative non spierebbero le persone e gli ISP fornirebbero un servizio veloce a tutti senza chiedere più soldi. Dato che non viviamo in un mondo ideale, tuttavia, dobbiamo fare tutto il possibile per salvare la neutralità della rete che navighiamo e utilizziamo. È l’unica cosa che si frappone tra noi e gli ISP sempre più avidi. Di seguito sono riportate alcune cose che puoi fare per far sentire la tua voce e salvare l’Internet libero.

Supportare le organizzazioni per la neutralità della rete

Può sembrare che ogni azienda al mondo sia intenzionata a distruggere il nostro Internet, ma ci sono alcuni gruppi il cui unico scopo è di mantenerlo aperto e libero. La Electronic Frontier Foundation (EFF) e Save the Internet sono due dei più importanti organismi. Lo stesso EFF ha svolto negli anni un’incredibile quantità di lavoro per promuovere le libertà digitali e la privacy online. Nella battaglia per la neutralità della rete, ha schierato squadre di legali e ha lavorato con una serie di società a favore della neutralità per poter salvare Internet. Supportare le loro campagne di sensibilizzazione o donare fondi sono entrambi ottimi modi per promuovere la causa.

Partecipare attivamente alla politica

Le decisioni relative alla neutralità della rete sono tutte prese da politici, molti dei quali sono votati da cittadini medi. Se vivi negli Stati Uniti e vuoi fare la differenza, contatta il tuo deputato e fagli sapere cosa ne pensi della neutralità della rete. BattleForTheNet ha tutti gli strumenti di cui hai bisogno per “localizzare” il tuo rappresentante e metterti in contatto, inclusi modelli di esempio per tenerti informato.

Votare è un altro modo per cercare di tutelare i propri diritti. Scopri quando ci saranno le prossime elezioni nel tuo stato, esamina attentamente i programmi dei candidati e la loro posizione sulle libertà digitali, quindi vota a favore di chi meglio credi. Questo è un metodo lento, ma certamente efficace per garantirsi un cambiamento e ti garantirà forse una migliore connessione ad Internet in futuro.

“Rompere” Internet

Quando le cose si fanno difficili, è tempo di agire in modo drastico. Il sito Web Break the Internet offre script di copia / incolla, immagini e informazioni che è possibile utilizzare per pubblicare sui social media o configurare il tuo sito Web in modo da simulare l’aspetto del Web se attori come ISP e Ajit Pai vincono la loro guerra. Queste misure aiutano a sensibilizzare e stimolano ancora più persone ad agire, soprattutto se adottate prima dei periodi di voto critico.

LETTURA CORRELATA: Ripristino della neutralità della rete con il Web decentralizzato

Quali VPN usare

Quando si tratta di evitare gli inconvenienti dei Pacchetti Internet a più livelli, non tutte le VPN sono uguali. Avrai difficoltà a superare qualsiasi tipo di censura o barriera del paywall utilizzando VPN gratuite o di bassa qualità, per non parlare dei problemi di privacy che possono derivare da questi servizi. In definitiva, si desidera una VPN con crittografia avanzata, una buona reputazione, una politica di zero-logging stellare e buone velocità dei suoi server. È stato difficile, ma abbiamo trovato alcune VPN che fanno al caso nostro e soprattutto fanno bene il loro lavoro.

1. ExpressVPN

ExpressVPN - Editors choice

L’ esperienza ExpressVPN si distingue per due aspetti: velocità e facilità d’uso. La VPN offre alcune app incredibilmente ben progettate per tutti i principali dispositivi e piattaforme, rendendo ogni connessione semplice come il tocco di un solo pulsante. Quando andrai online sarai al sicuro con la crittografia AES a 256 bit, un’ottima politica di zero-logging e sia un kill switch che una protezione da perdite DNS. ExpressVPN offre anche oltre 3.000 server in 94 paesi in tutto il mondo, assicurandoti di avere sempre una connessione veloce per tutta la giornata!

Leggi la nostra recensione completa su ExpressVPN .

Pro

  •  Sblocca Netflix, iPlayer, Hulu, Amazon Prime
  •  94 paesi, oltre 3.000 server
  •  Molto semplice e facile da usare
  •  Politica rigorosa di no-logging per le informazioni personali
  •  Servizio clienti con chat dal vivo.

Contro

  •  Leggermente più costoso della concorrenza.
IL MIGLIOR PROVIDER PER LA NEUTRALITÀ DELLA RETE:  ExpressVPN è la migliore VPN sul mercato per garantirti un accesso a Internet del tutto libero e aperto. Ricevi 3 mesi gratis e risparmia il 49% sul piano annuale. Garanzia di rimborso di 30 giorni inclusa.

2 – NordVPN

nordvpn

NordVPN ha alcune caratteristiche stellari che lo rendono un’ottima scelta essendo una VPN veloce e affidabile. Si inizia con una delle più grandi reti del settore, oltre 5.500 server in 60 paesi diversi, un numero che è costantemente in aumento. Sarai al sicuro con un’incredibile politica di zero-logging con crittografia AES a 256 bit, kill switch e protezione da perdite DNS, insieme a funzionalità esclusive di NordVPN come server anti-DDoS, Tor over VPN, indirizzi IP dedicati e impostazioni di doppia crittografia.

Leggi la nostra recensione completa su NordVPN .

Pro

  •  OFFERTA SPECIALE: piano triennale (sconto del 70% – link sotto)
  •  Più di 5.400 server in tutto il mondo
  •  Robuste funzionalità di sicurezza
  •  Non conserva metadati della tua navigazione
  •  30 giorni per un rimborso garantito.

Contro

  •  Alcuni server possono avere velocità d / l medie
  •  Possono essere necessari 30 giorni per elaborare i rimborsi.
MIGLIOR VPN PER QUALITÀ/PREZZO: ricevi un enorme sconto del 70% per l’iscrizione al piano triennale, portando il prezzo mensile a soli $ 3,49. Inoltre, tieni presente che tutti i piani prevedono una garanzia di rimborso di 30 giorni, senza rischi.

3. IPVanish

ipvanish

IPVanish è noto per il suo eccezionale equilibrio tra velocità e sicurezza. La maggior parte delle VPN fatica a mantenere solidi protocolli di crittografia senza sacrificare la velocità connessioni. Con IPVanish questo non è mai un problema. La rete del servizio è composta da 1.300 server che coprono oltre 75 località in tutto il mondo, tutti con dati anonimi protetti con crittografia AES a 256 bit, protezione dalle perdite DNS e una politica di zero-logging. IPVanish è ottimo per rimanere invisibile online, guardare video in streaming o anche scaricare torrent in modo anonimo!

Leggi la nostra recensione completa su IPVanish .

OFFERTA ESCLUSIVA: I  lettori di AddictiveTips possono risparmiare il 60% qui – sul piano annuale IPVanish, portando il prezzo mensile a soli $ 4,87 / mese.

4. VyprVPN

vyprvpn

VyprVPN è una delle migliori VPN per proteggere la tua privacy online. La società possiede e gestisce una rete veloce di server, tutti protetti con crittografia AES a 256 bit, protezione dalle perdite DNS e una politica di zero-logging. Ha una buona rete di server, che copre oltre 700 nodi in oltre 70 paesi, assicurando che tu abbia sempre accesso a una connessione veloce nelle vicinanze. Ancora più importante è il protocollo Chameleon dell’azienda, una funzione meravigliosa ed esclusiva che avvolge i metadati dei pacchetti in un ulteriore livello di sicurezza per evitare l’ispezione approfondita dei pacchetti. È una scelta eccellente per superare le barriere della censura e gli abbonamenti Multi-tier!

Leggi la nostra recensione completa su VyprVPN .

SPECIALE PER IL LETTORE: Tutti i piani includono una garanzia di rimborso di 30 giorni a soli $ 5 / mese .

Conclusione

Quindi, le VPN possono contrastare gli inconvenienti dei pacchetti d’abbonamento ad Internet a più livelli? La risposta è forse, ma forse no. Nessuna VPN sarà una soluzione all-in-one in caso di abrogazione della neutralità della rete negli USA e in altre nazioni del pianeta, poiché gli ISP dispongono sempre di strumenti per bloccare o impedire agli utenti VPN di accedere ai contenuti che desiderano. Potrebbe essere una lunga ed estenuante battaglia, tutto dipende da come va il voto e da ciò che gli ISP saranno autorizzati a fare in futuro. Nel frattempo, è una buona idea fare tutto il possibile per preservare la neutralità della rete. Hai qualche consiglio per aiutarci a salvare la rete? Facci sapere nei commenti qui sotto!

Ecco come ottenere una VPN Gratis per 30 giorni

Se hai bisogno di una VPN per un breve periodo, per un viaggio ad esempio, puoi ottenere la nostra VPN top di gamma senza alcun costo. ExpressVPN include nell` offerta una garanzia di rimborso di 30 giorni. Dovrai inizialmente pagare l`abbonamento, certo, ma l iscrizione non solo ti garantirà accesso completo a l`intero servizio, ma nei primi 30 giorni puoi richiedere un rimborso completo. La politica di cancellazione senza fastidiose domande è all altezza del loro nome.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.