1. Home
  2. IT

Migliori VPN per IPTV del 2019: i nostri “best 4”

Guardare streaming usando IPTV è uno degli usi principali di Kodi. Sfortunatamente, molte fonti di contenuti IPTV disponibili per Kodi sono bloccate geograficamente. Questo vuol dire che è possibile accedervi solo da determinate aree geografiche, in quanto qualsiasi accesso da “aree geografiche non consentite” verrà bloccato. Una VPN può aiutarti a eludere queste restrizioni spoofando la tua posizione. Oggi stiamo esaminando la migliore VPN per IPTV rivelando i nostri quattro migliori provider.

Inizieremo la nostra discussione con alcune informazioni di base sulle reti private virtuali, parlando soprattutto dei vantaggi legati all’uso di una IPTV. Quindi, dopo aver discusso le funzionalità più importanti da considerare durante la scelta di una VPN, riveleremo i nostri quattro principali provider VPN per lo streaming di IPTV.

Poche righe sulle reti private virtuali

Una rete privata virtuale o VPN fornisce agli utenti privacy e sicurezza quando usano Internet. Criptando tutti i dati trasmessi o ricevuti (e utilizzando algoritmi particolari che rendono il traffico indecifrabile), le VPN sono indicate come “virtuali” perché creano un tunnel virtuale tra il dispositivo protetto e un server VPN remoto. Tutti i dati all’interno o all’esterno del dispositivo protetto vengono poi crittografati prima di essere “spinti” nel tunnel. Alla fine, i dati vengono decodificati e inviati sul web. La crittografia è tale che solo il server VPN può de crittografare i dati dal client e viceversa. Ma se i dati vengono decodificati e poi inviati su Internet alla fine del tunnel, come mai è sicuro? Questa è una domanda comune a cui cercheremo di rispondere. Ottieni una maggiore privacy perché, anche se i dati non sono crittografati tra l’estremo del tunnel e la sua destinazione, tu e la tua attrezzatura non siete rintracciabili. Una volta che i dati escono dal tunnel infatti vengono visti come provenienti dal server VPN, non dal tuo computer.

Ma soprattutto, tutto quelli che cercano di intercettare il tuo traffico (fornitori di servizi Internet, agenzie governative o utenti malintenzionati) devono farlo solo lungo la tua estremità. Quando si utilizza una VPN, questa parte della comunicazione viene crittografata in modo che chiunque intercetta ed esamina il tuo traffico veda solo dati indecifrabili tra l’utente e un server VPN. Non capendo dove stai andando o cosa stai facendo su internet.

Alcune importanti caratteristiche delle reti private virtuali

Per scegliere i migliori provider VPN, dobbiamo identificare alcuni criteri di selezione. Esistono molte caratteristiche diverse fra reti private virtuali e provider VPN. Alcune sono più importanti di altre. Ecco una panoramica di ciò che riteniamo essere le funzionalità più importanti delle reti private virtuali

Prestazioni e stabilità: piaccia o no, l’utilizzo di una VPN aggiungerà un sovraccarico di dati che potrebbe rallentare la comunicazione. Per minimizzare tutto questo, hai bisogno di server VPN veloci. Vuoi anche che il servizio sia disponibile quando ne hai bisogno. Per questo, hai bisogno di un fornitore affidabile, con un tempo di reattività eccellente.

Posizione e numero di server: il motivo principale per cui utilizzi una VPN con IPTV è per ignorare le restrizioni geografiche. Quindi, è necessario un provider VPN che offra server in molti paesi, o perlomeno tutti i paesi di cui vuoi vedere il contenuto. Vuoi anche un fornitore con molti server in ogni paese. I server non hanno capacità illimitata e quando sono troppo occupati, possono rallentare,

Strong Encryption Parameters: questo parametro è importante quando si fa qualcosa che richiede riservatezza. Questo è ciò che rende i tuoi dati quasi impossibili da violare e impedirà al tuo ISP di curiosare su di te. Maggiore è la crittografia, più difficile sarà la lettura dei dati. Non accettare nulla sotto i 128 bit, ma 256 bit o più è meglio.

Software disponibile per la tua piattaforma: non eseguiamo sempre Kodi su un computer Windows. Molti set-top box Kodi funzionano con Android o Android TV. Devi scegliere un provider VPN che abbia software client per tutte le piattaforme che intendi utilizzare.

Predisposizione per connessioni simultanee: spesso abbiamo più dispositivi che necessitano di protezione. Idealmente, vogliamo un singolo account VPN per proteggere tutti i nostri dispositivi. Alcuni provider consentono solo una singola connessione mentre altri potrebbero consentirne fino a cinque.

Politica rigorosa di zero logging: questa è una delle caratteristiche più importanti quando si tratta di salvaguardare la tua privacy. Anche se il tuo provider VPN è stato violato o costretto a rivelare informazioni su di te o sulle tue attività online, non avranno nulla da dichiarare.

La migliore VPN per IPTV: ecco la nostra classifica

Dopo aver cercato sul mercato e provato molti provider VPN, abbiamo creato le migliori quattro VPN per l’IPTV. La maggior parte di loro soddisfa tutti i criteri indicati sopra, o comunque altre caratteristiche interessanti che gli hanno garantito un posto nella nostra lista.

1. ExpressVPN

ExpressVPN è noto per i suoi protocolli di crittografia, la velocità dei suoi server e l’enorme rete di server con oltre 1.500 nodi distribuiti in 94 paesi. Non importa quello che vuoi guardare e da dove, c’è sempre la possibilità che ci sia un server nel paese giusto.

Come la maggior parte degli altri provider, ExpressVPN utilizza il protocollo OpenVPN con AES a 256 bit e una perfetta segretezza di default. Utilizza chiavi DHE-RSA a 4.096 bit protette da un algoritmo SHA-512.

Per quanto riguarda la politica di registrazione, purtroppo la loro politica di zero logging è solo parziale. Tuttavia, gli unici dati che conservano sono i server a cui gli utenti si collegano e d i giorni che lo fanno. La tua privacy quindi sembra essere ben protetta. Infatti il kill switch automatico bloccherà tutto il traffico Internet se la connessione della VPN dovesse diminuire.

Basta una sottoscrizione ExpressVPN per usare un account VPN con tre dispositivi contemporaneamente. Ci sono client desktop per Windows, MacOS e Linux oltre a un’app Android. È anche possibile installare il software VPN su un router. Non offrono router preconfigurati, ma forniscono istruzioni dettagliate su come configurarli su almeno una dozzina di modelli di router di vari produttori.

2. NordVPN

NordVPN offre una vera politica di zero-logging insieme alla crittografia del traffico tramite AES 256 bit e chiavi DH da 2.048 bit. Un’altra caratteristica è la protezione da perdite DNS. Non tutti i provider la hanno. Un abbonamento a NordVPN ti consente di utilizzare il loro servizio da sei dispositivi, il più alto tra i nostri quattro provider consigliati.

A differenza di altri provider, NordVPN consente agli utenti di scegliere i server in base alle preferenze di utilizzo come torrenting, anti-DDoS o streaming video. Hanno 1191 server distribuiti in 61 paesi e client per Windows, MacOS e Android. Sebbene non abbiano un client Linux dedicato, forniscono istruzioni dettagliate su come impostare il loro servizio su Linux. Se si desidera proteggere l’intera casa, offrono anche quattro diversi modelli di router preconfigurati attraverso una partnership con Flashrouters.

Iscriviti per un contratto di due anni con NordVPN e ottieni uno sconto del 66%, solo $3,99 al mese! Ogni piano è coperto dalla garanzia di rimborso di 30 giorni di NordVPN.

3. IPVanish

La funzione principale di IPvanish è un servizio rapido che enfatizza sia la sicurezza che la privacy. Vanta una politica di zero logging completa e non conserva dati sui propri utenti. Persino i loro impiegati infatti non sarebbero in grado di vedere cosa stai facendo quando sei online.

Di default IPVanish utilizza il protocollo OpenVPN con crittografia a 256 bit, dotato di autenticazione SHA512 e scambio di chiavi DHE-RSA a 2.048 bit con perfetta segretezza di inoltro. Con tali parametri, puoi essere certo che le attività passate non sono disponibili, anche nell’improbabile caso in cui l’account fosse compromesso. IPVanish dispone anche di un cosiddetto “kill switch” che disconnetterà la rete in caso di disconnessione inaspettata della VPN.

Con oltre 850 server sparsi in circa 60 paesi, è facile trovare il paese di cui si ha bisogno. Un abbonamento consente di connettere fino a cinque dispositivi per contemporaneamente. Vanta un client per computer Windows e Macintosh e forniscono istruzioni dettagliate su come configurare la VPN anche su Linux, oltre ad avere una buona app per Android. Come ExpressVPN, IPVanish fornisce istruzioni dettagliate per le marche di router più conosciute e vantano anche collaborazioni con tre fornitori che offrono router con software IPVanish VPN preinstallato.

Ottieni il 60% di sconto al momento della registrazione per il pacchetto annuale di IPVanish, solo $4,87 al mese! Ogni piano è coperto da una garanzia di rimborso di sette giorni, garantendoti una prova priva di rischi.

4. VyprVPN

VyprVPN è noto per i suoi protocolli di crittografia forti che pare siano i migliori del settore. Offre un’assistenza clienti online 24 ore su 24, 7 giorni su 7, una prova gratuita di 3 giorni e una vasta rete di server con circa 700 server sparsi in tutto il mondo. Il numero forse potrebbe non essere elevatissimo, ma è più che sufficiente.

Il più grande svantaggio di VyprVPN è che non ha una politica i zero-logging, in quanto memorizzano: “l’indirizzo IP di origine dell’utente, l’indirizzo IP VyprVPN utilizzato dall’utente, l’ora di inizio e fine della connessione e il numero totale di byte utilizzati.” Tuttavia dichiarano che i dati vengono conservati solo per 30 giorni e principalmente per migliorare il servizio, non registrando i dettagli dell’attività dell’utente.

VyprVPN crittografa i dati utilizzando il protocollo OpenVPN con crittografia AES a 256 bit, chiavi RSA da 2.048 bit senza perfetta segretezza di inoltro e autenticazione SHA256. Nel servizio è incluso un kill switch internet automatico.

L’abbonamento a VyprVPN Pro ti consente l’accesso simultaneo da un massimo di tre dispositivi con applicazioni client per Windows, MacOS e Android. Fornisce anche istruzioni dettagliate sulla configurazione per Linux. VyprVPN offre un’app router che si installa su Tomato OS, un sistema operativo personalizzato che gira su diversi router dei principali produttori. Il provider fornisce anche istruzioni sulla configurazione di tali router, ma le spiegazioni non sono molto approfondite.

*** Iscriviti oggi stesso a VyprVPN e ricevi uno sconto del 50% sul tuo primo mese di servizio. Puoi anche approfittare della versione di prova gratuita di tre giorni per testare la VPN prima di registrarti!

Vantaggi dell’utilizzo di una VPN

Ci sono molti vantaggi legati all’utilizzo di una VPN oltre a una maggiore privacy e sicurezza. Bypassare le restrizioni imposte dai fornitori di servizi, dalle istituzioni accademiche o dai luoghi di lavoro è uno dei motivi principali per cui le persone le usano. In particolare quando si parla di IPTV, l’accesso a contenuti limitati in determinate aree geografiche è un altro uso di una VPN. L’aggiramento delle restrizioni di accesso a Internet di un paese è anche uno degli usi più comuni delle reti private virtuali.

Sicurezza e privacy

Il vantaggio principale dell’utilizzo di una rete privata virtuale è l’aumento della privacy e della sicurezza. Una VPN offre un livello molto elevato di crittografia che in genere rende i tuoi dati quasi impossibili da violare. Sarai libero quindi di digitare password, inserire numeri di carta di credito, fare banking online o accedere a qualsiasi sito senza preoccupazioni. Protetto da una VPN, qualsiasi persona malintenzionata non sarà in grado di vedere nulla che stai facendo e di rubare le tue informazioni personali.

Supera ogni limite

Ci sono innumerevoli luoghi che, in un modo o nell’altro, censurano internet. Sono comuni nelle istituzioni accademiche, negli uffici e in molti hot spot Wi-Fi pubblici. Anche alcuni fornitori di servizi Internet limitano i siti che puoi vedere. Ci sono molte ragioni per cui lo fanno. Può essere un modo per limitare l’utilizzo della larghezza di banda, ridurre il tempo sprecato da dipendenti e studenti, proteggere i titolari dei diritti d’autore o solo per far rispettare l’etica o la moralità politica o aziendale.

Al di là di questo però, i mezzi impiegati per far rispettare queste restrizioni sono in genere simili. L’utilizzo di una VPN ti consentirà normalmente di eluderli. Diciamo normalmente perché non sempre funziona. L’utilizzo di una VPN è diventato sempre più popolare negli ultimi anni. Mano a mano che questa popolarità cresceva però, molte organizzazioni hanno sviluppato anche tanti modi per bloccare il traffico VPN. Ovviamente anche il software client VPN è diventato più “smart”, riuscendo ad eludere i controlli evitando così qualsiasi blocco VPN. Anzi, i migliori client riescono mascherare il traffico senza nemmeno l’intervento dell’utente.

Censura geografica

Ci sono paesi con rigide restrizioni sull’utilizzo di Internet. La Cina, ad esempio, è nota per bloccare l’accesso ai social network occidentali come Facebook, Twitter o Instagram. Le ricerche su Google sono censurate e i risultati di ricerca che ottieni dalla Cina sono diversi da quelli che otterresti altrove. Ma la Cina è solo un esempio. Ci sono altri paesi che impongono restrizioni simili utilizzando metodi simili tra loro, come il filtro IP di destinazione, il proxy trasparente e una manciata di altre tecniche.

Considerando che i governi e le organizzazioni utilizzano strumenti simili, se non identici, per far rispettare le restrizioni, può facilmente concludere che quelle stesse caratteristiche delle reti private virtuali che consentono di aggirare le restrizioni aziendali o istituzionali generalmente funzionano anche per aggirare quelle nazionali. C’è una differenza importante però. Spesso l’uso delle VPN in alcuni paesi può portare a ritorsioni importanti da parte dello Stato. Assicurati quindi di essere a conoscenza di quali sono i rischi prima di fare qualcosa di cui potresti pentirti.

Lo streaming IPTV

L’IPTV permette lo streaming live di varie emittenti che normalmente sono pensate per essere guardate sul Web utilizzando un browser. Diversi componenti aggiuntivi di Kodi consentono agli utenti di guardare questi streaming direttamente da Kodi. Alcuni componenti aggiuntivi sono specializzati in determinati tipi di streaming, come sport o canali del Regno Unito o canali USA.

Dal punto di vista della VPN, hanno tutti una cosa in comune, inviano un “flusso video” dal server di origine al computer. Sfortunatamente, lo stesso tipo di streaming video viene anche utilizzato per lo streaming di contenuti illegali dagli utenti di Internet. Per questo motivo, un provider di servizi Internet che monitora le attività dei suoi clienti – e si, lo fanno – potrebbe erroneamente pensare che qualcuno che usa l’IPTV legalmente stia scaricando materiale illegale. Quando questo accade, gli ISP possono reagire inviando avvisi di violazione del copyright, riducendo la larghezza di banda o addirittura interrompendo il servizio.

La crittografia di una VPN impedirà al tuo ISP di sapere cosa stai facendo o cosa stai guardando online. Verranno visualizzati solo dati non decifrabili che vanno all’indirizzo del server VPN che stai utilizzando.

Contenuti con restrizioni geografiche

Le restrizioni geografiche sono molto comuni quando si usa l’IPTV. Questo dipende dai diritti di trasmissione e le entrate pubblicitarie. Molti dei “live streaming IPTV” infatti, che puoi guardare usando Kodi, sono presi dal sito web dell’emittente. Poiché le emittenti di solito hanno il diritto esclusivo di trasmettere in una determinata area geografica, che può variare a seconda della città o da Stato a Stato, spesso bloccano l’accesso ai loro streaming agli utenti al di fuori della loro area geografica.

In questo modo, i contratti di esclusiva sono rispettati e ogni emittente riceve la sua quota di entrate pubblicitarie, che si basa sul numero di spettatori. Quindi, se, ad esempio, sei in Canada e stai guardando uno streaming IPTV in diretta negli Stati Uniti, l’emittente canadese dello spettacolo che stai guardando perde uno spettatore e le entrate pubblicitarie corrispondenti a quello spettatore.

Molte emittenti utilizzano una tecnica chiamata geo-blocking per garantire che solo gli utenti in una determinata area geografica possano visualizzare il loro contenuto. Ma cosa succede se sei in vacanza all’estero e vuoi vedere qualcosa dal tuo paese?

Le restrizioni geografiche sono applicate in base all’indirizzo IP di origine. Quindi, tutto quello che devi fare è essere in grado di cambiare il tuo indirizzo IP, con uno della regione autorizzata. Una VPN fa proprio questo. Tutto il traffico che raggiunge la destinazione apparirà come proveniente dall’indirizzo IP del server VPN invece che dal tuo dispositivo. Per accedere ad alcuni contenuti disponibili solo, ad esempio, negli Stati Uniti, tutto quello che devi fare è scegliere un server VPN situato negli Stati Uniti. I buoni provider VPN hanno server in più paesi, a volte oltre un centinaio, e ti permettono di scegliere dove puoi connetterti.

In sintesi

Il più importante di tutti i criteri, quando si sceglie una VPN per l’IPTV, è sicuramente la posizione e il numero di server disponibili. Tutti i provider che ti abbiamo suggerito, da questo punto di vista, sono molto buoni. Noi però, a dirla tutta, preferiamo ExpressVPN, principalmente per la sua velocità; ma comunque tutte le altre scelte sono delle valide alternative. La tua scelta finale comunque dipende da te e dalle tue necessità.

Quale VPN usi quando usi l’IPTV con Kodi? Quali sono le tue caratteristiche preferite? Condividi la tua esperienza con la comunità usando i commenti qui sotto.

 

Leave a comment