1. Home
  2. IT

Le Migliori VPN per la Nuova Zelanda del 2019 – Testate e Recensite

La Nuova Zelanda ha una politica abbastanza liberale quando si tratta dell’uso di Internet. Il governo locale ha dichiarato che entro il 2019 si aspetta che il 97,8% della popolazione navighi sul Web attraverso una connessione a banda larga. Sfortunatamente, anche in un paese con leggi “rilassate” sull’Internet, i blocchi geografici possono diventare un problema non da poco. Inoltre, il governo monitora deliberatamente le attività degli utenti, quindi se sei in Nuova Zelanda, le tue informazioni possono essere rintracciate in qualsiasi momento.

Fortunatamente, un buon provider VPN può non solo garantire che la tua identità e cronologia online rimangano sicure, ma che non sarai mai più frenato dalle restrizioni geografiche. In questo articolo, ti mostreremo come scegliere la VPN giusta, ti daremo i nostri migliori consigli, spiegare perché una VPN è utile per un utente in Nuova Zelanda e ti forniremo i passaggi che ti aiuteranno a iniziare.

Scegli la migliore VPN per navigare dalla Nuova Zelanda

Prima di passare alle raccomandazioni dei nostri provider VPN, è importante stabilire le priorità e le proprie esigenze su Internet per poter tranquillamente scegliere il servizio migliore. Per scegliere il miglior provider VPN per gli utenti in Nuova Zelanda, suggeriamo di seguire i seguenti criteri:

  • Politica rigorosa di zero-logging – Una politica di registrazione zero significa che quasi nessuna delle tue informazioni verrà archiviata, il che impedirà che le tue informazioni siano utilizzate contro di te dal governo o dagli ISP.
  • Crittografia avanzata: i provider VPN di alta qualità utilizzano in genere una crittografia di almeno 256 bit, quindi opta per un provider che garantisca questo standard o qualcosa di meglio.
  • Rete di grandi dimensioni: maggiore è il numero di server e posizioni della rete, maggiori saranno le opzioni di connessione durante l’utilizzo del servizio. Pertanto, optare sempre per un provider con una grande rete in modo da potersi connettere da tutti gli angoli del globo.
  • Alte velocità di connessione: le VPN rallentano inevitabilmente la tua connessione Internet. Scegli una VPN che riduca al minimo l’impatto della crittografia che, di conseguenza, impedirà una connessione ancor più lenta.

Tieni conto di queste funzionalità quando cerchi un provider VPN per navigare dalla Nuova Zelanda.

I nostri servizi VPN consigliati

Ora che hai un’idea migliore di ciò che rende buono un provider, dai un’occhiata al nostro elenco delle migliori VPN da utilizzare in Nuova Zelanda nel 2019:

1. ExpressVPN

ExpressVPN offre alcune delle connessioni VPN più veloci e affidabili sul mercato. Con oltre 2.000 server in 94 paesi, avrai molte opzioni quando avrai bisogno del server giusto per aggirare i geoblocchi, eseguire torrent in modo rapido e anonimo o navigare senza paura della sorveglianza del governo. Un’interfaccia software leggerissima ti consente di ricevere un’incredibile protezione con un solo clic. Basta avviare ExpressVPN, scegliere un server nella posizione desiderata, quindi lasciare che l’app faccia il resto.

I protocolli di crittografia includono UDP, TCP, PP2P, sebbene AES a 256 bit tramite OpenVPN sia lo standard utilizzato per la maggior parte delle connessioni. Se non sei sicuro di cosa tutto questo significhi, stai certo che nessuno dei governi della Five Eyes Intelligence Alliance (o in qualsiasi altra parte del mondo) possiede supercomputer abbastanza sofisticati da infrangere questa crittografia con attacchi di forza bruta. Inoltre, una solida politica di non registrazione eliminerà qualsiasi traccia del tuo traffico, richieste DNS, indirizzi IP o cronologia di navigazione.

Pro

Contro

  •  Leggermente più costoso della concorrenza.

Per saperne di più, leggi la nostra recensione ExpressVPN 2019.

IL MIGLIORE PROVIDER PER LA NUOVA ZELANDA: sottoscrivi l’abbonamento annuale e ricevi 3 mesi GRATIS a soli $ 6,67 al mese.  Iscriviti senza rischi con una garanzia di rimborso di 30 giorni.

2. NordVPN

NordVPN mette a disposizione una delle più grandi reti di server del settore – oltre 5.000 nodi in 62 paesi in tutto il mondo – rendendosi una scelta ottimale se stai cercando di massimizzare il numero di indirizzi IP che potresti potenzialmente utilizzare. Oltre alle dimensioni, NordVPN offre anche server speciali ottimizzati per una varietà di casi d’uso, tra cui Onion su VPN, anti-DDoS, doppia VPN, P2P e altro.

NordVPN utilizza la crittografia AES a 256 bit per garantire che nessuno dei tuoi dati possa essere decifrato o rubato, neanche con il supercomputer più potente del modo. La politica di zero-registrazione è considerata una delle più complete del settore e nulla (dai timestamp alla cronologia di navigazione) è riconducibile al tuo indirizzo e-mail. Inoltre, il kill switch automatico assicura che se ti disconnetti dalla VPN, anche accidentalmente, Internet si spegne completamente in modo che nessuno dei tuoi dati abbia la possibilità di fuoriscire se non crittografato.

Nonostante tutte queste funzionalità avanzate, NordVPN ha un’interfaccia intuitiva e un supporto 24 ore su 24, 7 giorni su 7. L’interfaccia utente è di facile utilizzo e una grafica a mappa funge da supporto visivo per la scelta dei server. NordVPN è disponibile su una vasta gamma di sistemi operativi, inclusi Windows, Mac, Linux e iOS. Vedi l’elenco completo nella nostra recensione di NordVPN.

Pro

  •  Server ottimizzati per sbloccare Netflix
  •  Più di 5.400 server in tutto il mondo
  •  Collega fino a 6 dispositivi contemporaneamente
  •  Non conserva metadati della tua navigazione
  •  Ottimo supporto (chat 24/7).

Contro

  •  La selezione automatica del server può essere inaffidabile
  •  A volte è lento nell’elaborare i rimborsi (ma li emette sempre).

Vuoi saperne di più? Quindi dai un’occhiata alla nostra recensione su NordVPN .

3. CyberGhost

CyberGhost è l’ideale se sei un novizio del mondo VPN alla ricerca di qualcosa di semplice per iniziare. All’apertura, l’app colorata ti presenta sei semplici profili di configurazione. Questi profili sono: “navigare in modo anonimo”, “sbloccare streaming” e “sbloccare siti Web di base”. Hai la possibilità di personalizzare questi profili utilizzando gli switch come “blocco annunci” e “velocità extra”. Ciò consente di personalizzare la propria esperienza Internet in base alle proprie esigenze e che, combinato con le 5 connessioni simultanee di CyberGhost, senza limiti di velocità e con larghezza di banda illimitata, questo servizio si rivela eccellente per tutti gli utenti della Nuova Zelanda.

CyberGhost utilizza la crittografia a 256 bit di livello militare fornita tramite protocolli OpenVPN, nonché altri protocolli di crittografia tra cui L2TP. Ciò ti consente di scegliere tra sicurezza, velocità, rimozione della censura o una combinazione di tutti e tre. La rigida politica di non-registrazione garantisce che quasi nessuno dei tuoi dati personali sia archiviato dal servizio VPN, nemmeno il tuo indirizzo e-mail. Al massimo, l’algoritmo annota mensilmente eventi di accesso anonimi al fine di fare statistiche sulle attività degli utenti. Ultimo ma non meno importante, CyberGhost ha un kill switch incorporato, che blocca tutti i pacchetti di dati in uscita se la connessione VPN si interrompe, anche accidentalmente, assicurandoti di essere sempre protetto.

Pro

  •  OFFERTA SPECIALE: SCONTO DEL 79%
  •  Torrenting consentito
  •  Versatile e intuitivo
  •  Politica rigorosa di zero-registrazione
  •  Soddisfatti o rimborsati.

Contro

  •  Perdita WebRTC IPv6 in macOS
  •  Impossibile sbloccare altri siti di streaming.

Per saperne di più sulla sicurezza e le caratteristiche generali di CyberGhost, dai un’occhiata alla nostra recensione CyberGhost 2019 .

ABBONATI ORA: sottoscrivi il pacchetto di 18 mesi con CyberGhost per soli $ 2,75 al mese . Acquista in totale sicurezza con una garanzia di rimborso di 45 giorni.

4. PrivateVPN

PrivateVPN è  specializzato nell’elusione dei blocchi geografici messi in atto da servizi di streaming come Netflix o Hulu. L’installazione dell’app richiede solo pochi istanti e il suo utilizzo non richiede alcuna esperienza precedente con altre VPN. Inoltre, non vi è alcun limite sul cambio di server, quindi è possibile sfogliare contenuti da tutto il mondo senza interruzioni. Con server in più di 80 città in tutto il mondo, non devi limitarti ai contenuti della sola Nuova Zelanda.

Oltre alla velocità e ad una varietà di connessioni, PrivateVPN garantisce sicurezza. La crittografia AES a 256 bit assicura che i tuoi dati siano sempre protetti e, se ti disconnettessi anche accidentalmente dalla VPN, i tuoi dati non fuoriuscirebbero privi di crittografia, grazie a un kill switch incorporato. Se desideri una maggiore connettività e soprattutto, traffico più veloce, PrivateVPN ti offre la possibilità di eseguire il downgrade alla crittografia a 128 bit per una maggiore velocità, perfetto se stai cercando di trasmettere video in diretta o qualsiasi altro contenuto video. Inoltre, la rigida politica di zero registrazione di PrivateVPN implica che nessuna delle tue informazioni viene memorizzata dal provider, né ceduta a terze parti, neanche il governo.

Se desideri saperne di più su PrivateVPN, leggi la nostra recensione di PrivateVPN del 2019 in cui trattiamo il software e molto altro ancora.

OFFERTA IMPERDIBILE: sottoscrivi il piano di 12 mesi e ricevi un mese in più GRATIS a soli $ 3,88 al mese, con un risparmio del 64% sul prezzo base. L’abbonamento viene proposto con una garanzia di rimborso di 30 giorni.

Come iniziare a navigare con una VPN, dalla Nuova Zelanda

Ora che la parte difficile è finita e hai scelto la tua VPN, è tempo di iniziare ad usarla. Segui i passaggi seguenti per installare il servizio in Nuova Zelanda e iniziare a guardare contenuti illimitati da tutto il mondo.

Connettiti al tuo server VPN

  1. Accedi al tuo account VPN tramite il browser e trova il software giusto per il tuo dispositivo e sistema operativo.
  2. Installa l’app e, all’avvio, inserisci i dettagli del tuo account.
  3. Apri l’elenco dei server e scegli la posizione a cui desideri connetterti. Questo cambierà il tuo indirizzo IP reale dalla Nuova Zelanda con uno di un paese a tua scelta.
  4. Connettiti al server e concedi alla pagina alcuni minuti per stabilire la connessione.
  5. Ora dovresti vedere il paese che hai scelto al posto della Nuova Zelanda.

Verifica il tuo indirizzo IP

Ora dovrai verificare la tua connessione per assicurarti che non ci siano perdite. Questo processo non è obbligatorio, ma ti consigliamo di dedicarci qualche minuto per assicurarti che la tua VPN funzioni correttamente e che la tua connessione sia, in effetti, sicura.

  1. Avvia il tuo software VPN e scegli il paese a cui desideri connetterti.
  2. Apri il tuo browser e vai su ipleak.net . Questa pagina eseguirà automaticamente un test di ricerca dell’indirizzo IP.
  3. Al termine del caricamento della pagina, cerca la casella del paese nella parte superiore della pagina denominata “Il tuo indirizzo IP”. Se vedi il paese che hai scelto prima, sei a posto. Se, tuttavia, vedi ancora la Nuova Zelanda, allora potrebbe esserci una potenziale perdita e devi contattare il tuo provider VPN il prima possibile. Potrebbe valere la pena reinstallare prima l’app VPN.

Restrizioni su Internet in Nuova Zelanda

Abbastanza sorprendentemente, il filtro Internet in Nuova Zelanda è stato introdotto solo nel 2009 e ha iniziato a funzionare nel 2010. Le leggi su Internet sono molto rilassate rispetto a quelle in altre parti del mondo, come il Medio Oriente, ma il governo locale traccia ancora deliberatamente l’attività degli utenti. Il Dipartimento degli affari interni ha un elenco di siti Web vietati o soggetti a restrizioni. Se un utente tenta di accedere a un sito Web nell’elenco, riceverà un messaggio di errore automatico che indica che il contenuto non è disponibile nella propria area geografica.

Ecco il dettaglio interessante. Come paese liberale, la Nuova Zelanda consente agli ISP di scegliere se vogliono conformarsi a questo modello. Ciò significa che nessun ISP è obbligato a operare utilizzando l’elenco segreto dei siti Web bloccati. Tuttavia, su 80 ISP disponibili in Nuova Zelanda, solo due rappresentano il 75% del mercato ed entrambi sono conformi. Pertanto, almeno tre quarti degli utenti di Internet in Nuova Zelanda sono vittime di questi blocchi e restrizioni geografiche.

Anche la Nuova Zelanda fa parte dell’alleanza “Five Eyes”. Questa è una collaborazione di cinque governi, vale a dire Stati Uniti, Regno Unito , Canada, Australia e Nuova Zelanda, che hanno accettato di condurre sorveglianza della popolazione generale e condividere informazioni sugli utenti locali con altri paesi del gruppo. Per qualsiasi utente, questa è motivo di allarme. Lo spionaggio governativo  è molto presente e per proteggere la tua identità e le attività online, hai bisogno di una VPN.

Come una VPN ti aiuterà in Nuova Zelanda

Bypassa la censura e le restrizioni geografiche

Le VPN sono un ottimo modo per eludere le limitazioni geografiche e la censura, anche se ci si trova in un paese con leggi Internet abbastanza vaghe come la Nuova Zelanda. Sia che tu voglia trasmettere video in streaming su Youtube o Netflix , una VPN ti garantirà l’accesso a una varietà molto più ampia di contenuti.

Mantieni i tuoi dati privati ​​e al sicuro dalla sorveglianza

Se vuoi mantenere la tua identità anonima online ed evitare che la tua cronologia di navigazione finisca nelle mani di persone sbagliate, una VPN è un must. Dal momento che il governo della Nuova Zelanda filtra apertamente Internet e si fa gli affari dei residenti, un servizio VPN garantirà che nessuno possa scoprire cosa fai online.

Migliora la privacy dei dispositivi mobili

Smartphone e tablet possono contenere informazioni molto private, dalle password ai dettagli del conto bancario. Questo li rende un bersaglio favoloso per i criminali informatici, quindi è importante mantenere il telefono il più sicuro possibile. I servizi VPN creano una barriera tra gli utenti e gli hotspot aperti, crittografando i tuoi dati insieme alla cronologia di navigazione e ad altre informazioni importanti.

Alcuni consigli di sicurezza per gli utenti VPN

Sebbene i provider VPN siano determinati a proteggere i tuoi dati il ​​più possibile, ci sono ancora alcune vulnerabilità. Una VPN crittograferà i tuoi dati e ti assicurerà che non siano ricondotti a te, ma non può proteggerti da cose come i malware. Ecco alcuni suggerimenti che ti aiuteranno a mantenere la tua privacy intatta.

  • Usa una password complessa: quando crei un ID utente per il tuo account VPN per navigare dalla Nuova Zelanda, assicurati di non utilizzare le stesse credenziali degli altri account. Ciò renderebbe molto più facile  per gli hacker accedere alle tue informazioni.
  • Usa un servizio VPN a pagamento – Questo punto non può essere esplicitato più di cosi – non scegliere mai un servizio VPN gratuito. I servizi VPN gratuiti non utilizzano le stesse funzionalità di sicurezza degli abbonamenti a pagamento, quindi le tue informazioni possono essere ricondotte a te abbastanza facilmente. Le VPN a pagamento hanno crittografie più forti e criteri di non registrazione che proteggono le tue informazioni e la tua cronologia, insomma, paghi la tranquillità.
  • Cambia spesso la tua password – Indipendentemente dall’account, la maggior parte dei professionisti consiglia agli utenti di tutti i siti Web di cambiare la password ogni pochi mesi. Assicurati di farlo anche con il tuo account VPN.
  • Utilizza una protezione aggiuntiva: se sei un giornalista, una fonte di notizie o qualcosa del genere, assicurati di non fare affidamento solo sulla crittografia VPN. Ci sono ulteriori misure che puoi prendere, come il software Tor , che aggiungerebbe un ulteriore livello di crittografia e rende la tua sicurezza ancora più solida.

Conclusione

Per bypassare i blocchi regionali e impedire che i tuoi dati finiscano nelle mani del governo e degli ISP, avrai bisogno di una buona VPN. Questo servizio ti sbloccherà una vasta gamma di contenuti internazionali, proteggerà la tua privacy online e ti fornirà la connessione veloce di cui hai bisogno per guardare la prossima stagione di Game of Thrones ad esempio. Vuoi esplorare il mondo dei contenuti online senza lasciare il comfort di casa tua? Inizia subito a navigare in libertà, con la nostra guida.

Sei in Nuova Zelanda e stai per installare una VPN? per cosa hai intenzione di usarla? Lasciaci i tuoi commenti in basso, nell’apposita sezione!

Ecco come ottenere una VPN Gratis per 30 giorni

Se hai bisogno di una VPN per un breve periodo, per un viaggio ad esempio, puoi ottenere la nostra VPN top di gamma senza alcun costo. ExpressVPN include nell` offerta una garanzia di rimborso di 30 giorni. Dovrai inizialmente pagare l`abbonamento, certo, ma l iscrizione non solo ti garantirà accesso completo a l`intero servizio, ma nei primi 30 giorni puoi richiedere un rimborso completo. La politica di cancellazione senza fastidiose domande è all altezza del loro nome.

Leave a comment