1. Home
  2. IT

Come aggirare il Geoblocking e accedere a contenuti da qualsiasi luogo

Se segui le news sulla privacy e la libertà di internet, avrai sentito molte discussioni sul geoblocking di recente. Se non hai familiarità con il termine, esso si riferisce alla limitazione dell’accesso ai contenuti web in base alla posizione dell’utente. In altre parole, significa che alcuni siti web saranno disponibili negli Stati Uniti ma non in Canada, o che ti sarà imposto di utilizzare una versione diversa di un sito quando navighi dalla Cina rispetto a quando navighi in Svezia.

Alla fine dell’anno scorso, l’UE ha approvato norme sulla pratica del geoblocking al fine di proteggere i clienti, rendendo questo argomento molto interesante di recente. Tuttavia, molti sostenitori della libertà di internet hanno sostenuto che tali regolamenti non sono proprio completi nel proteggere realmente gli utenti dalle pratiche di geoblocco.

Questo articolo esamina più da vicino il funzionamento reale del geoblocking. Inoltre, ti mostreremo come ignorarlo per accedere ai tuoi contenuti preferiti da qualsiasi parte del mondo, del tutto privi di restrizioni geografiche.

Che cosa è il Geoblocking e come viene utilizzato?

Il termine “geoblocking” può riferirsi a diversi problemi simili, tutti relativi a un accesso limitato ai siti internet in base alla posizione corrente dell’utente.

Limitazione del contenuto

Una forma comune di geoblocking sta limitando l’accesso degli utenti a determinati contenuti protetti da copyright sui siti di streaming – ad esempio, il fatto che un determinato film potrebbe essere disponibile su Netflix US ma non su Netflix Germany è una conseguenza del Geoblocco. Anche se sei un cliente Netflix negli Stati Uniti, se sei andato in Germania e hai provato a utilizzare il tuo account Netflix per guardare quel particolare film, non sarai in grado di vederlo. Questo tipo di geoblocco è imposto a causa delle leggi sul copyright. Una piattaforma come Netflix potrebbe avere i diritti per mostrare un film o uno spettacolo in un paese (come gli Stati Uniti) ma non in un altro (come la Germania), quindi è obbligato a impedire ai clienti in Germania di guardare quel contenuto disponibile in USA. Altri siti di streaming, come HBO Go , PBS o Hulu, sono disponibili solo negli Stati Uniti e non sono accessibili agli utenti di altri paesi. Molti paesi hanno un’emittente nazionale il cui contenuto è disponibile solo all’interno del paese stesso, come la BBC iPlayer nel Regno Unito o i video della CBS in Canada.

Discriminazione nei prezzi

Il tipo di geoblocco al centro della recente controversia sulle normative UE ha riguardato la discriminazione di prezzo. In sostanza, i negozi online mostrerebbero prezzi diversi a utenti diversi in base a dove nel mondo stanno navigando. In Australia, ad esempio, le copie fisiche dei videogiochi tendono ad essere molto più costose rispetto ad altri paesi come gli Stati Uniti o il Regno Unito. Tuttavia, i rivenditori fanno un ulteriore passo in avanti aumentando il prezzo dei giochi scaricabili per equivalere alle loro stesse controparti fisiche. Poiché diversi paesi hanno valute diverse e costi di spedizione diversi, questo tipo di geoblocking è spesso difficile da rilevare per il consumatore.

Siti vietati

Infine, un’altra situazione in cui si verifica il geoblocking sono i siti di gioco online . Poiché le leggi sul gioco variano a seconda del paese e della regione, i siti di gioco devono garantire di essere conformi alle leggi di ogni regione da cui i loro utenti accedono al sito. Se il sito non è conforme alle leggi di un determinato paese, o semplicemente non si è adeguato alle leggi di quel paese, deve necessariamente respingere gli utenti di questi paesi e non permettere loro di accedere al sito.

Le nuove leggi dell’UE prevengono il geoblocking?

Il geoblocco può essere subdolo o addirittura ingiusto nei confronti dei clienti. La maggior parte delle associazioni dei consumatori concordano sul fatto che sia ingiusto addebitare un prezzo più alto per un articolo solo perché l’acquirente ha effettuato l’accesso a un sito Web da un paese piuttosto che da un altro. Quindi è davvero una buona notizia che l’UE abbia adottato serie misure per reprimere questa pratica da negozi online.

Le nuove leggi prevengono la “geografizzazione” ingiustificata dei prezzi di beni e servizi fisici, come l’acquisto di prodotti elettronici online o il noleggio di un’auto. Quindi, se effettui uno di questi acquisti online, dovresti pagare sempre lo stesso prezzo, sia se acquisti dal tuo paese d’origine che da un altro paese dell’UE. A tale proposito, la Commissione europea fa riferimento alla strategia del “mercato unico digitale”, che mira a unificare l’esperienza di mercato all’acquisto online in tutti i paesi dell’UE. L’idea è che potresti comprare un oggetto come una lavastoviglie da un altro paese se il prezzo è migliore, quindi organizzare la consegna nel tuo paese d’origine. Puoi anche utilizzare servizi online come l’hosting di siti web allo stesso prezzo in tutta l’UE.

Tuttavia, un’omissione evidente da questa strategia è una qualsiasi menzione di prodotti digitali. Pertanto, se desideri riprodurre in streaming film, programmi TV , musica o acquistare una copia digitale di un articolo, non avrai alcuna protezione da geoblocco. Ciò è in parte dovuto al problema dei diritti d’autore internazionali che abbiamo menzionato poco sopra, in parte a causa della difficoltà di regolamentare le attività commerciali online che possono fare scambi nell’UE, ma registrarsi altrove. Qualunque sia la ragione, è sicuro che la sentenza UE non costringerà Netflix o Spotify a rendere i loro cataloghi ugualmente disponibili in tutti i paesi in qualunque momento.

Un altro problema di questa sentenza è che si applica solo a compratori e venditori all’interno dell’UE. Se vivi in ​​altre parti del mondo e riscontri prezzi più alti a causa dei geoblocking – come in Australia – allora questi regolamenti non ti aiuteranno.

Come aggirare il Geoblocking?

Se le nuove leggi dell’UE non rappresentano la fine del geoblocking, come lo potete aggirare? La buona notizia è che è possibile aggirare i geoblocks anche se si è al di fuori dell’UE (anche per servizi di streaming online come Netflix o BBC iPlayer!) È possibile farlo utilizzando una VPN, che è un software che crittografa tutti i dati che il dispositivo (sia che si tratti di un desktop, laptop, telefono o tablet) invia su Internet. Questi dati crittografati vengono inviati a un server proxy situato altrove nel mondo, dove viene decodificato e inviato alla destinazione originale.

Puoi utilizzare una VPN per apparire connesso da ovunque ci sia un server disponibile. Quindi c’è una flessibilità quasi infinita nell’uso di una VPN per aggirare i geoblocks, dato che puoi “falsificare” la tua posizione in qualsiasi luogo tu voglia. In questo modo è possibile accedere a siti che altrimenti non sarebbe possibile utilizzare, accedere a un catalogo più ampio di contenuti su siti di streaming e risparmiare denaro nei negozi online, in quanto è possibile evitare il crescere dei prezzi con spostamento geografico.

Geoblocco e blocco VPN

Se stai pianificando di utilizzare una VPN per superare il geoblocking, un altro fattore da considerare è se il servizio che desideri utilizzare attui il blocco della VPN . Ciò significa che se ti connetti alla tua VPN e provi ad accedere a uno di questi siti, riceverai un messaggio di errore e non sarai in grado di accedere al contenuto. Questo è in realtà il caso di Netflix e BBC iPlayer, che impongono, entrambe, le contromisure per limitare il gran numero di utenti stranieri che accedono al loro contenuto esclusivo con una VPN.

Il blocco degli intervalli di indirizzi IP funziona identificando un indirizzo IP utilizzato da una VPN e quindi bloccando gli indirizzi IP nell’ intervallo che include quello scoperto , poiché questi sono probabilmente utilizzati dalla stessa VPN. Allo stesso modo, più utenti che accedono a un sito dallo stesso indirizzo IP suggeriscono che essi stessi sfruttano una VPN, quindi i sistemi di blocco dei vari siti Web potrebbero bloccarne l’accesso.

Se vuoi sconfiggere i geoblocks di Netflix e BBC iPlayer in particolare, allora dovresti cercare guide su VPN per questi particolari servizi, poiché non tutti i provider VPN lavoreranno con loro. Disponiamo di guide disponibili per i provider VPN che funzionano con Netflix e BBC iPlayer .

Come scegliere una VPN per aggirare il Geoblocking

Quando vuoi aggirare i geoblocks, ci sono alcuni fattori che dovresti considerare di una VPN. Anche se potresti essere tentato da scaricare una VPN gratuita , ti consigliamo vivamente di non farlo perché spesso quest’ ultime hanno politiche sulla sicurezza molto scarse e possono rendere il tuo dispositivo vulnerabile a un uso improprio . Invece dovresti trovare una VPN affidabile e a pagamento che abbia le seguenti caratteristiche:

  1. Un sacco di server in modo da poter sempre connettersi ad uno quando ne hai bisogno.
  2. Server in molti paesi diversi in modo da poter aggirare i geoblocks di tutti i tipi.
  3. Connessioni rapide per lo streaming di video e audio senza buffer o ritardi.
  4. Sicurezza eccellente come l’uso della forte crittografia a 256 bit per proteggere i tuoi dati.
  5. Misure di miglioramento della privacy come una politica di non registrazione (zero-logging), quindi non ci saranno registrazioni delle tue attività su Internet.
  6. Facilità di utilizzo del software che può essere installato su tutti i diversi dispositivi.

Pensando a questi fattori, ecco i nostri migliori consigli per VPN per battere il geoblocking:

1. ExpressVPN

ExpressVPN  ha tutto ciò di cui hai bisogno: un sacco di server, connessioni veloci e buona sicurezza. Quando ti abboni a ExpressVPN avrai accesso a un’enorme rete di server che include più di 1500 server in 94 paesi diversi in tutto il mondo  (inclusi in Nord, Centro e Sud America, Europa, Asia Pacifico, Africa e Medio Oriente). Questi server offrono alcune delle connessioni più veloci che abbiamo visto in qualsiasi VPN, ben confermando l’ aggettivo “Express”, sono perfette per gli utenti che scaricano un sacco di file di grandi dimensioni o eseguono lo streaming di molti video in alta definizione.

Le funzionalità di sicurezza includono l’uso di una potente crittografia a 256 bit e una politica di non registrazione, oltre ad opzioni extra nel software per la protezione da perdite DNS, un kill switch e un controllo degli indirizzi IP. Il software è molto facile da usare e ha una semplice interfaccia utente ed è soprattutto disponibile per i dispositivi che eseguono Windows, Mac OS, Linux e Android, oltre a alcune console di gioco e smart TV. Se ti piace la comodità di cambiare il tuo server VPN direttamente dal tuo browser, puoi utilizzare le estensioni del browser disponibili per Google Chrome, Mozilla Firefox e Apple Safari.

Leggi la nostra recensione completa su ExpressVPN qui .

OFFERTA ESCLUSIVA : iscriviti per un anno ad ExpressVPN a $ 6,67 al mese e ricevi 3 mesi GRATIS! C’è anche una garanzia di rimborso di 30 giorni, senza rischi, nel caso non fossi completamente soddisfatto.

2. IPVanish

IPvanish  offre connessioni veloci ai server di tutto il mondo. Per aggirare i geoblocks, il servizio ti darà accesso a più di 1000 server in 60 paesi diversi, tra cui server in Europa, Nord America, America centrale e meridionale, Oceania, Asia e Africa. Ha un numero particolarmente elevato di server negli Stati Uniti, quindi è un’ottima scelta per gli utenti che amano guardare film americani o programmi TV americani. Le connessioni sono super veloci e non rallenteranno la navigazione.

Il servizio ha anche una grande e solida sicurezza con una forte crittografia a 256-bit e una politica di non registrazione più opzioni extra nel software come un kill switch, protezione da perdite DNS, cambio periodico dell’indirizzo IP e configurazione DNS. Se sei un utente esperto che vuole controllare i dettagli della sua connessione VPN in ogni momento, questo servizio è proprio un’ottima scelta. Il software è disponibile per Windows, Mac OS, Linux e Android.

Leggi la nostra recensione completa su IPvanish qui .

SPECIALE PER IL LETTORE : iscriviti e ottieni uno sconto del 60% sui piani annuali, solo $ 4,87 al mese . Puoi anche utilizzare la garanzia di rimborso di sette giorni per provare prima di acquistare.

Conclusione

Il Geoblocking limita l’accesso ai contenuti di un sito Web in base alla posizione della persona che naviga nel sito stesso. Ciò può causare ogni sorta di problema agli utenti, dalla reperibilità dei contenuti che vogliono trasmettere, ai prodotti a prezzi più elevati nei negozi online solo a causa del luogo in cui essi stessi vivono. Per questo motivo, l’UE ha recentemente approvato leggi contro alcuni aspetti del geoblocco, come ad esempio stabilire prezzi diversi nei negozi online per i beni fisici acquistati da altri paesi. Tuttavia, il problema del geoblocking persiste sia per i beni digitali (come i servizi di streaming) che per altri luoghi al di fuori dell’UE.

Se vuoi battere il geoblocking ed esplorare internet liberamente e senza restrizioni, puoi utilizzare una VPN. Questo ti permetterà di connetterti ad un server in un altro paese e navigare in Internet come se fossi in quel paese invece che nel tuo. Puoi così accedere ai contenuti che desideri vedere su siti di streaming e risparmiare quando acquisti online.

Hai fatto esperienza del geoblocco? Ti ha causato problemi? Quali metodi hai provato per aggirarlo? Facci sapere nei commenti qui sotto.

Leave a comment